COTTO E MANGIATO/ Le ricette: zeppole di San Giuseppe per la festa del papà 2011. Dolci auguri in cunina. Da Facebook

Il tipico dolce della festa del papà. Le indicazioni per preparare queste frittelle, per festeggiare i papà italiani anche in cucina. Nelle due varianti: fritte e al forno

19.03.2011 - La Redazione
cottoemangiato_parodi2R400
Benedetta Parodi

Da Cotto e mangiato una tra le ricette di dolci tradizionali per la Festa del papà. Labbiamo attinta da Cotto e Mangiato pagina di Facebook, in cui davvero moltissimi utenti si scambiano consigli tra i fornelli, e vi proponiamo l’intera  ricetta. Quale modo migliore per festeggiare tutti i papà dItalia o tutti coloro che domani festeggiano lonomastico con auguri dolcissimi? Le zeppole per tradizione sono fritte, ma oggi esiste la variante al forno, in modo da evitare una buona dose di grassi e calorie. In ogni caso, per i vostri papà e i vostri mariti o compagni padri a loro volta, la ricorrenza è davvero speciale, quindi procedete pure alla variante fritta.

Le zeppole richiedono una preparazione abbastanza laboriosa, quindi potreste farvi aiutare dai vostri bambini per fare tutti insieme una bella sorpresa. La prima cosa da affrontare è la crema pasticcera, quindi va preparato limpasto delle zeppole: versate lacqua in un padellino dal fondo spesso, aggiungete sale e burro a pezzetti e portate lentamente ad ebollizione. Quando il burro è  sciolto e lacqua bolle, togliete il pentolino dal fuoco e versate al suo interno la farina tutta in una volta. fino ad amalgamare gli ingredienti e ottenere una palla compatta.

Ritagliate quadrati di carta forno che abbiano i lati di 8 cm, ponete il composto in una tasca da pasticcere munita di bocchetta a stella e spremete sopra ogni quadrato un dischetto di pasta del diametro di 5 cm che formerete con un movimento a spirale. Sul bordo esterno di ogni dischetto mettete un anello di pasta .

In un tegame dal bordo alto fate friggere olio di arachidi: lolio non deve essere bollente, deve friggere dolcemente permettendovi di rigirare le zeppole più volte perché si possano gonfiare uniformemente. Quando lolio avrà raggiunto la temperatura ideale, immergete non più di 2-3 zeppole ancora attaccate ai quadrati di carta forno sulle quali sono appoggiate; la carta si staccherà da sola dopo qualche secondo  e  potrete quindi toglierla dallolio servendovi di una pinza. Rigirate le zeppole più volte fino alla completa doratura (12)

Sgocciolatole con una schiumarola e ponetele a scolare su più fogli di carta assorbente da cucina. Quando avrete fritto tutte le zeppole, spremete la crema pasticcera al centro delle zeppole, aggiungete unamarena sciroppata sulla sommità, o una ciliegia candita e spargete lo zucchero a velo.

Per 15 zeppole: acqua 250 ml, burro 70 gr, farina 150 gr, limoni scorza grattugiata di 1 (per la crema pasticcera solo 3 tuorli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori