Carlo Brenner, figlio Vittorio Sgarbi/ Una vita difficile fin dalla nascita e…

- Morgan K. Barraco

Carlo Brenner, figlio Vittorio Sgarbi: la vita complicata fin dalla nascita con la possibile svolta dopo la scomparsa di sua madre Patrizia e la richiesta del padre.

Vittorio Sgarbi coronavirus
Vittorio Sgarbi (LaPresse)
Pubblicità

Carlo Brenner non ha avuto una vita facile fin dalla sua infanzia, come ha spesso manifestato parlando della sua natura di ‘figlio di’ Vittorio Sgarbi. La sua nascita è legata ad una relazione fra il critico d’arte e la stilista Patrizia Brenner, di cui il primogenito di Sgarbi porta il cognome. Tutto a causa dell’assenza del padre, con cui ha litigato in modo aspro alcuni anni fa al Maurizio Costanzo Show. A far infuriare Vittorio sono state le continue lodi di Carlo alla madre scomparsa, tanto che ha deciso di prendere parola prima di alzare i toni: “Non mi è mai stato simpatico mio figlio, oggi mi è stato piuttosto antipatico. Secondo te, Costanzo, io sono l’ultimo str°nz° e non conto nulla? Mia madre di qua, mia madre di là… Si è dimenticato di dire che io davo 11 milioni al mese alla famiglia di sua madre e a lui. Io ci sono. Tienti il nome di tua madre, se non ti piace il mio. Ho fatto bene a non dartela l’educazione. Sei perfetto così. L’educazione sono valori di merd@ di vecchi str°nz#. La famiglia è una merd@. L’educazione è orrore. Ringrazia il cielo. Io non te la volevo dare”. In passato però il critico ha rivelato di non aver riconosciuto subito Carlo per volontà di una donna in particolare: “Mia madre non voleva, si è messa in mezzo. Comunque, poi io, mio figlio, l’ho sempre mantenuto: davo a sua madre undici milioni di lire al mese. A dire la verità, speravo di cavarmela con cinque”, ha detto al settimanale Grazia.

Pubblicità

Carlo Brenner, figlio Vittorio Sgarbi: la morte della madre e…

La vita di Carlo Brenner avrebbe forse preso una piega diversa se alcuni anni fa, alla morte della madre Patrizia Brenner, avesse accettato l’invito del padre Vittorio Sgarbi a trasferirsi da lui a Roma. “Gli avrei fatto da padre e da madre, lui avrebbe avuto una vita bellissima. E invece ha preferito starsene a Varese con un badante. Adesso mi accusa di non essermi imposto. Io non posso impormi con nessuno: sono un uomo libero… Io avrei fatto la mia vita comunque. Non credo nella paternità. I figli sono delle madri. È la natura a dirlo. Una donna per fare un figlio ci mette nove mesi, un uomo dieci minuti…”, ha detto infatti a Grazia il critico d’arte diversi anni fa. Oggi, giovedì 7 novembre 2019, Vittorio Sgarbi sarà ospite di Rai 3 per la trasmissione A raccontare comincia tu, in prima serata. Si toccherà di certo l’argomento figli: i rapporti fra il critico e Carlo sono cambiati in tutti questi anni? Certo sono difficili da digerire certe affermazioni fatte da Sgarbi durante la passata ospitata al Maurizio Costanzo Show, l’ultima prima che il padrone di casa decidesse di mettere uno stop alla sua presenza nel salotto Mediaset. Frasi scottanti fra cui la sua versione dei fatti su come sarebbe nato il giovane Brenner: “Ho avuto tre figli senza aver voluto mai essere padre, è stata una mancanza di prudenza. Tua madre smise di prendere la pillola, senza dirmelo. Il quadro è molto complesso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità