MISTERO – ITALIA 1/ Adam Kadmon: Michael Jackson perseguitato dagli illuminati? Puntata 30 gennaio 2014

- La Redazione

Ieri sera su Italia 1 è andata in onda un nuovo appuntamento con Mistero. Adam Kadmon ha parlato degli alieni e della persecuzione degli illuminati a Michael Jackson

mistero-cast
mistero adventure
Pubblicità

andata in onda ieri sera la terza puntata di questa nuova stagione di Mistero. Anche questo appuntamento è stato ricco di suspense, coinvolgendo i telespettatori in storie al limite del paranormale, con i servizi curati dai diversi inviati della trasmissione. Dopo il consueto prologo a cura di Adam Kadmon, che ieri sera ha voluto darci la certezza circa l’esistenza degli alieni, la puntata è proseguita con un tema decisamente più “terrestre”, quello del rischio sismico che interessa il sud dell’Italia. Il servizio è stato curato da Clemente Russo, che è andato a intervistare un esperto di sismologia. Quest’ultimo ha preannunciato l’arrivo di una forte scossa che colpirebbe la Campania e la Calabria entro i prossimi due anni, pericolo a cui si aggiungerebbe l’attività dei vulcani, primo fra tutti il Vesuvio. A tutti questi rischi, ovviamente, non siamo per nulla preparati. Lasciato da parte il tema delle catastrofi nel Sud della nostra penisola, troviamo Marco Berry indagare sul caso di Celeste Orbetelli, un fioraio residente nel paesino di San Bonico, nei pressi di Piacenza, che avrebbe visto la Madonna. Diverse sono le persone che lo seguono e che lo accompagnano nei momenti delle visioni, recitando preghiere insieme a lui. Uno di loro è Adamo, che ha parlato direttamente con Berry e gli ha raccontato di come, mentre Celeste vede la Madonna, a lui capita di vedere gli angeli; e questa è una cosa che gli accade ormai da molti anni. L’opinione ufficiale della Chiesa riguardo alle visioni di Celeste è tuttavia negativa, tanto che il vescovo si è espresso molto chiaramente nei suoi confronti e ha invitato le persone a non seguirlo nelle apparizioni. Chiuso anche questo argomento, la parola è stata lasciata di nuovo a Kadmon, che è tornato a occuparsi di alieni. La sua teoria è che questi ultimi avranno il sopravvento su di noi e resteranno a vivere sulla terra. Arriva poi il momento di parlare di cronaca. Ieri era la giornata in cui si aspettava la sentenza sulla condanna a Raffaele Sollecito e Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher. Ebbene, lo staff di Mistero si è occupato del caso ripercorrendo l’intera vicenda e andando a parlare con alcuni testimoni. Insieme a Jane Alexander si è partiti dunque dall’accusa iniziale a Patrick Lumumba da parte di Meredith, la quale poi, come ha spiegato ai microfoni di Mistero l’avvocato dell’uomo, si sarebbe tradita con le sue stesse affermazioni, lasciando intendere indirettamente di essere stata nella casa nell’omicidio quella sera. E poi ci sono i dubbi riguardo all’incarcerazione di Guede. Ci si chiede, nello specifico, come mai il ragazzo sia stato ritenuto subito colpevole, mentre quelli che avrebbero dovuto essere i suoi complici continuano a subire condanne che poi vengono annullate. In sostanza, la domanda che viene da queste contraddizioni è se la giustizia abbia commesso qualche errore. Detto questo, ecco un testimone, un uomo che gestisce un bar e che ha raccontato di aver visto Amanda in un orario insolito passare davanti al suo locale la mattina presto. Oltre a lui c’è anche un clochard che è considerato testimone chiave perché vide Amanda e Raffaele insieme guardare da lontano verso la casa di Meredith, come per controllare qualcosa. Dall’omicidio di Meredith si torna di nuovo a parlare di alieni e questa volta a fare notizia è il ritrovamento di quello che sembrava un cadavere di alieno. Il rinvenimento è avvenuto a Long Island ma a giudicare dalle foto e dalle parole dei veterinari professionisti, sembrerebbe proprio trattarsi di un procione. frequente infatti che i cadaveri di animali vengano scambiati per corpi alieni, specie quando si tratta di specie poco conosciute, come ad esempio il caso del bradipo tridattilo, protagonista di un altro supposto avvistamento extraterrestre. Con Daniele Bossari ed Elenoire Casalegno si passa a parlare di quella che viene definita pittura medianica, in compagnia di Florencio, un esperto di questa pratica. Lo scopo è quello di dimostrare come alcuni pittori possano realizzare le proprie opere ispirandosi ad artisti del passato, come il grande Renoir ad esempio. Entrando in contatto con questi artisti, infatti, si viene guidati direttamente da loro e non c’è bisogno neanche di pensare a cosa si sta dipingendo perché viene quasi in automatico. Lo stesso Florencio racconta di non ricordare cosa accada esattamente durante questi contatti, come se entrasse in un vero e proprio stato di incoscienza. La storia successiva è quella del furto avvenuto in una chiesa abruzzese ai danni della reliquia di Giovanni Paolo II. Potrebbe esserci un coinvolgimento particolare in questo crimine? Potrebbe essere in qualche modo collegato al satanismo? Daniele Bossari si è recato sul posto per cercare di approfondire questa storia riuscendo a parlare con il sacrestano. Nessuno li riesce a dare una spiegazione plausibile a questo furto ma ci si augura in ogni caso che chi ha preso la reliquia voglia restituirla in un modo o nell’altro, anche evitando di rivelare la sua identità. Per parlare di attrazioni fatali, Rachele Restivo ha voluto scomodare questa settimana direttamente i reali d’Inghilterra. Si è fatto riferimento infatti nel suo servizio alla storia del principe Carlo, di Diana e di Camilla, del matrimonio reale e della nascita di William, fino ad arrivare al divorzio e alla morte di Lady D. Dopo la parentesi inerente il contest organizzato da Mistero per la ricerca di nuovi inviati per il programma, in finale di trasmissione Adam Kadmon ha esposto al pubblico la sua teoria secondo cui Michael Jackson sarebbe stato perseguitato addirittura dagli illuminati e questo farebbe luce sulla sua morte.

Pubblicità

Scatta questa sera, alle ore 21.10 su Italia 1, una nuova puntata di Mistero. Nel corso del terzo appuntamento stagionale, facendo base sempre sul piroscafo Patria, la squadra formata dal misterioso (appunto) Adam Kadmon, Marco Berry, Daniele Bossari, Andrea G. Pinketts, Elenoire Casalegno, Jane Alexander e Clemente Russo, tratterà diversi enigmi, tra i quali il caso della reliquia di Giovanni Paolo II (Papa Woityla), recentemente trafugata. In più ecco Adam Kadmon indagare sulla (presunta?) morte di Michael Jackson. Il più grande mistero del re del pop, ovvero quello che gravita intorno alla sua scomparsa, starebbe per essere svelato. Ricordiamo infine come, per chi volesse rimanere sempre aggiornato con i contenuti del programma, il format si anche su Facebook e Twitter, dove vengono costantemente postate foto e notizie circa le messe in onda future. 

Pubblicità

Intanto Claudio Cavalli, produttore del programma, ha lanciato su Facebook un appello: “Ragazzi non abbandonateci proprio ora. Dobbiamo risalire la china. All’appello mancano almeno 500mila telespettatori. Noi ci metteremo il nostro per recuperarli ma anche voi aiutateci a farli tornare. Il produttore. Giovedì 30 gennaio ore 21.15 Italia 1 vi aspettiamo. C.C.”. Settimana scorsa Mistero è stato visto da 1,3 milioni di italiani e c’è da dire che la concorrenza è molto agguerita se si pensa che giovedì sera vanno in onda Don Matteo 9 e Servizio pubblico. Attraverso il sito Tvblog, lo stesso Cavalli ha anche mandato un messaggio per rispondere ad alcune critiche: “Voi da casa guardate e criticate, però non siete a conoscenza di molti condizionamenti che noi abbiamo: in primis il budget. In secondo luogo, il tempo: è ovvio che se ti fanno partire una produzione un mese e mezzo prima, poi devi correre. A volte magari fai degli sbagli che non vorresti fareTutte queste cose voi non le sapete e prima di fare delle critiche anche fin troppo spietate, dovreste forse pensarci un pochino di più. Volevo anche sottolineare un altro punto che mi sta a cuore: quale altro programma ha parlato in Italia di signoraggio, di Illuminati e di Ustica, tanto per fare qualche esempio? Nessuno ne aveva mai avuto il coraggio. Noi labbiamo fatto, non siamo stati censurati. Tutti gli altri sono arrivati dopo di noi a trattare questi temi. E poi vorrei aggiungere unultima cosa: gli alieni esistono e sono tra noi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori