MISS ITALIA/ Boldrini: la Rai fa bene a non mandare in onda il concorso

Il presidente della Camera Laura Boldrini si congratula con la Rai per aver deciso di non trasmettere quest’anno il concorso di Miss Italia. Ecco cosa ha detto al proposito

15.07.2013 - La Redazione
lauraboldrini_ppianoR439
Laura Boldrini (Infophoto)

Dopo venticinque anni di trasmissioni in diretta, quest’anno la Rai non manderà in onda il concorso di Miss Italia. La notizia si sapeva già da tempo: il contratto, scaduto nel 2012, non è infatti stato rinnovato. Una decisione presa polemicamente dagli organizzatori del concorso che parlano di scelta che costerà molti soldi alla televisione di stato. E’ invece soddisfatta di questa scelta il presidente della Camera Laura Boldrini che parlando a Milano in un convegno presso la Camera del Lavoro, ha ringraziato il presidente Tarantola per aver deciso in questo modo. E’ una scelta moderna e civile, ha detto. Il convegno riguardava proprio immagine e potere e la condizione della donna. Per Laura Boldrini oggi solo il 2% delle donne in televisione  può esprimere pareri, il resto è muto oppure svestito. Un chiaro riferimento all’uso della donna come oggetto di interesse puramente fisico che concorsi come Miss Italia per alcuni impongono. “Le ragazze italiane debbono poter andare in tv senza sfilare con un numero. Hanno altri talenti” ha detto ancora. Questa decisione, ha detto infine, è solo l’inizio: l’augurio è che faccia da calamita per tutte le altre tv e network televisivi. Ovviamente dichiarazioni molto forti che non macheranno di suscitare polemiche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori