Replica Chi l’ha visto? / Riassunto puntata 7 gennaio 2015: come vederla in streaming video

- La Redazione

Chi l’ha visto? La puntata del 7 gennaio del programma condotto da Federica Sciarelli ha visto come protagonisti Roberta Ragusa, Guerrina Piscaglia, Andrea Loris e Fortuna

chilhavisto_sciarelliR439
Chi l'ha visto?, conduce Federica Sciarelli

Nella puntata di mercoledì 7 gennaio 2015 della trasmissione Chi lha visto? condotta come sempre da Federica Sciarelli, la prima dellanno solare 2015, si incomincia parlando del caso della scomparsa di Guerrina Piscaglia della quale ormai sono diversi mesi che si sono perse le tracce per una vicenda nella quale sembra poter essere implicato anche il prete della propria parrocchia. Ci sono diverse novità relative alle indagini portate avanti dagli inquirenti che si stanno occupando del caso ed in particolar modo come sul personal computer di Padre Silvano siano state ottenute delle prove che presumibilmente questultimo possa aver consultato in diverse occasione dei siti sui quali è possibile visualizzare dei contenuti di natura pornografica. Tuttavia il principale fatto salta fuori da un messaggio che la stessa Guerrina Piscaglia avrebbe inviato a Padre Graziano e dal quale si potrebbe desumere un possibile movente che potrebbe aver dato origine alla scomparsa delle donna. Nello specifico secondo quanto emerso dalle indagine, nel sms la donna avrebbe fatto menzione di un possibile figlio che aspetterebbe dal sacerdote. Una situazione di cui sarebbe a conoscenza il marito di Guerrina, Mirco che naturalmente avrebbe dimostrato tutto il proprio malessere per un qualcosa di assolutamente inaccettabile. Nel corso della trasmissione viene fatto presente anche un altro fatto che potrebbe dimostrarsi molto importanti ossia di come gli inquirenti avrebbero trovato in un divano presente allinterno della canonica della piccola comunità delle tracce di sperma di cui per il momento non se ne conosce il proprietario, per così dire. Infine, viene sottolineato come nello scorso mese di luglio sia stata inviata una lettera anonima al Vescovo della diocesi di Arezzo, nella quale veniva evidenziato quanto stesse accadendo nella piccola comunità al fine di mettere un freno al tutto. 

Il successivo caso riguarda la scomparsa avvenuta lo scorso 30 dicembre della giovanissima Aurora DAluiso di soli 14 anni. La ragazza residente nella città di Pisa ha fatto perdere le proprie tracce nel giorno precedente lultimo dellanno e lultima sua azione è stato un messaggio che ha inviato alla propria famiglia per mezzo del quale informava del fatto di essere a casa della propria migliore amica e che avrebbe passato lì la notte. I genitori temono che nella faccende possa avere a che fare il ragazzo di Aurora che di anni ne ha 14 e che soprattutto sembra essere poco raccomandabile. 

Si passa quindi a parlare della morte del piccolo Loris avvenuta in un piccolo centro della provincia di Trapani e per il quale la principale indiziata resta la madre Veronica. Nelle ultime settimane sono accadute una serie di cose abbastanza significative e dalle quali emergono in maniera lampante come le prove a carico della donna siano effettivamente molto pesante. Nello specifico lo scorso 3 gennaio il giudice per le indagine preliminari che si sta occupando della vicenda ha respinto la richiesta di scarcerazione avanzata dal legale di Veronica, disponendo inoltre che la donna venisse trasferita dal carcere di Catania presso il quale era stata precedentemente rinchiusa, a quello di Agrigento. Nelle ultime ore per la prima volta, si è recato in carcere il marito di Veronica, Davide, che si è intrattenuto con la moglie per circa unora, durante la quale sembra non aver cambiato le proprie convinzioni. Infatti, luomo non ha voluto abbracciare la donna invitandola a dire tutta la verità sulla morte del loro figlio facendole presente che anche lui ha visto le immagini che la incastrerebbero smontando la sua versione dei fatti. Veronica dal proprio canto non si sarebbe mossa dalla propria versione, ribadendo la propria innocenza e che lombra che si vede nel video non sia Loris. 

Importanti novità sembrano riguardare anche la scomparsa di Roberta Ragusa per la quale ormai sembrano essere perse tutte le speranze di poterla ritrovare viva. Sono in corso i preparativi per il processo che vede come imputato il marito di Roberta Ragusa, Antonio Logli. Un processo che da quando si apprende dalle ultimissime notizie potrebbe vedere la bellezza di sedici persone che sembrano pronte a presentarsi come parte civile contro lo stesso Logli. Tra questo folto numero di persone figurerebbero anche i figli di Logli, zii e parenti di diverso genere. Infine, nella parte finale della puntata odierna di Chi l’ha visto? ci si occupa della morte della piccola Fortuna avvenuta uno palazzo di Caivano nel centro di Napoli. Gli inquirenti che si stanno occupando del caso sembra che siano arrivati ad un punto di svolta e per la precisione pare che abbiano individuato il ‘mostro’ che avrebbe prima approfittato sessualmente della bambina per un lungo lasso di tempo e poi uccisa spingendola da uno dei piani del palazzo, facendo in modo che la piccola perdesse la vita in seguito al mortale impatto con il terreno. Le forze dell’ordine hanno arrestato un uomo che abita nello stesso palazzo dove abitava la stessa Fortuna ed in particolare sembra che si tratti della stessa persona che ebbe modo di soccorrere la bambina ancora prima dell’arrivo dell’ambulanza. Quindi in pratica, si tratterebbe del primo ad accorgersi di quanto accaduto. Sulla faccende c’è comunque grande riserbo da parte degli inquirenti.

Per rivedere la puntata del 7 gennaio di “Chi l’ha visto?” è sufficiente andare sul sito della Rai nella sezione Replay o sul sito  ufficiale del programma: clicca qui per la puntata 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori