Ciclista travolto e ucciso: arrestata 28enne/ Cervia, giovane morto a bordo strada

- Emanuela Longo

Cervia, ciclista travolto e ucciso da pirata della strada: identificata, è una donna 28enne. Ora dovrà rispondere di omicidio stradale

Turista investita e uccisa
Ambulanza (LaPresse, 2019)

Ennesima tragedia sulle strade italiane: nella notte tra sabato e domenica un giovane ciclista è stato travolto ed ucciso da un pirata della strada. E’ accaduto in via Malva Sud a Cervia, dove la vittima in sella alla sua bici è stata investita da un’auto pirata che però ha proseguito la sua corsa senza prestare soccorso. Il ciclista, come riferisce Ravenna24ore nell’edizione online, aveva appena 25 anni e a notare il suo corpo senza vita, all’alba di oggi, è stato un passante che ha così lanciato l’allarme. Quando gli operatori sono arrivati sul posto però, per lui era troppo tardi ed ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano. Ai soccorritori non è rimasto che decretarne il decesso. I carabinieri della compagnia di Cervia e Milano Marittima sono stati messi subito al corrente dell’episodio di sangue e si sono precipitati sul posto dell’incidente per tutti i controlli del caso. Da subito è iniziata la caccia al pirata della strada che si è conclusa solo nel pomeriggio, quando una giovane donna di 28 anni è stata fermata indiziata di essere stata al volante dell’auto che ha travolto ed ucciso il 25enne per poi scappare.

CICLISTA TRAVOLTO E UCCISO DA AUTO PIRATA: ARRESTATA DONNA 28ENNE

Al termine di una serie di indagini, i carabinieri sono riusciti a risalire all’autrice dell’incidente mortale a Cervia avvenuto la notte scorsa. Prima di individuare la colpevole, i carabinieri hanno ascoltato diverse persone che hanno reso possibile l’identificazione del pirata della strada. Secondo le indiscrezioni riprese dal quotidiano Repubblica.it, la 28enne avrebbe investito il ciclista, lasciandolo morire sul bordo della strada, e sarebbe fuggita senza prestare soccorso. L’auto avrebbe proseguito la sua corsa nonostante la bici della vittima fosse rimasta incastrata sotto al mezzo. Solo dopo diverse centinaia di metri sarebbe scena per disincastrare la bici e sarebbe quindi risalita in auto proseguendo il suo percorso. Ora la 28enne dovrà rispondere di reati gravissimi, dall’omicidio stradale all’omissione di soccorso e fuga da incidente con vittime. La sua posizione è attualmente al vaglio del pm di turno, Antonio Vincenzo Bartolozzi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA