MIRACOLO NELLA 34MA STRADA/ Il film con la magia di Babbo Natale a New York. La trama

- La Redazione

La pellicola del 1994 è il rifacimento di un classico del 1947 e vede dietro la macchina da presa Les Mayfield. Nel cast: Richard Attenborough, Elizabeth Perkins, Dylan McDermott

Fotolia_telecomando_R439
Fotolia
Pubblicità

Atmosfera natalizia per tutta la famiglia per il film della prima serata di Canale 5. Questa sera, dalle 21.20, l’ammiraglia Mediaset trasmetterà il film di Natale Miracolo nella 34ma strada. La pellicola del 1994 è il rifacimento di un classico del 1947 con Doris Day e vede dietro la macchina da presa, Les Mayfield. Nel cast: Richard Attenborough, Elizabeth Perkins, Dylan McDermott, J.T. Walsh, James Remar, Jane Leeves, Mara Wilson, Joss Ackland, Ron Beattie, Simon Jones, William Windom, Robert Prosky, Joe Pentangelo. Il film racconta la storia di un Babbo Natale molto particolare. Tony, il Babbo Natale che inaugura i festeggiamenti natalizi dei grandi magazzini di Cole di New York, è ubriaco, e così viene sostituito in tutta fretta. L’idea è della dinamica direttrice del marketing, Dorey Walker che richiama in servizio il Babbo Natale licenziato poco tempo prima, l’anziano Kriss Kringle. Il buffo signore era già stato rimproverato aspramente da Dorey per la sua originale e curiosa condotta: il vecchino ha sempre sostenuto infatti di essere l’autentico Babbo Natale. Dopo la trionfale parate con la slitta e renne, Kringle intrattiene i bimbi da Cole ed è molto apprezzato dai piccoli, ma anche dai loro genitori. Il Babbo Natale non manca infatti di indirizzare i genitori in ristrettezze finanziarie in negozi dove possono comprare i giocattoli a prezzi inferiori.

Pubblicità

Il fatto dapprima sconcerta e fa andare su tutte le furie Dorey; poi, su suggerimento dell’amico Brian Bedford, avvocato e da sempre innamorato segretamente di lei, tenta di sfruttare la cosa come campagna pubblicitaria. Il fatto suscita un enorme successo e frotte di persone accorrono per far visita al Babbo Natale dei magazzini Cole. Anche la figlioletta di Dorey, Susan, è conquistata da Kriss, che le promette per Natale una nuova casa, un papà e un fratellino. Lamberg, il proprietario dei grandi magazzini concorrenti di Cole, è furente, e incarica i suoi promoter Jack Duff e Alberta Leonard, di ingaggiare Kringle. Il vecchino però rifiuta cortesemente e gli spietati promoter decidono di rovinarlo. 

Corrompono Tony perché provochi Kringle, che accusato addirittura di molestie ai bambini si avventa per colpirlo e viene arrestato. Scagionato dall’accusa di percosse, resta in una clinica perché si ostina a dire di essere Babbo Natale in persona e viene creduto matto. Il pubblico ministero Ed Collins, amico di Lamberg, nonché del giudice, cerca di ottenere l’interdizione dell’uomo. A quel punto toccherà a Dorey incoraggiata dalla piccola Susan, intervenire con Brian per scagionare il dolce Babbo Natale che, nel finale, farà una bella sorpresa a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori