SANTO DEL GIORNO/ Il 13 marzo si celebra Santa Cristina Martire

- La Redazione

Il calendario martirologio romano prevede nel giorno del 13 marzo, la commemorazione in ricordo di Santa Cristina martire in terra di Persia. Santa Cristina è stata una figura…

Croce-Crocifisso-defunti-lapide-cimitero-dolore-sofferenza
(InfoPhoto)

Il calendario martirologio romano prevede nel giorno del 13 marzo, la commemorazione in ricordo di Santa Cristina martire in terra di Persia. Santa Cristina è stata una figura capace nel corso della propria vita terrena, di amare Cristo come pochi altri hanno saputo fare, mostrandosi incrollabile nella propria fede nonostante i tremendi tentativi di dissuaderla nel lasciare la via del Signore. Santa Cristina è vissuta con ogni probabilità nel corso del VI secolo dopo la nascita di nostro Signore Gesù Cristo e sul proprio conto si conoscono pochissime informazioni. Nello specifico, non si è riuscito nemmeno a stabilire con certezza chi fosse realmente Santa Cristina in quanto su tale argomento ci sono divere scuole di pensiero. Entrando maggiormente nel merito, il calendario martirologio romano, prevede che Santa Cristina fosse nata in Persia e che per via della propria fede cristiana venne catturata dai soldati persiani per essere torturata. Una tortura che aveva come principale obiettivo quello di far crollare la propria fede nel Signore a favore delle credenze del tempo. Tuttavia Santa Cristina dimostrò di essere una credente incrollabile e questo comportò purtroppo per lei immani sofferenze e la cessazione violenta della propria esistenza terrena. Santa Cristina, infatti, venne flagellata per mezzo delluso delle verghe, ossia di bacchette lunghe e sottili, che allepoca dei fatti veniva utilizzato specificatamente per percuotere. Santa Cristina poi venne uccisa diventando una martire che con il proprio esempio, diede forza a tanti cristiani nel non lasciarsi piegare dal potere dellallora Imperatore di Persia, Cosroe I. Sempre secondo il calendario martirologio romano, si dice che il nome di Santa Cristina fosse quello di Iazdo, figlia di un cero Iazdin e che presumibilmente la data del proprio martirio e morte sia il 13 marzo del 559 dopo Cristo. Stando invece alla versione fornita dal Sinassiario Costantinopolitano, cè una Santa Cristina sempre martire nelle antiche terre che facevano parte del Regno di Persia, uccisa dopo una fustigazione il giorno 14 marzo anche se poi la commemorazione avviene nel giorno del 13 marzo. Insomma, ci sono diversi elementi in comune con il martirologio romano anche se poi cè una certa discrepanza per quanto concerne la tempistica. Infatti, mentre secondo il calendario martirologio romano Santa Cristina dovrebbe essere vissuta e morta nel corso del VI secolo dopo Cristo per il Sinassiario Costantinopolitano la Santa Cristina a cui si fa riferimento è morta qualche anno prima. Tuttavia, seppure non ci siano evidenze storiche con tanto di relativa documentazione che ne dimostrino la veridicità, si può pensare che le due versioni facciano riferimento al medesimo personaggio storico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori