IL SEGRETO/ L’esperto: “Le soap straniere sopperirscono alla mancanza di produzioni italiane”

- Armando Fumagalli, int. Armando Fumagalli

Il Segreto sta avendo un gran successo e i programmatori mediaset hanno deciso di spostarla in prima serata da dicembre. Armando Fumagalli ci aiuta a capire il perchè di questo spostamento

Mediaset_AssembleaR439
Infophoto
Pubblicità

I dati Auditel dellultimo periodo hanno registrato un calo di audience per quanto riguarda la programmazione Mediaset. Proprio in questa cornice potrebbe inserirsi la decisione del colosso televisivo di Cologno Monzese di effettuare dei cambi nel palinsesto, in primis per quanto riguarda la soap opera Il Segreto, da dicembre in prime time di domenica su Canale 5. Già da qualche tempo, si è deciso di proporre Tempesta damore in prima serata di domenica, oltre allappuntamento nella fascia pre serale durante la settimana. Può sembrare bizzarra lidea di mandare in onda la domenica sera in prime time una soap opera che in prevalenza si rivolge a un pubblico femminile.

Per capire meglio quali sono i fattori che influenzano le decisioni sulla programmazione dei palinsesti, abbiamo contattato il Prof. Armando Fumagalli, docente di semiotica dellUniversità Cattolica. Mediaset sta faticando con gli ascolti recentemente e ha molto ridotto la mole di produzioni di fiction. da un paio di anni che la quantità di produzioni originali italiane è in calo e perciò i palinsesti si devono riempire con prodotti dacquisto. Tempesta damore ha fatto buoni ascolti negli anni scorsi e questo potrebbe essere una buona mossa anche per quanto riguarda Il Segreto, dichiara Fumagalli.

La crisi sembra non aver risparmiato ne le case di produzione ne i network televisivi. I maggiori costi di spesa per le produzioni made in italy hanno avuto di conseguenza un impatto sulla programmazione televisiva. A proposito ricordiamo che i formati fiction e soap opera differiscono per numero di puntate, perciò quello che le case italiane non riescono a produrre, a causa dei costi elevati, viene colmato con lacquisto di prodotti stranieri, come in questo caso Il Segreto, che riescono a coprire lunghi archi di tempo allinterno dei palinsesti.

Pubblicità

Inoltre se vogliamo fare delle considerazioni per quanto riguarda i gusti del pubblico, le soap sono preferite rispetto alle produzioni americane. Le serie statunitensi hanno avuto in Italia uno scarso successo, in quanto considerate delle produzioni di nicchia. Nellimaginario italiano, forse solamente maschile, la domenica sera è immancabilmente caratterizzata dal grande calcio di serie A e in particolare dal posticipo delle 20.45.

Pubblicità

La sfida per il possesso del telecomando, il conflitto d’interessi generato dall’appartenenza ai due sessi, uomo e donna a tu per tu sul divano di casa a far valere le proprie ragioni: sono solo immagini evocate da un contrasto tra il successo di una Soap Opera come Il Segreto e il centenario appuntamento domenicale col calcio. “I programmatori oramai hanno rinunciato a pensare a dei programmi rivolti all’intera famiglia. Dando per scontato che l’uomo sia propenso a seguire il calcio, si è deciso di intervenire su un pubblico femminile per cercare di catturare esclusivamente la loro attenzione.” Stando ai dati auditel sembra che la nuova Soap spagnola abbia conquistato l’audience femminile durante le ore in cui viene trasmesso, ossia nei 50 minuti tra le 16 e le 17 da lunedì a venerdì, ma Fumagalli avverte: “è una produzione spagnola, il gusto degli iberici è abbastanza diverso dal nostro. Sono abbastanza basic, per ciò che riguarda l’aspetto romantico si avvicinano all’Italia ma la loro comicità è piuttosto volgare ed elementare. Il prodotto spagnolo fino ad ora non ha mai funzionato e il successo che ha avuto Il Segreto è qualcosa di insolito per la tv italiana. Vedremo come reagirà il pubblico quando la soap verrà proposta in prime time.”

(Mattia Baglioni)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori