LUCA E PAOLO/ Chi sono i due comici ospiti a Sanremo 2015 che hanno già condotto il Festival. Video loro ultima performance

- La Redazione

Il Festival di Sanremo 2015 è cominciato e tra gli ospiti ci saranno anche Luca e Paolo, i due comici che sono già stati all’Ariston, scelti da Gianni Morandi per la conduzione

giass_luca_paolo-r439
Luca e Paolo

Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu tornano al Festival di Sanremo 2015 dopo averlo condotto nel 2011. Il duo comico divenuto famoso con la conduzione de Le Iene e grazie alla celebre sitcom Camera Cafè era arrivato in tv con gli skatch di Ciro dopo aver militato nel gruppo cabarettistico I cavalli Marci. Nei cinema Luca e Paolo sono stati protagonisti recentemente di Immaturi, campione d’incassi nel 2011. Quello stesso anno, al Festival di Sanremo, Luca e Paolo avevano interpretato un monologo di Antonio Gramsci, “Odio gli indifferenti”, che aveva suscitato molte polemiche. Bizzarri e Kessisoglu erano stati infatti acusati di aver portato sul palco dell’Ariston parole troppo schierate per un evento nazionalpopolare com’è quello di Sanremo. Cllicca qui per vedere il video di Luca e Paolo a Sanremo 

Il Festival di Sanremo 2015 è cominciato e come di consueto attorno all’abituale “nucleo” di contesa a suon di musica, non mancherà una nutrita schiera di super ospiti non provenienti dal mondo della canzone. Tra i più attesi sicuramente i comici Luca & Paolo. Già mattatori (come ospiti o co-conduttori) nelle edizioni 2011 e 2012, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu (questi i loro nomi per esteso) si preparano dunque a portare nuovamente scompiglio con la loro satira, dopo la sferzante Ti Sputtanerò cantata nel 2011 e il polemico dialogo sulla pressione fiscale portato sul palco nel 2012. Il duo funziona oggi più che mai anche grazie alla capacità di entrambi di lasciarsi anche spazi artistici indipendenti. 

Luca Bizzarri, genovese classe 1971, inizia giovanissimo la carriera di attore teatrale, lavorando nella seconda metà degli anni ’80 con la compagnia teatrale Gilberto Govi, intitolata allo storico esponente del teatro dialettale genovese. Nel 1991 durante un provino al Teatro Stabile di Genova conosce il concittadino di origini armene Paolo Kessisoglu, classe ’69 con l’hobby della musica jazz. Da quell’incontro nasce un’amicizia che li porterà a essere tra i co-fondatori del gruppo comico I Cavalli Marci, con i quali arrivano i primi successi su Mediaset con Ciro – Il Figlio di Target. Dal 1999 scelgono di rendersi “indipendenti” dai Cavalli Marci, diventando ufficialmente Luca & Paolo e partecipando anche alle successive edizioni di Ciro. Negli anni 2000 arriva un altro successo con MTV Trip, programa-documentario in cui girano l’Italia a bordo di un carro funebre, raccontando divertenti particolarità dei luoghi visitati. Dal 2001 sono al timone delle Iene creando anche la macchietta dei Cugini Merda, intervistatori che regolarmente mettono alla berlina i propri intervistati. Nel 2011 lasceranno il programma in polemica con gli autori, rei secondo loro di lasciare sempre meno libertà artistica. Condurranno subito dopo, con successo, il 62 Festival di Sanremo scelti da Gianni Morandi. 

Sempre negli anni 2000 sono protagonisti di uno dei loro programmi più celebri, Camera Cafè. Girato come un collage di piccoli sketch, Camera Cafè è ambientato nella fittizia area ricreativa di un’azienda il cui nome non viene mai rivelato. Luca è Luca Nervi il responsabile acquisti, nonché sindacalista apparentemente integerrimo ma in realtà attento soprattutto ai propri interessi. Paolo Kessisoglu interpreta invece Paolo Bitta, efficiente responsabile del settore vendite con una smodata passione per le donne, i camper e la sua Alfa Romeo.

Nei nove anni di programmazione di Camera Cafè, dal 2003 al 2012, i due mostrano un affiatamento sempre maggiore e una capacità di destreggiarsi perfettamente fra comicità pura e satira sociale. Dopo un’ospitata a Sanremo e il timone di Scherzi a Parte nel 2012, e presenze ricorrenti a Che Tempo che fa nel 2013, nel 2014 conducono il quiz comico Giass, senza però raggiungere grandi risultati di pubblico né di critica. 

Non mancano esperienze cinematografiche, con pellicole come E allora Mambo (2000), Immaturi (2011) e Immaturi – Il Viaggio (2012).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori