VINCENZO CERAMI/ Last Cop non va in onda, Rai Uno ripropone La vita è bella

- La Redazione

Su Rai Uno al posto delle due puntate in prima tv di Last Cop – Lultimo sbirro andrà in onda La vita è bella, per omaggiare Vincenzo Cerami, morto oggi a Roma

benigni_r439
Roberto Benigni
Pubblicità

Rai Uno ha deciso di cambiare la programmazione di questa sera, mercoledì 17 luglio, per rendere omaggio a Vincenzo Cerami, lo scrittore e sceneggiatore italiano morto oggi, a 72 anni, dopo una lunga malattia. Sulla prima rete non verranno più trasmessi i nuovi episodi della serie Last Cop – L’ultimo sbirro, ma verrà mandato in onda il film La vita è bella, per cui fu candidato all’Oscar per la miglior sceneggiatura originale nel 1999. Ad annunciare il cambio di programmazione è stato Giancarlo Leone, direttore di Rai Uno, con un semplice tweet: Vincenzo Cerami. Riproponiamo su @RaiUno stasera il suo capolavoro – insieme a Benigni – La Vita è bella. Cresciuto a Ciampino, Vincenzo Cerami è stato allievo di Pier Paolo Pasolini, suo insegnante alle scuole medie, di cui è stato assistente alla regia in Uccellacci e uccellini, con Totò e Ninetto Davoli. Nel 1976 ha pubblicato il suo primo romanzo Un borghese piccolo piccolo, diventato un celebre film di Mario Monicelli con Alberto Sordi. Con Roberto Benigni ha scritto, oltre a La vita è bella, Il piccolo diavolo, Il mostro, Johnny Stecchino, Pinocchio e La tigre e la neve

Pubblicità

Lo scorso 14 giugno Vincenzo Cerami ha ricevuto il David Speciale alla carriera assegnato dall’Accademia del cinema italiano. Nicola Piovani e Roberto Benigni hanno ritirato il premio che il grande sceneggiatore non ha potuto ricevere. Aver conosciuto Cerami è stato un regalo che qualcuno mi ha fatto e non so chi sia. Come mi piaceva stare insieme a lui! Gli ho voluto un bene che non c’è verso dirlo. Scrittore, rugbista, sceneggiatore, ballerino di twist imbattibile, poeta. Mi ha insegnato come si fa a far battere il cuore alla gente. Che bellezza essergli stato amico. Che regalo! Grazie Vincenzo, per te il mio più bel sorriso, così Benigni ha ricordato l’amico di una vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori