Formula 1 / Raikkonen, ultimo tentativo della Red Bull

- La Redazione

Kimi Raikkonen sembra sempre più vicino ad un ritorno in Ferrari, ma la Lotus a Spa incontrerà il suo manager per un ultimo tentativo di formare la coppia con Vettel

RaikkonenPPR439
Kimi Raikkonen (Infophoto)

Quella di Spa-Francorchamps è sempre stata la sua gara, dal momento che Kimi Raikkonen ha vinto per ben quattro volte il Gran Premio del Belgio. Quest’anno però il pilota finlandese della Lotus sarà ancora di più al centro dell’attenzione dell’intero mondo della Formula 1, che si domanda quale sarà il suo futuro, visto che Kimi è il pezzo pregiato del mercato piloti in vista della prossima stagione. Le ultime notizie dicono che la Red Bull farà ancora un sondaggio con il manager di Raikkonen, Steve Robertson, che infatti in questi giorni avrebbe in programma un incontro con la dirigenza della scuderia anglo-austriaca. Insomma, la decisione di affiancare il giovane australiano Daniel Ricciardo al campione del Mondo in carica Sebastian Vettel non sarebbe ancora definitiva, e la Red Bull farà ancora un tentativo per formare la coppia di lusso Vettel-Raikkonen. A dire il vero, l’agente ha dichiarato che i contatti con la Red Bull sarebbero già finiti da qualche tempo, ma fonti ben informate sono sicure che in Belgio ci sarà ancora un meeting, e che le voci su un Raikkonen ormai di fatto certo di un futuro in Ferrari sarebbero servite anche a stimolare la reazione delle ‘lattine’. In effetti la Red Bull ha posticipato l’annuncio del nuovo pilota da Spa a Monza, quindi ci saranno due settimane di tempo in più per definire lo scenario dei top team nel 2014. Le ipotesi sono entrambe credibili, visto che il patron Dietrich Mateschitz ha dichiarato che la scelta sarà fatta sulla base di quale possa essere il pilota migliore “a medio termine”, cioè una media tra la superiorità attuale di kimi e le maggiori prospettive future di Ricciardo. Tuttavia, la Ferrari resta la destinazione più probabile per il pilota che proprio con il Cavallino vinse il titolo iridato nel 2007. Si dice certo di ciò Eddie Jordan, oggi commentatore per la Bbc e sempre ben informato sulle voci circolanti nel paddock.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori