CHI L’HA VISTO?/ Il legame tra i casi di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori. Puntata del 17 aprile 2013

- La Redazione

Ieri sera, mercoledì 17 aprile, a Chi l’ha visto? sono stati trattati i casi, ancora irrisolti, di Choara Poggi, Sarah Scazzi, Elisa Claps, Emanuela Orlandi e molti altri

Sciarelli_chilhavistoR439
Federica Sciarelli, (Chi l'ha visto?)

La puntata di mercoledì 17 aprile della trasmissione Chi lha visto? condotta da Federica Sciarelli si occupa di vari casi ancora irrisolti che hanno presentato nel corso dellultima settimana alcune novità e in particolare del processo sull’omicidio di Chiara Poggi, sulla scomparsa di Antonello Patti, su Emanuela Orlandi, sul processo Claps, sul processo di Avetrana, sulla scomparsa di Marianna Cedron, quella di Paolo Babboni, sulla morte di Lopresti e sulla morte del pensionato di Udine ucciso dalle due quindicenni. Si parte dal cosiddetto omicidio di Garlasco che ha visto la morte della giovane Chiara Poggi. Come noto ludienza per il processo dappello è stata rinviata. In trasmissione interviene la madre di Chiara che auspica come lappello si palesi in maniera differente rispetto al primo grado. Il principale imputato è Alberto Stasi, allepoca della strage fidanzato di Chiara Poggi. Nel corso della trasmissione viene ripercorso tutto il ragionamento che ha portato laccusa a indicare proprio in Alberto Stasi lassassino di Chiara. In pratica questultima nelle settimane che hanno preceduto la data della sua morte avrebbe scoperto quello che viene definito nella ricostruzione il vizietto di Alberto ed ossia in buona sostanza in una pen drive usb, aveva memorizzato diversi video pornografici e in particolar modo si tratterebbe di pedopornografica. Secondo laccusa sarebbe questo il movente che avrebbe spinto Stasi a zittire per sempre la fidanzata probabilmente pronta a denunciarlo alle opportune autorità. Inoltre, secondo laccusa è evidente come lassoluzione avvenuta in primo grado sia un errore in quanto ci sono diversi aspetti che fanno pensare come Stasi fosse presente quel 13 agosto nellappartamento dove è stato trovato il corpo senza vita di Chiara. Infatti, non essendoci segni di infrazione per entrare allinterno dellambiente domestico, risulta molto più che plausibile pensare che lassassino fosse una persona di conoscenza della vittima. Per il momento, come già accennato precedentemente, la notizia è che ludienza è stata rinviata. Il secondo caso trattato riguarda la scomparsa di Antonello Patti. Antonello Patti è un siciliano che allepoca della scomparsa, avvenuta quasi venti anni fa, si trovava nella città natale di Palermo e stava lavorando come comparsa in un film di un certo spessore internazionale intitolato Dimenticare Palermo. Ci sono tantissime ipotesi sulla sua misteriosa sparizione che viene raccontata in maniera piuttosto dettagliata dalla mamma di Antonello. Antonello grazie a un gioco di sguardi neanche troppo velati aveva avuto durante le riprese del film un flirt con una famosa attrice americana, Mimì Rogers nota anche per essere stata la prima moglie di Tom Cruise. Di questo presunto flirt come viene mostrato nel servizio, ne parlarono anche i giornali scandalistici dellepoca. Comunque per una curiosa coincidenza, dal giorno in cui terminarono le riprese a Palermo del film si sono perse le tracce di Antonello con diverse piste che sono ancora in piedi a giustificare la scomparsa come ad esempio quello di aver avuto paura di ammettere un fallimento nel mondo del cinema e nella supposta storia damore con la Rogers. Si passa quindi a parlare del caso di Emanuele Orlandi e nello specifico di una lettera fatta recapitare ad Antonietta Gregori e che sembra essere del tutto simile a quella ricevuta dalla famiglia della stessa Emanuela Orlandi. La redazione di Chi lha visto? sta cercando di analizzare dettagliatamente cosa i mandanti vogliano far capire con questa missiva, il cui contenuto non pare avere un significato di senso compiuto. Certamente nella ricostruzione proposta ci sono degli evidenti indizi che riportano a una possibile correlazione tra la scomparsa della Orlandi e il Vaticano. Insomma, per il momento resta un mistero molto difficile da decifrare anche per i tanti anni che sono passati da quando sono accaduti i fatti. Si passa a parlare del processo relativo allomicidio di Avetrana con la morte di Sarah Scazzi. In questi giorno è tornato a far sentire la propria voce e le proprie verità Michele Misseri che continua a dichiararsi colpevole. Oltre che palesare una nuova versione dei fatti data dal fatto di aver sofferto dei vuoti di memoria in precedenza, prevede una condanna per la figlia Sabrina e la moglie Cosima per poi essere assolte in Cassazione. Misseri poi aggiunge di non aver nessuna fiducia nella giustizia palesando come spesso nei giorni scorsi si era recato in campagna con lintento di uccidersi ingerendo del veleno. Si passa a prendere in considerazione il caso della scomparsa dellitalo-argentino Paolo Babboni avvenuta nei pressi di Pietrasanta quasi sei anni fa. La famiglia è convinta che lui non sia più reperibile giacché abbia perso la memoria e in ragione di ciò esorta le autorità italiane affinché riprendano in considerazione questo caso archiviato ben quattro anni fa. La famiglia inoltre, vorrebbe rientrare in possesso del notebook che apparteneva a Paolo e che risulta ancora in mano alla polizia. Piccola finestra anche sul processo per lomicidio di Elisa Claps che in questi giorni è andato in scena al Tribunale di Salerno. Parla la mamma di Elisa, Filomena che evidenzia come nel momento della lettura delle lettera scritta da Restivo, limputato, nella quale si augura che la giustizia faccia emergere la verità trovando il vero assassino di Elisa, lei sia uscita perché sono solo idiozie giacché per lei è certo che sia stato lui a uccidere la figlia e non si darà pace fino a che non sarà fatta giustizia. 

Altra piccola finestra sull’omicidio del fotografo Daniele Lopresti ucciso a Roma. Viene ricostruito alcune fasi salienti di quel tragico giorno in cui venne ucciso e la mamma chiede che venga fatta giustizia per assicurare alla legge il colpevole di questo vile atto. Intanto, si infittisce il mistero sulla morte del pensionato di 66 anni di Udine, Mirco Sacher ucciso da due adolescenti che secondo le loro confessioni, si sarebbero difese per un tentativo dell’anziano di violentarle. Tuttavia le cose non sono così fluide c’è chi parla di un tentativo da parte delle due di assicurarsi qualcosa come 150 mila euro ed ossia i risparmi di una vita che l’anziano aveva messo da parte. Ad aumentare i dubbi ci sarebbero delle immagini in cui una delle due adolescenti avrebbe addosso il maglione di Sacher, cosa piuttosto strana se qualche minuto prima lo stesso uomo aveva tentato di violentarle. La trasmissione si chiude con le novità sulla scomparsa di Marianna Cendron che stando ad alcune segnalazioni giunte in redazione, sarebbe andata via di casa di propria spontanea volontà.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori