Camilla Parker, grave infezione respiratoria: come sta?/ “Annullati gli impegni”

Problemi di salute per Camilla Parker, seconda moglie di Carlo, principe di Galles: duchessa di Cornovaglia assente al Remembrance Day.

Camilla Parker
Camilla Parker e il principe Harry

Camilla Parker sta male: la moglie del principe Carlo è alle prese con una grave infezione polmonare e c’è grande preoccupazioni per le sue condizioni di salute. Come riporta la stampa britannica, la duchessa di Cornovaglia ha annullato tutti gli impegni: dopo aver cancellato la cena di gala per il duecentesimo anniversario della nascita del principe Alberto, la 72enne non prenderà parte alla cerimonia del Remembrance Day, commemorazione dei caduti all’Abbazia di Westminster. Il Daily Express riporta che Camilla è molto rammarica per il non poter presenziare all’impegno ufficiale in onore dei caduti, che sarebbe dovuto essere il primo evento insieme al principe Harry e Meghan Markle. La conferma è arrivata nelle scorse ore da un portavoce di Clarence House: i medici hanno reso noto che «l’infezione stava progressivamente peggiorando» e le hanno consigliato di restare a casa e riposare.

CAMILLA PARKER, GRAVE INFEZIONE POLMONARE: COME STA?

Il Daily Express ha evidenziato che alcune forme della grave infezione polmonare che ha colpito Camilla Parker «possono essere pericolose», per questo motivo è stato deciso un riposo assoluto: previsto un miglioramento delle sue condizioni di salute nell’arco di 7-10 giorni, anche se la tosse potrebbe perdurare tre settimane. Il dottore reale ha consigliato a Camilla di non fare sforzi, di rimanere idratata e di optare per antidolorifici per contrastare i fastidi muscolari. Un primo monito sulle condizioni di salute precarie della duchessa di Cornovaglia era stato registrato nel corso della visita al mercato degli agricoltori a Swiss Cottage in occasione del 20° anniversario: Camilla aveva tossito a più riprese. Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore sullo stato di salute sulla moglie di Carlo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA