CARLA FRACCI/ “Sono una nonna affettuosa, i giovani stanno troppo al telefonino”

- Morgan K. Barraco

Carla Fracci, ospite a “C’è Tempo per…”: “Bisogna sostenere il movimento e tutti i danzatori, oggi costretti ad andarsene all’estero”

carla fracci ioete 640x300
Carla Fracci

Carla Fracci ha detto di essere affascinata anche da altre tipologie di balli e di averle sperimentate nel corso della sua straordinaria e inimitabile carriera e di mettere sempre al primo posto l’eleganza, tanto sul palcoscenico, quanto nella vita di tutti i giorni. In riferimento alla sua vita privata, la stella della danza ha asserito: Essere diventata nonna di due nipoti mi ha arricchito tanto. Penso di essere affettuosa con loro, sono molto simpatici, carini e intelligenti. La stessa famiglia è intelligente e questo è importante per l’educazione dei ragazzi. Ora conta che non passino troppo tempo al telefonino: fortunatamente loro leggono molto”. Successivamente, l’artista ha raccontato il suo rapporto con Franca Valeri: “Ci siamo sempre volute davvero bene e siamo rimaste molto legate”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

CARLA FRACCI: “HO FATTO TANTO PER L’ITALIA, MA…”

A “C’è Tempo per…” è intervenuta in qualità di ospite la stella della danza Carla Fracci, da poche ore 84enne. “Ogni volta che incontro artisti e giro l’Italia sono emozioni inedite. Nel mondo della danza ci vogliamo tutti bene, ma questo universo va aiutato”. Poi, spazio a una piccola nota polemica: Perché hanno tolto i corpi di ballo dalle fondazioni? Bisogna sostenere il movimento e tutti i danzatori! I nostri più grandi talenti devono trasferirsi all’estero perché l’Italia non offre loro occasioni per loro. Questo è un peccato, perché io ho fatto tanto per l’Italia e la gente mi ringrazia ancora oggi per avere contribuito alla diffusione di quest’arte lungo lo Stivale”. C’è qualcosa che ha fatto sentire la danzatrice veramente unica nella sua vita? “No, non mi sono mai sentita unica. Figuratevi che inaugurando il Kennedy Center di Washington volevo scappare a Busto Arsizio… Dovevo affrontare una serata importante e l’emozione che ti travolge quando sali sul palcoscenico è sempre grandissima”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

CARLA FRACCI E I SUOI 84 ANNI

Carla Fracci è instancabile: anche se ha compiuto 84 anni da pochi giorni, non ha mai smesso di fare esercizi alla sbarra tutti i giorni. Lo ha raccontato questa settimana a io e te, dove è intervenuta con il marito Beppe Menegatti. Una coppia che si ama ancora e che ha dimostrato quanto sia forte il sentimento che li unisce: i due si sono tenuti per mano mentre nel momento jukebox è stata messa la canzone Il cielo in una stanza. 60 anni insieme e ancora una vita da voler condividere gomito a gomito, forti di quella danza che ha reso la Fracci un’icona del settore. “Più leggera dell’aria, più lieve di un sospiro”, l’ha definita spesso la critica. Quell’eterna fanciulla che ha reso grandiosa la Danza Classica, ha ancora modo di stupire il pubblico con la sua eleganza e personalità sofisticata. Lei, che ha ballato con Rudolf Nureyev, ricorda alla perfezione lo spettacolo Lo schiaccianoci che hanno avuto modo di preparare insieme. “In una nota, mille passi“, ha raccontato tempo fa a La vita in diretta, “Una cosa che la gente non può credere: quando arrivò in sala, io gli dissi ‘Rudy non lo posso fare’. In due giorni provare il balletto e il terzo le prove generali… Lui non mi rispose. Mi preparò lui, passo dopo passo. Al quinto giorno era un successo pazzesco”. Oggi, venerdì 21 agosto 2020, Carla Fracci sarà di nuovo ospite di C’è tempo per, in onda su Rai 1.

CARLA FRACCI E I SUOI “SOGNI DA PARRUCCHIERA”

Carla Fracci sarebbe potuta diventare una parrucchiera e non l’etoile della Danza internazionale che conosciamo ancora oggi. Questo era il suo sogno fin da bambina: “Pettinavo tutti, mamma, sorella”, ha detto tempo fa a La vita in diretta. Il richiamo del ballo però si è fatto sentire molto presto e la Fracci non ha potuto dire di no al suo destino. “Con Beppe ho lavorato molto, è stato di grande aiuto e soprattutto mi ha fatto affrontare anche quello che non era il mio mondo”, ha detto invece del suo incontro fatale con il marito Beppe Menegatti, “Io non ho fatto Conservatorio e abbiamo fatto tante cose belle insieme, in tutti i teatri italiani”. Il merito del manager è stato di spingerla verso i binari giusti, sostenerla senza sosta e farla brillare, convinto di avere di fronte un brillante inestimabile. Non c’è stato amore a prima vista da parte di entrambi: la Fracci si è invaghita subito di Beppe, mentre quest’ultimo all’epoca era fidanzato con un’attrice. “Mi ero invaghita di lui”, ha confessato, “lui era assistente di Visconti [Luchino, ndr] e devo dire che Beppe, amando la danza, ha creato dei balletti, ma era veramente all’avanguardia. Ha iniziato troppo presto e forse non era il momento, ma abbiamo fatto delle cose straordinarie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA