SERVIZIO PUBBLICO/ Non va in onda il 14 e il 21 febbraio: al suo posto Bersaglio Mobile con Enrico Mentana

- La Redazione

Come annunciato nel corso della puntata della scorsa settimana, Servizio Pubblico (inizialmente previsto per la prima serata di oggi) non andrà in onda né stasera né settimana prossima

Santoro_NeroR439
Michele Santoro (Infophoto)

Come annunciato nel corso della puntata della scorsa settimana, Servizio Pubblico (inizialmente previsto per la prima serata di oggi, giovedì 14 febbraio 2013) non andrà in onda né stasera, né giovedì prossimo (il 21 febbraio). Michele Santoro preferisce dunque evitare di intervenire nella campagna elettorale ormai nel vivo da settimane che ci sta traghettando verso le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, ma ovviamente avrebbe dovuto anche fare i conti con la con concomitanza con la terza serata del Festival di Sanremo 2013, in onda questa sera in diretta dal Teatro Ariston. Ecco che allora La 7 corre ai ripari e propone una nuova puntata di Bersaglio Mobile, programma di approfondimento politico condotto dal direttore del Tg La7 Enrico Mentana, che questa sera, nellappuntamento intitolato Il caso Grillo, approfondirà il cosiddetto boom di Beppe Grillo e la costante crescita del suo Movimento Cinque Stelle, rilevata dai più recenti sondaggi politici, che sta mettendo in serie difficoltà tutti gli avversari di queste imminenti elezioni.

Lo stesso Michele Santoro, nel corso dellultima puntata di Servizio Pubblico andata in onda giovedì 7 febbraio, prima di annunciare che la trasmissione non sarebbe andata in onda per due settimane, aveva riservato duri commenti allex comico genovese, oggi leader del Movimento 5 Stelle: Caro Grillo Pound, detto Beppe – aveva esordito il conduttore – è bastato un servizio di Giulia Innocenzi sui debiti del Comune di Parma per farti vedere più stelle di quelle che vedi normalmente. Sei contro il capitalismo – aveva poi continuato Santoro – e infatti grazie alle tue battaglie contro il capitalismo non hai mai guadagnato niente e sei costretto a vivere nei cartoni assieme al tuo fratellino Casaleggio. Il problema è che non si capisce se scherzi o meno. La tua forza è la satira. Ma chi non vede le qualità degli altri non è un leader. Un comico può anche non vederle. Santoro, infine, aveva affermato di non aver né condiviso, né ostacolato la scelta di Sandro Ruotolo di candidarsi alle prossime elezioni.

In conclusione, aveva infine fatto sapere che nelle due settimane successive Servizio Pubblico non sarebbe andato in onda: “Queste elezioni sono delicate – aveva commentato – e la mia arma fondamentale per la campagna elettorale è il voto che darò”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori