CALCIOMERCATO/ Napoli, De Laurentiis: Una squadra in stile Barcellona

- La Redazione

De Laurentiis annuncia un Napoli modello Barcellona. L’obiettivo è quello di creare una cantera di giovani napoletani che possa fungere da serbatoio della prima squadra. Stand-by per Lamela

aurelio-de-laurentiis-napoli_R400
De Laurentiis (Foto Ansa)

Aurelio De Laurentiis annuncia: creerò un Napoli modello Barcellona. Il presidente azzurro, intervenuto oggi nel corso di Marte Sport Live, ha tracciato le linee guida per il futuro: “E’ nei nostri intenti profondere energie per creare un vivaio florido che possa dare al Napoli una struttura solida di giocatori allevati all’interno della società, proprio come ha fatto negli ultimi anni il Barcellona – ha spiegato De Laurentiis – Vogliamo seguire quel modello e creeremo un network di migliaia di giocatori da monitorare nel mondo. Stiamo inserendo e pensando a nuove figure che possano operare nella nostra ‘cantera’ e stiamo alimentando una fitta rete di osservatori che possano seguire non solo i giovani talenti del calcio nostrano ma anche internazionale. Crediamo molto nei giovani ed il lavoro svolto in questo primo settennato sta dando i suoi frutti”. Sulla questione-stadio: “Il San Paolo ha una struttura antica che ha bisogno di una manutenzione straordinaria. Io ho già in mente un progetto preciso, nella mia testa c’è un programma chiaro e sono pronto a mettermi a disposizione e collaborare con le istituzioni. Il sindaco ha dato totale apertura ed è stato eccezionale nell’aprire un tavolo per discutere tutte le esigenze e i punti critici da risanare allo stadio – ha sottolineato il n.1 partenopeo – Io sono un ottimista per natura ed anche se so che abbiamo poco tempo a disposizione, sono certo che riusciremo ad approntare un San Paolo all’altezza degli stadi europei”. Inevitabile parlare di mercato: “Bigon è tornato adesso da una breve e salutare vacanza. Operiamo e continueremo a farlo in maniera costante e intensa. Dico a tutti di stare sereni. Il calciomercato chiude il 31 agosto. Noi lavoriamo a fari spenti, a testa bassa, in maniera umile e con grande dedizione per la causa azzurra. Io mi considero un cavaliere al servizio del Napoli, mi sono imposto un ruolo di paladino affinchè questa società non abbia più problemi economici, non rischi più di scomparire dal grande calcio e prosegua nella sua crescita. State tranquilli, lavoriamo per voi”. Il tifoso azzurro, però, vuole anche sognare con qualche grande nome. Si parla molto, ad esempio, dell’argentino Lamela, cercato anche dalla Roma: “Lamela? La mia idea era quella di valutarne le qualità e le possibilità con calma.

Poi io voglio sviluppare la cantera, quindi non devo andare ad arricchire altri club. Dobbiamo cominciare la nostra strada con una crescita continua, il nostro Napoli è importante”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori