Campionato Mondiale di calcio femminile 2019/ Cabrini ci crede: “Italia, si può fare”

- Fabio Belli

Campionato Mondiale di calcio femminile 2019, il commento della grande Carolina Morace e dell’ex ct Antonio Cabrini

campionato mondiale di calcio femminile
Sara Gama, capitano dell'Italia ai Mondiali di calcio femminile 2019 (Foto LaPresse)

Campionato Mondiale di calcio femminile, Italia pronta a recitare un ruolo da protagonista. Antonio Cabrini è stato selezionatore della Nazionale dal maggio 2012 al luglio 2017 e ai microfoni del Corriere della Sera ha parlato della super sfida in programma questa sera contro il Brasile: «Come si batte? Con coraggio: nell’82 la Seleçao che affrontammo noi era considerata la più forte del secolo. Partivamo sconfitti, e invece… Quello che sfideranno le ragazze non è il Brasile di Pelè! Che squadra è? Una squadra che le azzurre conoscono bene per averla affrontata a viso aperto nella tournée del 2016. Sanno che cosa fare e hanno un vantaggio: la partita dovrà farla il Brasile, insieme a un po’ di calcoli». Antonio Cabrini parla poi delle azzurre: «Sono cresciute perché è cresciuto il movimento. Merito dell’ingresso nel gioco delle società maschili, che hanno dovuto creare il settore femminile. È cambiato anche l’approccio delle giocatrici, che prima erano puramente dilettanti e non per colpa loro». E dove può arrivare la formazione di Milena Bartolini? «Il vero Mondiale comincia agli ottavi. Da lì in poi vedremo davvero chi vale. E purtroppo il gap con le altre europee o gli Usa non si colma in un mese». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

MORACE: “CHE GRUPPO LE NOSTRE AZZURRE!”

Il Campionato mondiale di calcio femminile 2019 prosegue quest’oggi con la terza ed ultima giornata dei gironi. In campo la nostra Italia, che alle ore 21:00 sfiderà le colleghe del Brasile per un match che si preannuncia a dir poco spettacolare. Dopo la vittoria all’esordio contro l’Australia, e quella roboante contro la Giamaica, ora le ragazze del ct Milena Bertolini sono chiamate all’esame verdeoro, affrontato comunque con la leggerezza di chi sa di aver già passato il turno. Carolina Morace, fra le giocatrici italiane più forti di sempre, ha parlato ai microfoni di SuperNews nell’andamento sin qui tenuto dalle nostre azzurre: «Una squadra compatta e le ragazze si aiutano l’una con l’altra. Si vede che c’è una strategia di gioco, che ad esempio non ho visto nella prima partita da parte dell’Australia. La superiorità con la Giamaica è stata chiara ed evidente. La stessa capacità di soffrire si è vista anche nella seconda partita, perché ho visto giocatrici, le attaccanti, perdere palla e rincorrerla al 95esimo dentro l’area di rigore nostra. Quindi la capacità di soffrire c’è sicuramente». Si parla quindi anche delle avversarie dell’Italia, a cominciare dalla delusione Australia e dalla sorpresa Norvegia: «La grande delusione è l’Australia, anche se avevamo già detto che aveva cambiato allenatore da due mesi e che Milicic non aveva mai fatto nulla nel calcio femminile, non conosce le giocatrici e non conosce il livello. La sorpresa per me è stata la Norvegia, che ho visto giocare molto bene e mi chiedo dove sarebbe se le due sorelle Hegerberg giocassero con la loro nazionale». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CAMPIONATO MONDIALE DI CALCIO FEMMINILE 2019

Ancora una volta, per la dodicesima giornata della competizione che vede in campo Italia Brasile, il campionato Mondiale di calcio femminile è protagonista per quanto riguarda il “Doodle” di Google, la testata del più popolare motore di ricerca del mondo. La competizione iridata dedicata al calcio in rosa prosegue a gonfie vele, e si stanno emettendo gli ultimi verdetti che porteranno alla composizione del tabellone degli ottavi di finale. Questa sera alle ore 21.00 l’Italia tornerà in campo per giocarsi il primo posto nel girone eliminatorio contro il Brasile. Un appuntamento straordinario considerando che le azzurre erano assenti dalla competizione da ben vent’anni e sono riuscite, grazie alle vittorie contro Australia e Giamaica, a guadagnare anticipatamente l’accesso al turno successivo. In attesa di capire se le azzurre riusciranno a uscire imbattute dal campo anche contro il forte Brasile, va segnalato come il Doodle di oggi dedichi le sue illustrazioni proprio all’Italia e alle formazioni inserite nel raggruppamento delle azzurre, ovvero Giamaica, Australia e Brasile.

CAMPIONATO MONDIALE DI CALCIO FEMMINILE, TRE ARTISTE PER GIAMAICA, AUSTRALIA E BRASILE

Come accaduto anche per altre Nazionali, i Doodle sono stati disegnati da tre artiste donne anche per questo martedì 18 giugno, dodicesima giornata del Mondiale femminile. Per l’Australia è toccato a Sophie Beer, che ha raccontato: “E’ stata un’esperienza straordinaria! Ero molto nervosa nel cercare di creare qualcosa che così tante persone vedranno e che comunichi l’essenza dell’Australia in modo succinto e vivace. Spero di aver rappresentato un’Australia orgogliosa, proprio come lo farà Matildas!” Per il Brasile è stata interpellata Laura Lannes, che ha commentato così la realizzazione del suo Doodle: “E’ un’occasione speciale per creare qualcosa che sarà visto in tutto il mondo. Sono stata immensamente felice di rappresentare il Brasile.” A Giovanna Giuliano è toccata l’Italia: “Per me, Google Doodle è un appuntamento quotidiano. Ogni giorno non vedo l’ora di scoprire nuovi anniversari o quello che è successo quel giorno negli anni precedenti. Far parte di tutto questo è meraviglioso.” Infine, Robin Clare si è occupata del Doodle della Giamaica: “E’ stato davvero bello essere invitati a lavorare su un Google Doodle. Mi sento molto onorata di rappresentare il mio paese e accettare la sfida è stato molto divertente. Essere in grado di condividere tutto questo in tutto il mondo è molto eccitante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA