LE INVASIONI BARBARICHE/ Chi è Veronica Pivetti, attrice, doppiatrice e conduttrice tv

Veronica Pivetti, una delle più famose e brillanti attrici del nostro Paese, è tra gli ospiti de Le invasioni barbariche in onda questa sera su La 7 con la conduzione di Daria Bignardi

26.03.2014 - La Redazione
provaci_ancora_prof_5
Provaci ancora Prof

Veronica Pivetti, una delle più famose e brillanti attrici del nostro Paese, è tra gli ospiti de Le invasioni barbariche in onda oggi. Nata a Milano nel febbraio del 1965, è nota anche per essere la sorella dell’ex Presidente della Camera dei Deputati, Irene. Figlia di un regista, Paolo, e di una attrice, Grazia Gabrielli, sin da piccola ha iniziato a respirare aria di spettacolo, tanto da debuttare a soli sette anni in veste di doppiatrice, attività poi portata avanti nel corso degli anni Ottanta, all’interno di alcuni dei più famosi cartoni animati del periodo, oltre che nella soap opera Sentieri. Nel 1994 ha partecipato a Quelli che il calcio, al fianco di Fabio Fazio, apparizione che gli ha consentito di essere notata da Carlo Verdone, che ha deciso di affidarle la parte di Fosca, una donna estremamente sottomessa e remissiva, nella sua pellicola Viaggi di nozze.

Nel 1996 ha invece preso parte a Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica, una pellicola diretta da Lina Wertmuller, nella quale ha interpretato la parte di una leghista unita in un rapporto turbolento a un operaio di sinistra. Una parte che ha notevolmente incrementato la sua popolarità, tanto da consentirle di essere scelta nel 1998 per presentare il Festival di Sanremo al fianco di Raimondo Vianello e della famosa modella Eva Herzigova. L’anno successivo l’ha invece vista protagonista di Commesse, una serie di grande successo in cui ha recitato al fianco di Sabrina Ferilli, Nancy Brilli, Anna Valle, Caterina Vertova e Franco Castellano.

Proprio l’attività sul piccolo schermo è stata da questo momento la sua principale attività, con una lunga serie di partecipazioni a serie di grande successo. Tra le fiction che hanno consolidato la sua fama, va ricordata in particolare Il maresciallo Rocca, nella quale ha sostituito Stefania Sandrelli come compagna del carabiniere interpretato da Gigi Proietti, nel corso della quarta e quinta stagione. Negli ultimi anni ha avuto grande successo con Provaci ancora prof, fiction in cui interpreta la parte di una professoressa, Camilla Baudino, dotata di grande passione per le indagini poliziesche e, soprattutto, di capacità analitiche che la portano spesso ad affiancare le forze di polizia nella ricostruzione di fatti criminosi. La serie è ormai arrivata alla sua quinta stagione, dando vita a mutamenti molto profondi nel corso del tempo, ma sempre con un grande seguito di pubblico. Allattività di attrice, negli ultimi anni ha affiancato anche quella di conduttrice, in particolare su La 7, dove ha condotto Fratelli e Sorelle d’Italia e su Rai Tre, dove è subentrata a Neri Marcorè alla guida di Per un pugno di libri.

Per quanto concerne la sua vita privata, Veronica Pivetti è stata sposata tra il 1996 e il 2000 con Giorgio Ginex. Nel corso di unintervista rilasciata pochi mesi fa, a Confidenze, l’attrice lombarda ha affermato di essere felicemente single e di non avere alcuna intenzione di venire meno al suo attuale status.

Una decisione derivante dal fatto di sentirsi bene da sola e di non avere alcuna intenzione di imbarcarsi in faticose relazioni sentimentali che avrebbero il solo effetto di distrarla dai suoi impegni professionali, tanto da aver rotto la maggior parte dei suoi rapporti personali, ormai limitati a un paio di amiche, e di essere contenta di non essere neanche più invitata a cene o altre occasioni mondane di cui non sente la mancanza. Ha inoltre affermato di sentirsi appagata dalla compagnia dei suoi due cani, Harpo e Nyo.

In un’altra intervista rilasciata tempo fa a Gente ha invece affrontato il tema della depressione in cui è caduta tra il 2002 e il 2008, sei anni infernali nel corso dei quali ha anche pensato di suicidarsi. Un’esperienza poi riversata in un libro, Ho smesso di piangere, nel quale ha descritto le fasi salienti di una malattia terribile, soprattutto come contributo per tutti coloro che soffrono dello stesso male, sperando che la sua esperienza possa servire per dare almeno conforto e spiegare che dal tunnel della depressione si può uscire. Un’esperienza terribile, dalla quale comunque Veronica Pivetti è riuscita infine a uscire e a riprendere la sua normale vita professionale.

I commenti dei lettori