STRISCIA LA NOTIZIA / Anticipazioni puntata 29 settembre 2014: aggiornamenti e news

- La Redazione

Striscia la notizia – La voce dell’indecenza torna oggi, lunedì 29 settembre 2014, su Canale 5 a partire dalle 20.40. Ecco le anticipazioni e gli aggiornamenti per la puntata di oggi.

striscia_scrittar_r439
Striscia la notizia
Pubblicità

Siamo quasi giunti ad un altro appuntamento con il Tg satirico più seguito di tutti i tempi, Striscia la Notizia – La voce dellindecenza: oggi, lunedì 29 settembre 2014 andrà in onda una nuova puntata su Canale 5 a partire dalle 20.40, con Michelle Hunziker e Piero Chiambretti al timone per la prima volta. Nellattesa di capire che cosa ci riserverà oggi la trasmissione, vediamo di cosa si è parlato nella scorsa puntata. La puntata di sabato 27 settembre di Striscia la notizia è stata l’ultima puntata di Leonardo Pieraccioni e di Maurizio Battista nelle vesti di conduttori del Tg satirico. Il primo servizio lanciato riguarda un tema molto caldo: i privilegi della nostra casta. Ignazio La Russa, intervistato da Mr. Neuro, dice che il Parlamento non c’entra niente con i privilegi della casta, in quanto decide tutto l’Ufficio di Presidenza composto dalla Boldrini. Mr. Neuro intervista anche Marina Sereni, la vicepresidente della Camera dei Deputati. La Sereni ha dichiarato che stanno per attuare una riduzione significativa del tetto degli stipendi. Ha affermato che la decisione sarà presa dopo il 30 settembre. L’Inviato le dice che si rivedranno dopo il 30 settembre, ovvero il 2 ottobre, per verificare se il taglio agli stipendi è stato davvero fatto.

Pubblicità

Il secondo servizio è di Moreno Morello che è andato a Padova. Moreno Morello intervista un cittadino che ha avuto un’idea su come reperire risorse economiche: ovvero dove vanno a finire gli incassi derivanti dalle sanzioni comminate? Ebbene, Moreno Morello ha scoperto che dalle tante sanzioni comminate non è stato ricavato nemmeno un euro di incasso. Il servizio di Luca Galtieri ha toccato un argomento molto delicato, riguardante un uomo, Leonardo, che è “prigioniero” nella propria casa. Leonardo abita a Milano e nel 2012 ha subito l’amputazione della propria gamba e per uscire di casa è costretto a gattonare. La casa di Leonardo è piena di barriere architettoniche e nel condominio manca anche l’ascensore. Da parte degli enti non c’è stata mai nessuna risposta. Galtieri si reca dall’assessore, il quale gli dice che troveranno al più presto delle soluzioni più adeguate per far vivere bene Leonardo. Eduardo Stoppa, invece, è a Troia, in provincia di Foggia. Stoppa si trova lì per verificare le condizioni del canile comunale, che versa in uno stato di totale abbandono. Nel canile non c’è corrente elettrica né possibilità di conservare gli alimenti e nemmeno la possibilità di conservare le carcasse degli animali morti. I guardiani ci sono solo per poche ore. Stoppa va dal sindaco appena eletto: il sindaco fa sapere che tra un paio di mesi la soluzione sarà risolta. Leonardo Pieraccioni manda in onda la rubrica intitolata “Moda caustica”: al terzo posto c’è Barbara D’Urso 3 posto con un vestitino a fiori; al secondo posto Antonella Clerici con una camicetta che – dice Pieraccioni – nemmeno l’uomo in camicia si metterebbe; al terzo posto Tina Cipollari con un abito stile vittoriano. E’ la volta del servizio di un trio inedito, composto da Cristian Cocco, Stefania Petyx e il bassotto. I tre sono alla ricerca di un imprenditore perduto. Cocco è a Porto cervo: il proprietario del locale dice che il gestore ai primi di agosto è sparito e gli deve dare 70.000 euro più iva. Il gestore deve anche 3.000 alla direttrice e 8.000 euro al mediatore. Il gestore fuggitivo è in Sicilia e il bassotto l’ha trovato ad Agrigento. Il gestore dice alla Petyx che non ha soldi perché la stagione è andata male a causa della pioggia. Il gestore fa sapere che intende pagare solo alcuni dipendenti, cioè solo quelli meritevoli di essere pagati. La Petyx dice che torneranno per verificare se ha pagato i dipendenti. L’ultimo servizio è del mago Antonio Casanova che è andato a Milano per vedere cosa non funziona nella raccolta differenziata. Casanova ha visto che i cittadini fanno la raccolta correttamente, ma poi gli operatori raccolgono i sacchetti tutti insieme e gli mischiano (ad esempio, il sacco contenente l’alluminio l’operatore lo mette insieme a quello della plastica). Il mago Casanova va a parlare con un responsabile che fa sapere che stanno provvedendo a risolvere la questione: Casanova, quindi, gli dà la bacchetta magica annodata che si scioglierà solo quando tutto sarà risolto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori