CHI L’HA VISTO?/ Tutte le novità sulla scomparsa di Roberta Ragusa e sul caso Emanuela Orlandi. Puntata 12 giugno 2013

- La Redazione

Dopo la pausa della settimana scorsa, è andata in onda ieri sera una nuova attesa puntata di “Chi l’ha visto?”, con importanti novità sui casi più seguiti dalla trasmissione.

Sciarelli_chilhavistoR439
Federica Sciarelli, (Chi l'ha visto?)

Dopo la pausa della settimana scorsa, è andata in onda ieri sera una nuova attesa puntata di “Chi l’ha visto?”, condotto come sempre da Federica Sciarelli, con importanti novità sui casi più seguiti dalla trasmissione. Si inizia a parlare della scomparsa di Roberta Ragusa, con il procuratore capo che rivela l’esistenza di una nuova testimone, ma ampio spazio viene dato anche alle novità riguardanti il caso di Denise Pipitone. A seguire, la trasmissione torna a parlare della morte del piccolo Josè Garramon, collegato alla sparizione di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori. In studio è presente la madre, arrivata dall’Argentina per un importante colloquio con gli inquirenti, in seguito alle ultime dichiarazioni di Marco Accetti, sulle quali ci sono ancora molti dubbi. L’uomo fu condannato per omicidio colposo per aver investito il bambino, ma ancora non si è scoperto come il piccolo sia arrivato sulla strada per Ostia. Si cerca inoltre di capire se Accetti conoscesse già il piccolo o abbia avuto modo di incontrarlo in precedenza. Ci si chiede quindi se la sua foto sia stata mostrata ai compagni di classe di allora. Interviene in trasmissione la fidanzatina del tempo, Francesca, che dichiara di non essere stata mai interrogata, insieme a un compagno di classe che invece non ricorda quanto accaduto. Viene quindi rivolto un appello a tutti coloro che allora erano bambini e che oggi potrebbero portare alla luce dettagli fondamentali. Una importante rivelazione viene fatta invece da Martha Garcia, al tempo collaboratrice domestica della famiglia Garramon: la donna ricorda che i giorni precedenti alla morte, il bambino scoppiava spesso a piangere tra le braccia della mamma, ma cosa ancor più importante riconosce Marco Accetti in una foto diversa da quelle che le furono mostrate all’epoca, dicendo di riconoscerlo in un uomo che aveva bussato alla porta di casa dicendo di dover consegnare delle fotografie dei bambini. La donna si era rifiutata di prenderle, non avendo ricevuto comunicazioni in merito, ma alla luce delle nuove scoperte questo fatto assume una connotazione importante. La trasmissione si occupa inoltre del caso di Marcella Pacciarella, risalente al luglio 2007: in studio sono ospiti i figli che, delusi e arrabbiati, hanno ricevuto la comunicazione dell’archiviazione del caso sulla morte della madre, giudicata un suicidio. I figli continuano a ribadire che non può trattarsi di un suicidio, conoscendo la donna e soprattutto alla luce di quanto accaduto. Il corpo della signora Pacciarella, infatti, venne trovato nel cortile dopo essere precipitato dalla terrazza dello stabile in cui viveva da sola. Fu l’autopsia a rivelare che sulla testa e su tutto il corpo erano presenti dei segni evidenti di colpi ricevuti, cosa che fece pensare a un’aggressione. A queste supposizioni si aggiunsero poi altri fatti, come il nastro adesivo, trovato dai dirimpettai di pianerottolo della donna, sullo spioncino della porta, come se qualcuno volesse impedire la visuale. La signora del piano inferiore, inoltre, trovò una lettera sotto la porta che la invitava a guardare nella cassetta della posta: lì trovò una fotografia con 50 euro da parte della signora Pacciarella. Quando provarono a bussare alla sua porta, sentirono chiaramente dei rumori e dei passi all’interno. Per l’omicidio venne indagato un vicino di casa, ma il caso è stato poi archiviato perché la Procura non ha mai avuto ulteriori elementi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori