CHE TEMPO CHE FA/ Chi è Caparezza, il cantante reduce dal concerto del Primo Maggio di Taranto

- La Redazione

Dopo aver partecipato al concerto del Primo Maggio di Taranto, Caparezza sarà tra gli ospiti di questa puntata domenicale di Che tempo che fa, condotta come sempre da Fabio Fazio

caparezza_r439
Caparezza

Caparezza è tra gli ospiti della puntata odierna di Che tempo che fa, condotta come sempre da Fabio Fazio su Rai Tre. Michele Salvemini, questo il vero nome del cantautore e rapper italiano, è nato a Molfetta nel 1973. Figlio di una maestra e di un operaio, si avvicinò al mondo della musica già da giovanissimo, iscrivendosi da bambino a una scuola di pianoforte. In seguito la abbandonò, ma la passione per la musica rimase. Il suo percorso di studi proseguì con la Ragioneria e poi vinse una borsa di studio per l’Accademia di Comunicazione di Milano, ma presto abbandonò gli studi e una possibile carriera di pubblicista per dedicarsi a tempo pieno all’attività di cantautore. I suoi esordi furono segnati da brani prodotti con un altro pseudonimo, Mikimix: con questo nomignolo incise alcune demo e pubblicò diversi dischi, dedicandosi alla musica leggera e partecipando anche, nel 1995, a Sanremo Giovani.

In quegli anni si dedicò anche alla televisione, conducendo con Paola Maugeri un programma musicale sul canale Videomusic. Come Mikimix Michele non ebbe molto successo e fu nel 1999 che decise di dare una svolta alla sua carriera ricominciando in un certo senso da capo e inventandosi un nuovo personaggio: Caparezza. Nel dialetto di Molfetta, questo termine viene affibbiato a chi come lui ha una capigliatura riccia e vaporosa: infatti il cantante si lasciò crescere i capelli e si fece spuntare anche la barba, e iniziò a comporre brani di ben altro genere. I suoi testi, da quel momento in poi, sono tutti improntati alla denuncia sociale e alla riflessione sul mondo contemporaneo. I primi brani incisi come Caparezza furono Ricomincio con Capa, Con Caparezza nella monnezza e Zappa.

Nel 2003 incise Verità Supposte, da cui fu estratto il singolo Fuori dal tunnel, che imperversò in radio e in televisione diventando uno dei brani più cantati del momento, anche se contro la volontà dell’artista che non ne aveva autorizzato l’utilizzo se non all’interno del programma Zelig Circus. Oltre ad avere inciso altri dischi negli anni seguenti, continuando a improntare la sua musica in modo polemico contro le logiche del mercato e del mondo commerciale, Caparezza ha scritto anche un libro, Saghe mentali, nel 2008, diviso in quattro parti e accompagnato dal disco Le dimensioni del mio caos. Nel corso della sua carriera Caparezza ha collezionato molte collaborazioni importanti con artisti che condividevano il suo stesso modo di concepire la musica, come i 99 Posse, Roy Paci, Piotta. Ancora oggi continua a cantare con il gruppo SunnyColaConnection, che si esibisce in dialetto di Molfetta, e nel 2008 ha partecipato alla Notte della Taranta di Melpignano.

Nel 2009 invece si è esibito al concerto del Primo Maggio, e insieme ad altri artisti quello stesso anno ha inciso un singolo i cui ricavati di vendita sono andati a favore dei terremotati dell’Abruzzo. Nel 2011 ha anche esordito come attore, recitando un piccolo ruolo nel film “Che bella giornata” con Checco Zalone. Quello stesso anno invece è apparso anche sul piccolo schermo nel programma di Fiorello “Il più grande spettacolo dopo il weekend”. Per il 2014, Caparezza ha appena pubblicato un nuovo disco dal titolo Museica che è stato in prevendita su iTunes. Il Primo maggio ha partecipato al concerto che si è svolto a Taranto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori