CALCIOMERCATO/ Napoli, Rossi subito se parte Lavezzi

Pepito è l’obiettivo di De Laurentiis, quest’anno o il prossimo non importa, il patron partenopeo ha individuato in lui il leader in campo per il futuro

12.08.2011 - La Redazione
rossi_giuseppeazione_R400_24feb11
Giuseppe Rossi in rete stasera (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO NAPOLI – Sta per essere innescato un tourbillon di calciomercato molto complicato che potrebbe coinvolgere vari club, in primis Napoli e Inter.
Dal momento il cui Eto’o sarà un giocatore dell’Anzhi, i russi che stanno per fare il grande colpo di questa estate, infatti, potrebbe partire l’assalto di Moratti a Lavezzi e De Laurentiis non può certo farsi trovare impreparato.
Infatti, considerando che anche prima dell’interessamento dei nerazzurri, il Pocho piaceva in Premier League, il Napoli lavora da tempo per trovare un sostituto della stella argentina e il patron non ha dubbi a fare un nome su tutti: Giuseppe Rossi.
Secondo quanto dichiarato dallo stesso patron azzurro De Laurentiis nei giorni scorsi, a lui non cambia ingaggiarlo subito o il prossimo anno, basta che prima o poi arrivi a Napoli. Ovvio però che se partisse Lavezzi proprio nell’anno della Champions si dovrebbe fare qualcosa e subito e con i 30 milioni della clausola del Pocho la trattativa con il Villareal partirebbe immediatamente su un ottimo binario. Se invece il Pocho non dovesse partire si potrebbe lavorare con calma e puntare a portarlo a Napoli la prossima estate.
In ogni caso De Laurentiis fa sul serio. Ha già parlato con il presidente del Villareal, con Federico Pastorello, agente del giocatore, e con il ragazzo stesso. Insomma le basi per una trattativa sono gettate, bisogna solo capire quando piazzare il colpo.
La partenza di Lavezzi non sarebbe comunque un fulmine a ciel sereno. Tra il giocatore e il presidente ultimamente erano volate parole grosse.

Dopo essere stato ripreso pubblicamente, sgridato perché nella scorsa stagione avrebbe giocato a farsi squalificare vicino alle festività e invitato a essere “più napoletano e meno argentino” il Pocho si era addirittura preso delle vacanze extra in Sardegna. Abbastanza per far decidere al vulcanico presidente che il futuro del Napoli avrà altri eroi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori