LA GUERRA DEI VENTANNI/ Lo scontro finale. Speciale sul processo Ruby a Berlusconi. 20 giugno 2013

- La Redazione

Questa sera su Rete 4 andrà in onda lo speciale del Tg4 dal titolo La guerra dei vent’anni: a pochi giorni dalla sentenza di primo grado verranno ripercorse tutte le tappe del processo Ruby

Berlusconi_2_439x302
Silvio Berlusconi (Infophoto)

Silvio Berlusconi e i suoi guai giudiziari parte seconda. Questa sera, giovedì 20 giugno 2013, su Rete 4 alle ore 21.10 andrà in onda lo speciale Tg4 dal titolo La guerra dei ventanni: lo scontro finale. Dopo la prima parte su Canale 5, andata in onda un mese con lintervista a Ruby, al secolo Karima El Mahroug, e al diretto interessato, Silvio Berlusconi, Mediaset torna sulla spinosa e delicata vicenda che vede il Cavaliere entrare e uscire dalle aule dei tribunali da un ventennio.

A maggio la trasmissione dal titolo Ruby, ultimo atto è stata più che altro una ricostruzione televisiva dei fatti di cronaca, suscitando lira del popolo di twitter che si scatenò (i commenti nei confronti del programma non sono stati positivi, anzi) mentre lo speciale di questa sera intitolata La guerra dei ventanni: lo scontro finale ripercorrerà, a pochi giorni dalla sentenza di primo grado, tutte le tappe del processo Ruby, confrontando attraverso audio originali e testimonianze dirette le tesi dell’accusa con le prove presentate dalla difesa.

L’obiettivo è infatti quello di riepilogare tutta la vicenda giudiziaria per chiarire ai telespettatori tutte le fasi del percorso giudiziario, senza tralasciare neppure il minimo particolare: dal rinvio a giudizio alle arringhe finali, cosicchè si possano fare una loro opinione.

La vera sfida dello speciale in onda sulle reti Mediaset è quella di cercare di rispondere alla domanda che oggi divide l’opinione pubblica: gli elementi in mano ai giudici in realtà accusano o scagionano l’ex Presidente del Consiglio?

Il Paese è spaccato: c’è chi pensa che Silvio Berlusconi sia un “perseguitato” e chi, invece, lo ritiene colpevole e per questo è giusto che debba pagare. Rete 4, dunque, darà la possibilità alle persone che non hanno presente tutta l’intricata vicenda giudiziaria del Cavaliere di provare a capirne di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori