ANNIE LENNOX/ Chi è la cantante degli Eurythmics ospite di Che tempo che fa

- La Redazione

La famosa cantante degli Eurythmics, Annie Lennox, sarà tra gli ospiti della puntata di Che tempo che fa in onda stasera su Rai 3 con la conduzione di Fabio Fazio

Annie_LennoxR439
Annie Lennox
Pubblicità

La cantante degli Eurythmics, Annie Lennox, sarà tra gli ospiti della puntata di Che tempo che fa in onda stasera su Rai 3 con la conduzione di Fabio Fazio. Ann Lennox, nota come Annie, è nata ad Aberdeen, in Scozia, il 25 dicembre del 1954. Inizia ad avvicinarsi al mondo della musica sin da piccola, imparando a suonare flauto e pianoforte. Il suo talento si afferma subito e la Lennox ottiene una borsa di studio per studiare flauto traverso alla prestigiosa Royal Acedemy of Music di Londra che, tuttavia, frequenterà per un solo anno accademico. 

Rimasta nella città di Londra, Annie inizia la sua gavetta professionale, cantando con vari gruppi, che spaziano dal rock al pop, dal varietà al folk. L’incontro con il musicista Dave Stewart, frontman del gruppo Longdancer, segna una svolta importante nella carriera della Lennox; con Stewart e con un altro cantante e compositore, Peet Coombers, Annie forma il gruppo The Tourist. Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni’80, il gruppo incide tre album, The Tourists (1978), Reality Effect (1979) e Luminous Basement (1980). Il brano di maggiore successo della band è una cover di I Only Want to Be with You di Dusty Springfield e dalla collaborazione dei tre artisti emergono lo stile impeccabile degli arrangiamenti di Stewart, la voce possente di Coombers e il timbro freddo e ricco di atmosfere della Lennox. Nel corso della cooperazione artistica dei tre musicisti nasce una relazione sentimentale tra Annie Lennox e Dave Stewart e i due decidono di abbandonare il gruppo, The Tourist, per poi crearne uno nuovo, gli Eurythmics.

Pubblicità

Gli Euythmics diventano in breve tempo uno dei gruppi inglesi più famosi al mondo e, mentre il duo si diversifica per classe e stile molto particolari, Annie Lennox si fa notare sin da subito per il suo look androgino. Tra i più grandi successi del gruppo si devono menzionare sicuramente Sweet Dreams (Are Made of This), There Must be an Angel (Playing with My Heart), Missionary Man, Don’t Ask Me Why, Here Comes the Rain Again, Would I Lie to You?, Love Is a Stranger, You Have Placed a Chill in my Heart, Who’s that girl. Senza ombra di dubbio Sweet Dreams (Are Made of This) rappresenta il singolo di maggior successo. Durante le performance live la Lennox, grazie alle sue capacità carismatiche e camaleontiche, incanta il pubblico e si impone nel panorama musicale del periodo come icona degli anni ’80, al pari di star come Madonna e Kate Bush.

Nel 1983 l’album Touch segna, ancora una volta, le capacità artistiche del gruppo, rientrando nella categoria Greatest hits, ricevendo critiche positive e vendendo numerose copie. Nel 1991, tuttavia, il gruppo si scioglie provvisoriamente e la Lennox intraprende una carriera da solista che durerà fino al 1998.

Pubblicità

Il primo album da solista di Annie Lennox è Diva del 1992, che diviene in breve tempo un successo di critica e pubblico. Sempre nello stesso anno la cantante collabora alla realizzazione della colonna sonora del film Dracula di Bram Stoker per la regia di Francis Ford Coppola. Nel 1995 viene pubblicato un nuovo album, Medusa, anch’esso con buoni risultati e anche questa volta l’artista britannica partecipa alla colonna sonora di un altro film, Apollo 13 di Ron Howard. 

Nel 1998 Dave ed Annie ristabiliscono i rapporti e gli Eurythmics vengono nuovamente alla luce con la pubblicazione dell’album Peace.

Nel 2004 Annie Lennox vince l’Oscar per la migliore canzone con Into The West, parte della colonna sonora de Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re.  Nel 2010 la cantante firma un contratto con la Island Records con cui realizza un album di brani natalizi, A Christmas Cornucopia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori