CALCIOMERCATO/ Milan, senza Ibrahimovic si gioca meglio: cederlo per rinforzare la squadra in ogni reparto?

Allegri potrà sorridere perchè in attacco tornerà Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese che ha scontato le tre giornate di squalifica dopo la manata ad Aronica in Milan-Napoli

28.02.2012 - La Redazione
Ibrahimovic_PolliceR400
Zlatan Ibrahimovic (Infophoto)

Contro il Palermo Massimiliano Allegri avrà problemi in difesa. Il Milan infatti dovrà rinunciare a Mexes, fermato dal Giudice Sportivo per tre giornate, mentre le condizioni di Nesta e Bonera saranno da valutare nei prossimi giorni ma entrambi sono a rischio. Considerato che Yepes non è disponibile l’emergenza è davvero importante. Ma Allegri potrà sorridere perchè in attacco tornerà Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese che ha scontato le tre giornate di squalifica dopo la manata ad Aronica in Milan-Napoli. Per la verità più di qualche tifoso rossonero non si è accorto dell’assenza di Ibrahimovic e questo grazie alla grande prova del collettivo Milan. La squadra rossonero ha raccolto sette punti in tre match, con due vittorie in trasferta a Udine e a Cesena più il punto raccolto in casa contro la Juventus nel match dalle mille polemiche. Chi ha giocato al posto di Ibra ha fatto un ottimo compito, a Udine ci hanno pensato Maxi Lopez ed El Sharaawy, a Cesena Muntari, Emanuelson e Robinho, mentre contro la Juventus ha segnato Nocerino e in teoria anche Muntari. Insomma la squadra si è espressa alla grande, contro Cesena e Juventus in particolare, giocando un calcio pieno di intensità con un possesso palla importante. E’ vero, qualcuno potrebbe far notare che contro l’Arsenal il Milan ha fatto una grande partita con Ibrahimovic, ma lo svedese spesso calamita tutti i palloni e rallenta il gioco anche se stiamo parlando del miglior finalizzatore del Milan. Nessuno mette in dubbio la grande forza e l’enorme talento di Ibrahimovic, ma lo svedese ogni anno si concede qualche pausa di troppo beccando due o tre giornate di squalifica. Quest’anno Ibra compirà 31 anni, nelle scorse settimane si è parlato di un possibile “mal di pancia” del giocatore che vorrebbe un adeguamento del contratto. Le offerte per lo svedese non mancano, il Milan potrebbe cederlo dinanzi a una grande offerta. Real Madrid, Manchester City e anche Chelsea, tre big pronti a spendere molti soldi per lo svedese. A questo punto il Milan potrebbe anche cedere il giocatore per rinforzare la squadra in ogni reparto. In difesa servirebbe un giovane centrale anche perchè Nesta ha già superato abbondantemente i 30 anni d’età, a centrocampo servirebbero dei ritocchi importanti visto che qualche giocatore è in scadenza di contratto.

In attacco se dovesse andare via Ibrahimovic si dovrebbe puntare su un attaccante più giovane ma sempre di prima fascia. Ibrahimovic ha una valutazione di almeno 50 milioni di euro, forse anche di più.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori