LE IENE / Puntata 8 ottobre 2014, i servizi: Gigi Buffon e le spese condominiali non pagate, video

- La Redazione

Le Iene Show, anticipazioni 8 ottobre 2014: un nuovo appuntamento ci aspetta stasera, alle 21.10 su Italia 1, con Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa. Ecco di cosa si parlerà.

Le-iene-2014_R439
Ilary Blasi e Teo Mammucari

Nella puntata di mercoledì 8 ottobre delle Iene il moralizzatore Filippo Roma ha fatto visita a Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e della Nazionale Italiana. La iena è stata conttata da un condomino del comprensorio in Costa Azzurra dove Buffoni ha tre case: i condimini chiedono al portiere di pagare 32.000 di euro di spese condominiale arretrate, degli utlimi due anni. Buffon risponde che c’è una causa in corso, ma Filippo Roma gli fa notare che il tribunale di Nizza ha condannato la società immobiliare di Buffon a pagare queste spese condominiala. Buffon scherza sul fatto che andrà in galera e che pagherà quando sarà giusto. Filippo Roma gli ricorda che la sentanza è di un anno fa: “Io non seguo queste cose, lo fanno i miei avvocati, quelli che seguono la mia società”, risponde il portiere che alla fine stizzito si lamenta che la iena gli stia facendo la morale. Alla fine Buffon ha saldato il debito. 

I due conduttori entrano in studio a suon di musica. Si tengono stretti e ballano, iniziando poi a parlare di Juventus-Roma, vero argomento della settimana italiana. Mammucari scherza con la Blasi, dicendo che la moglie di Agnelli urlava, non a torto, che Totti ha le corna. Golia si occupa del primo servizio, affrontando una famiglia inferocita perché truffata da un parente. Si tratta di un tal Fabrizio De Angelis, che sosteneva d’avere rapporti con la Banca d’Italia. Alla famiglia è costato più di 900mila euro. L’uomo non ha ovviamente alcun rapporto, e quando Golia lo incontra per dirgli che ha mandato in bancarotta una famiglia, lui nega tutto e attacca il programma. Il moralizzatore va a disturbare Buffon. Nulla che riguardi il calcio o la sua tanto chiacchierata vita privata. Il portiere della Juve e della nazionale non ha pagato delle spese condominiali di alcune case in Costa Azzurra. Buffon non si scompone e dice che pagherà quando dovrà, ma alla fine si innervosisce per i modi della iena. Tutto va per il meglio poi, con il giocatore che paga il dovuto. Casciari si occupa di un caso alquanto datato, già affrontato in un paio d’occasioni. Una famiglia si è appropriata di una strada, montando due cancelli nel cuore della notte, chiudendo il vicolo e rendendolo uno spazio privato antistante l’abitazione. I lavori erano abusivi e finalmente i cancelli sono stati rimossi dal comune. La famiglia però è tutt’altro che pronta ad arrendersi. Per lasciare un segno nella strada, continuando a occuparla, ha deciso di cementare dei vasi, evitando così il passaggio. Si torna a scherzare con Pulcini, una comparsa che ha il compito di rovinare svariate scene di film italiani. In questo caso abbiamo a che fare con La gente che sta bene, Colpi di fortuna e Miradiori Lunapark. Il mondo della chirurgia estetica illegale è sempre più vivo in Italia. Nel nostro Paese è illegale utilizzare silicone liquido, ma la Ruggeri scova un chirugo che lavora illegalmente con questo prodotto da ormai 30 anni. Nel servizio parlando anche alcune donne rovinate da tale pratica. La protagonista racconta anche di aver tentato il suicidio. Particolare intervista singola a Luna Grillo, figlia del celebre Beppe Grillo. La ragazza ammette che sia dura portar equesto cognome, ed essere la figlia di suo padre. Come lavoro fa la cantante, ma non ha mai guadagnato tanto, non andando oltre i 50 euro a esibizione. Non è ricca, ma suo padre l’ha aiutata spesso economicamente. E’ tirchio però, da stereotipo genovese. Ha ammesso inoltre d’aver usato droghe, e che suo padre non si è arrabbiato. Agresti è stato contattato da Alessandro, che racconta come un odontotecnico abbia offerto un lavoro a sua moglie nell’Enel in cambio di duemila euro. L’incontro successivo viene documentato con telecamera nascosta. Anche Agresti è presente, e l’uomo ammette il tutto e d’aver operato per un’altra persona, rivelando che il lavoro non esiste. Si torna a parlare della papalina. Si tratta di quella che il papa ha donato a un’aspirante iena, e che lo show ha messo all’asta per dare i proventi in beneficienza. Sono stati raccolti 90mila euro, questa l’offerta più alta registrata. Peccato però che tutti abbiano ritirato le proprie offerte, creando un vero e proprio caso. In studio si scherza sul fatto che Jagger e Monti abbiano la stessa età. I due sono decisamente differenti, ma per Teo forse è Monti a far uso di droghe, e non il leader dei Rolling Stones. Viviani guarda al futuro, intervistando un uomo che da tempo ormai lavora a un progetto per realizzare una nuova automobile, che possa andare ad acqua. In pratica l’idrogeno inserito verrebbe subito combusto, consentendo così di superare la dipendenza dal petrolio. Pelazza si occupa di errori bancari, che sono costati molti cari ad Antonio, la vittima che ha contattato le iene. In pratica lui ha chiesto un prestito alla sua banca, con cessione del quinto, e ora ha degli interessi pari a 24mila euro. Non è il solo. Infatti la iena scova anche altre vittime. Filippo Roma vorrebbe affrontare un caso spinoso con Tavecchio, al quale ricorda d’aver scelto Conte come ct, nonostante la condanna nel caso calcio scommesse, ma d’aver allo stesso tempo punito delle società di Lega Pro perché coinvolte nello scandalo. Tavecchio ritiene la polemica inutile e fa malmenare la iena dalle sue guardie del corpo. Parlando direttamente con Conte, Roma fa notare come la promozione col Siena, incriminata, non compaia sul suo curriculum sul sito della Figc. Conte però se ne dice orgoglioso, non rinnegando quell’esperienza. Lucci parla di un caso serio, quello dell’articolo 18, intervistando ex lavoratori, dipendenti e disoccupati. Tutti concordi sul fatto che senza tale articolo, anche chi non lo è, corre il rischio di diventare precario. Il licenziamento ingiustificato sarebbe dietro l’angolo. La Toffa affronta Tiziano Treu, commissario Inps, la cui legge consente a dei sindacalisti di ottenere una pensione integratica con 1 mese di contributi. Ecco la risposta: “Questa legge è nata perché alcuni sindacalisti non prendono gli aumenti che hanno i loro colleghi che stanno in azienda, quindi alla fine avrebbero una pensione più bassa. Si sono verificati degli abusi, si poteva pensare a dei limiti. La legge è venuta male”. Intervista multipla a una coppia omosessuale e a due giovani amiche, figlie di una coppia gay ed etero. Non vi sono differenze. Le due donne raccontano poi dei loro quattro bambini e dei limiti legali che purtroppo hanno con i figli biologici dell’altra.

Si avvia verso il finale parlando di alcuni temi scottanti di attualità che in questi giorni hanno tenuto banco in tv e sui quotidiani. Si parla di articolo 18 e della sua possibile abolizione, con la paura da parte dei lavoratori che potrebbero trovarsi in strada senza una giusta causa. Si passa poi all’annunciata intervista a Treu. Nadia Toffa si occupa ancora della legge 564, che permette di avere una pensione integrativa pagando anche solo un mese di contributi. Treu promette di apportare una modifica a quella che chiama una legge un pò “sbagliata” con l’aggiunta di un tetto massimo. I due si rivedranno a Gennaio, avrà davvero presentato le modifiche? Infine si parla di coppie gay dopo il colpo basso di Angelino Alfano che ha vietato ai comuni italiani di trascrivere i matrimoni omosessuali avvenuti all’estero. Si parla con due mamme e di una famiglia arcobaleno.

Si occupano di due argomenti molto cari agli utenti e agli italiani. Nel primo servizio ci mostrano la macchina ad idrogeno che non solo sembra funzionare senza rischi, ma che può permetterci di risparmiare e inquinare meno (dal 40 al 90% in meno rispetto al normale). Naturalmente mancano gli investitori e gli interessi visto che si preferisce spingere con e per il petrolio. E’ Luigi Pelazza che, subito dopo, si occupa degli “usurai” in banca. Tra costi di gestione, polizze assicurative e altro, le persone ottengono prestiti con tasso dii interesse superiore al famoso tasso soglia e che fa sforare la Banca nell’usura vera e propria. Le banche aspettano che siano i tribunali a costringerla a pagare e rimborsare, eventualmente, i clienti. Attenzione ai prestiti della cessione del quinto, quindi. La iena consiglia di far controllare. Il nuovo servizio è di Filippo Roma e si incentra sul nuovo ct della Nazionale, Conte. 

Le Iene hanno il “piacere” di intervistare Luna Grillo, figlia del comico e ora politico, Belle Grillo. La giovane ammette che il padre non le ha mai fatto mancare niente, forse solo la sua presenza. Conferma anche di aver fatto uso di coca e di avere un sogno nel cassetto: la musica (QUI l’intervista). Dopo l’intervista alla figlia di Grillo, che non ha riscosso molto successo sui social, si torna a parlare di truffe e di un signore che chiede due mila euro a famiglie in difficoltà offrendo loro, in cambio, un posto di lavoro all’Enel. Alla fine l’uomo ammette di averlo fatto perchè in crisi dopo aver perso il lavoro e promette ai due truffati che restituirà loro i soldi. Chiude il blocco l’odissea della papalina del Papa. Molti di quelli che avevano fatto la loro offerta per acquistare la papalina messa all’asta si sono tirati indietro. Cosa succederà adesso? C’è il rischio che la papalina venga ritirata se l’offerta scenda di molto. L’odissea continua….

Veronica Ruggeri presenta il suo servizio che può essere molto utile per le donne e non solo. L’argomento è il silicone liquido vietato dal 93 ma usato ancora da alcuni furbetti e “truffatori”. La iena ne trova uno che le spiega i risultati positivi in 30 anni di punturine e quando Veronica si presenta all’appuntamento per il primo intervento lo affronta a viso aperto. L’uomo nega tutto, cambia le carte in tavola, e nasconde il botulino in tasca. L’arcano, però, è svelato. Le donne staranno attente? Si spera. Al ritorno in studio, Teo Mammucari fa notare i ritocchini di Ilary e sul web gli utenti confermano “Batuttina, battutina, ma anche io sono convinta che la Ilary sia gonfiata a silicone, e neanche tanto bene” e commenti simili. 

Prosegue tra Gigi Buffon e Messina. Il primo servizio è del “moralizzatore” che tenta di risolvere il caso di Gigi Buffon e del suo debito al condominio in Costa Azzurra per un totale di 32.000 euro. Il Moralizzatore raggiunge Gigi Buffon che, in primo momento sembra collaborativo, poi si stizzisce e inizia a fare del “sarcasmo”. Dopo la visita della iena, però, tutto si risolve e dalla Costa Azzurra arriva la notizia che il portierone ha ha pagato il suo debito. Tocca poi a Mauro Casciari che torna a Messina per la questione dei cancelli abusivi spuntati una mattina d’agosto in via Nicaragua. Il Comune, infatti, ha fatto arrivare i sui uomini e i suoi mezzi sul posto per portare via i cancelli. I padroni di casa, però, pensano bene di cementare i vasi delle piante che ingombrano ugualmente il passaggio. Si chiude il blocco con Pietro Pulcini e le sue “comparse” poco mute sui set di alcuni film italiani.

Un nuovo appuntamento con Le Iene Show sta per cominciare su Italia 1. Nel corso della puntata non mancheranno i sogni di Angelo Duro, mentre Filippo Roma ha preparato un servizio su Carlo Tavecchio e Antonio Conte. La puntata può essere seguita anche in diretta streaming sul sito ufficiale del programma http://www.iene.mediaset.it/. Il programma ha già preso il via con il primo servizio, firmato da Giulio Golia, dal titolo “Truffa in famiglia”. Un’intera famiglia è stata truffata da un signore che ha consegnato loro una serie di documenti e mandati di pagamento firmati da Banca d’Italia, tutti documenti falsi. Chi aiuterà questa famiglia? La Iena rintraccia il truffatore, o presunto tale, per chiedere spiegazioni. 

Nell’appuntamento di questa sera con Le Iene show, Nadia Toffa si occupa ancora della legge 564, che permette ad alcuni sindacalisti di ottenere una cospicua pensione integrativa pagando anche solo un mese di contributi. La Iena ha intervistato il nuovo commissario dellINPS, Tiziano Treu, che scrisse la legge nel 1996. Treu ha spiegato come è nata la legge: I sindacalisti non prendono gli aumenti che hanno i loro colleghi che stanno in azienda, quindi alla fine avrebbero una pensione più bassa e ammette che avrebbero dovuto pensare a dei limiti. Poi incalzato dalle domande della Toffa ha detto: Hanno usato la legge in questo modo un po furbesco per gonfiare le retribuzioni e quindi le pensioni. un uso distorto della legge che va corretto. Ma la Iene è riusicta a fargli ammettere che la legge è venuta male. Appuntamento alle 21.10 su Italia1 per l’intervista completa!

Ancora qualche ora di pazienza e poi alle 21.10, scatterà un nuovo appuntamento in compagnia de Le Iene Show: Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa’s band, tra gag in studio e inchieste, ci accompagneranno in tre ore di diretta. Tra i vari servizi che della serata ecco quello realizzato da Filippo Roma: la iena è andata a chiedere spiegazioni a Carlo Tavecchio, nuovo presidente Figc, circa la nomina di Antonio Conte a commissario tecnico della nazionale nonostante la condanna per calcio scommesse. Per una breve anticipazione del servizio della iena basta un clic qui!

Stasera, su Italia 1 a partire dalle 21.10, andrà in onda una nuova puntata de Le Iene Show, il programma di inchieste e approfondimento che è approdato alle sua 33esima edizione con la messa in onda di questi nuovi appuntamenti. Al timone troveremo anche oggi la brillante Ilary Blasy, insieme a Teo Mammucari e lesilarante Gialappas Band. Uno dei servizi che andranno in onda stasera vedrà un inviato delle Iene parlare con il sindaco di Ruoti, in provincia di Potenza, Angelo Salinardi in merito alla questione della chiusura delle vie del paese, anche per chi abita proprio in quel luogo. Si affronterà anche il tema dei narcotrafficanti albanesi e il modo in cui si sta cercando di abbattere questo fenomeno, grazie al servizio di inchiesta di un altro inviato. Saranno ancora tantissime le novità di cui si discuterà in questa prima serata, ospiti dello studio dei tre conduttori, e non mancheranno come di consueto le interviste in contemporanea: a chi toccherà oggi? Per rimanere in contatto con la redazione de Le Iene Show, è possibile collegarsi alla pagina Twitter @redazioneiena e anche a quella Facebook Le Iene. 





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori