REPORT/ Riassunto della puntata di ieri, domenica 21 novembre 2010 Finmeccanica e Lorenzo Cola

- La Redazione

Riassunto della puntata di ieri, domenica 21 novembre 2010

milenagabinelli_R400

Affari e politica, in un complicato intreccio di rapporti poco chiari, sono stati al centro della puntata di ieri di Report, il programma di inchieste giornalistiche che porta alla luce del sole gli intrighi che si celano spesso dietro i volti del potere italiano. La puntata di ieri è stata dedicata a Finmeccanica, uno dei più grandi colossi dellindustria italiana e a Lorenzo Cola, luomo del mistero. Arrestato dalla Procura di Roma con l’accusa di riciclaggio, era consulente economico di Pierfrancesco Guarguaglini (presidente e ad di Finmeccanica) e di sua moglie Marina Grossi, (amministratore delegato di Selex, controllata da Finmeccanica). Cola, del cui passato si conosce pochissimo, nel gruppo si occupava degli afari con gli Usa, e teneva rapporti con lesercito e la Cia. Secondo la magistratura, Cola era entrata in contatto con Gennaro Mokbel, uomo d’affari romano coinvolto nell’inchiesta su Telecom Italia Sparkle-Fastweb. Mokbel fece candidare Nicola Di Girolamo nelle liste pdl alle ultime politiche.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LARTICOLO E PER IL VIDEO DELLA PUNTATA DI IERI 

 
Di Girolamo fu arrestato a marzo e dopo alcuni mesi di carcere e dopo aver patteggiato la pena, confessò tutti i particolari della frode che la coppia Mokbel-Cola avevano messo in atto per acquisire un’importante azienda del gruppo Finmeccanica. In particolare, spiega Milena Gabanelli, «Stando a quello che nel ’96 avevano scoperto i magistrati, e oggi confermato dallo stesso Pacini Battaglia, il progetto è sempre lo stesso. Quello di creare società estere, riempirle di contratti e poi venderle ad un prezzo più alto del loro valore. Tre anni fa Finmeccanica acquista il 49 per cento della Digint, il 51% se lo stava prendendo il suo consulente Lorenzo Cola insieme al faccendiere Mokbel attraverso una piccola anonima lussemburghese». L’obiettivo consisteva nel «riempire questa società di contratti, ottenuti da Finemccanica, per poi rivenderla proprio a Finmeccanica e spartire la plusvalenza. Però, anche stavolta sono arrivati gli arresti. Adesso dal Carcere Lorenzo Cola sta cominciando a parlare».

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER  IL VIDEO DELLA PUNTATA DI IERI 

 CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA PUNTATA DI IERI 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori