VINCENZO CROCITTI/ Morto lattore comico di Carabinieri. E stato diretto da Monicelli in Un borghese piccolo piccolo

- La Redazione

Si è spento a 61 anni dopo una lunga malattia

crocitti_vincenzoR375
Vincenzo Crocitti
Pubblicità

E’ morto a Roma all’età di 61 anni, dopo una lunga malattia l’attore Vincenzo Crocitti. Aveva lavorato recentemente con Pupi Avati nel film “Una sconfinata giovinezza”, nelle sale cinematografiche  dal prossimo 8 ottobre. 2010. Ecco ciò che ha detto dell’attore il suo ultimo regista,  Pupi Avati. “A volte si dice di tanti che ci lasciano che era una brava persona, ma questa volta corrisponde alla realtà. Era un personaggio di una mitezza e una gentilezza estrema, nonché un grande caratterista in un cinema come quello italiano dove i caratteristi sembrano non servire più. Esploso negli anni ’80 se fosse nato 20 anni prima sarebbe stato uno dei nostri più grandi attori caratteristi. Resta per noi un grande interprete e una grande bella persona”.

Crocitti aveva comunque ritagliato anche parti importanti nel cinema italiano.

Dopo aver esordito infatti nel 1967 nel mondo del cinema con il musicarello "Nel sole", fece parte anche del cast televisivo "Orzowei" del 1976. Poi a 28 anni ecco l’interpretazione dell’amato figlio di Alberto Sordi in "Un borghese piccolo piccolo" del regista Mario Monicelli. Negli anni settanta e ottanta ha fatto parte del cast di numerosi film della commedia all’italiana.

 

Pubblicità

Poi dalla fine degli anni novanta ha partecipato a diverse produzioni televisive. Dal 1998 al 2007 è stato il dottor Mariano Valenti nella serie di Rai Uno. Un medico in famiglia. Dal 2002 al 2007 ha interpretato la parte del vicebrigadiere Vittorio Bordi nella fiction Carabinieri su Canale 5.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori