SEVEN/ Su Italia 1 il film di David Fincher con Brad Pitt e Morgan Freeman

- La Redazione

Italia 1 trasmetterà stasera Seven, film del 1995 con la regia di David Fincher e interpretato da Brad Pitt, Morgan Freeman, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey

oscar2012_pittR439
Brad Pitt

Italia 1 trasmetterà stasera Seven, film del 1995 con la regia di David Fincher e interpretato da Brad Pitt, Morgan Freeman, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey. Il film ha ottenuto tantissime nomination e anche diversi premi, come ad esempio un Critics’ Choice Movie Awards a Kevin Spacey, come miglior attore non protagonista. Ecco la trama. A una settimana dalla pensione, il detective William Somerset (Morgan Freeman) condivide i suoi incarichi con David Mills (Brad Pitt), il poliziotto che prenderà il suo posto. Tra i due la convivenza sembra essere molto difficile, in quanto sono molto diversi caratterialmente, e tale diversità viene a galla anche nel corso delle indagini riguardanti l’assasinio di un uomo affetto da obesità, che qualcuno ha condotto alla morte, facendogli ingerire una quantità smisurata di cibo. Poco dopo i due sono chiamati a far luce su un altro delitto, che stavolta ha come vittima un avvocato che nel corso della sua carriera ha salvato dalla galera decine di criminali; l’assassino ha inoltre impresso col sangue dell’uomo ucciso la parola “avarizia” sulla scena de crimine. Mentre Somerset non ravvisa un legame tra i due omicidi, Mills è convinto che a compierli sia stata la stessa persona, e poco dopo trova una prova che avvalora la sua ipotesi: infatti, facendo un sopralluogo nella casa della prima vittima, il detective Mills nota che l’assassino ha lasciato anche lì la sua firma, scrivendo col sangue della vittima la parola “gola”. Chiaramente, i due poliziotti hanno a che fare con un assassino seriale che punisce persone che perseverano nell’assecondare i sette vizi capitali. Attraverso le indagini, i due detective riescono a risalire ad un certo John Doe, che diviene il principale sospettato dei delitti in quanto ha consultato una grandissima quantità di opere letterarie inerenti ai peccati e alla loro espiazione.

Arrivati in casa sua, Mills e Somerset non trovano l’uomo che stanno cercando, ma poco dopo qualcuno tenta di ucciderli: si tratta proprio di John Doe (Kevin Spacey), che sorprendendo i poliziotti in casa sua pensa di sbarazzarsene ammazzandoli. Dopo la sparatoria ha luogo un rocambolesco inseguimento che si arresta solo quando il presunto assassino, arrivato a un passo dall’uccidere Mills, improvvisamente si dilegua senza sparargli. Il killer continua dunque ad allungare la sua scia di sangue, provocando la fine orribile di una prostituta, colpevole del vizio della lussuria, e di una bellissima modella, che nella mente di Doe ha assunto le sembianze della superbia prestando troppa attenzione alla cura della sua immagine. A questo punto, concludono i detective, per mettere fine alla sua opera, il serial killer dovrebbe occuparsi di invidia e ira e perciò assassinare altre due persone.

Con una mossa del tutto inaspettata, però, John Doe si presenta da Mills e Somerset, i quali si convincono del fatto che l’uomo abbia già compiuto gli ultimi due assassini in quanto sporco di sangue: l’uomo dice loro di volerli portare nel posto in cui troveranno i due corpi, a condizione però che siano proprio loro due ad accompagnarlo. Arrivati nel luogo segnalato da Doe, Mills e Somerset non scorgono niente che possa far pensare all’esistenza di due cadaveri nelle vicinanze, ma improvvisamente spunta un furgone che mette nelle mani di William un pacco: il poliziotto cerca di vedere cosa ci sia dentro, incuriosito soprattutto dalle tracce ematiche rinvenute nella parte esterna dell’involucro e, dopo una macabra scoperta, allontana da sé il pacco e implora il suo collega di non dare ascolto a Doe. Questi, nel contempo, ammette di essere lui stesso il colpevole del peccato dell’invidia, dato che ha sempre desiderato una famiglia e una moglie come la sua Tracy (Gwyneth Paltrow), che lui stesso ha decapitato: la testa della giovane donna è ciò che stava dentro il pacco aperto poco prima da Somerset. Il piano di Doe è quindi svelato, perché lui, colpevole del peccato di invidia, deve essere ucciso per mano di Mills, che invece rappresenta l’ira, e in effetti le cose vanno come il killer aveva pianificato, perché David spara all’assassino di sua moglie dopo aver saputo che questa era in dolce attesa. John Doe perisce dunque per mano di Mills, che invece viene arrestato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori