1992 – La serie tv di Sky / Ultima puntata, anticipazioni e diretta: conclusione con tante sorprese finali, ci sarà un seguito?

- La Redazione

1992 – La serie di Sky, anticipazioni puntata 21 aprile 2015: mentre i sei protagonisti sono di nuovo di fronte a scelte terribili, l’inchiesta di Mani Pulite arriva fino a Bettino Craxi

1992_439_foto_facebook
1992

Antonio Di Pietro sta per arrivare al ‘pesce grosso’ Bettino Craxi. Intanto Pastore sottolinea a Beatrice che se non sconfessa userà le registrazioni per incastrarla, la donna però sa’ che quelle sono illegali e Pastore rischierebbe a renderle pubbliche. Veronica confessa a Pietro di aver interrotto la gravidanza, l’uomo rimane colpito. Offeso per l’ennesima volta Bosco aggredisce la donna mettendole le mani alla gola fino quasi a soffocarla, ma non riesce a commettere un atto tanto orribile e subito dopo le chiede scusa. La donna è scioccata e sottolinea come tra loro due sia finita. Bosco è disperato, scoppia in lacrime e tira fuori l’anello che aveva comprato per chiederle di sposarlo. Beatrice e Notte è l’ultima immagine di questa serie che si chiude lasciando anche spazio all’idea di una seconda stagione. Ci sarà?

Dell’Utri è infuriato con Notte, ha scoperto che ha provato a chiedere un miliardo di lire in banca nel fondo segreto. Decide quindi di licenziarlo, i colleghi ringraziano Leonardo di non averli messi nei guai. Pastore intanto, senza l’ok di nessuno, continua a indagare sul carico di sangue infetto. Pastore ascolta le parole di Beatrice tramite il microfono nascosto, capisce che la donna è a conoscenza del sangue infetto e che l’ha distrutto per non farsi incastrare. L’uomo rimane scioccato da queste rivelazioni. Notte inizia a vagare in cerca di una meta e confessa in un locale a una donna di aver ucciso un uomo. Veronica decide di abortire, mentre Pietro le compra un anello. Pastore ha paura che qualcuno minacci Beatrice, ma la donna ha scoperto la cimice dentro lo studio e quindi non si fida più di lui. 

Le prime ecografie mostrano a Veronica il battito del cuore del bimbo, c’è un’altra vita dentro di lei. La donna confessa al dottore che ”forse” ha cambiato idea sull’interrompere la gravidanza. Pastore si reca dalla sua amica giornalista Castello, la sorella di Veronica, e le confessa di aver trovato altro sangue infetto. La Castello viene avvisata al telefono della morte di Balsamo. Pastore si reca da Di Pietro e gli chiede di essere ripreso in squadra. Veronica intanto sottolinea a Pietro che anche se avrà il bambino non ha intenzione di fare la casalinga e tornerà a lavorare appena finito il periodo di gravidanza. Mario Chiesa viene condannato a sei anni di reclusione e al pagamento delle spese processuali, questa è la decisione della corte. Viene richiesto un risarcimento che inizierà con sei miliardi di lire come acconto. Di Pietro dice a Pastore che dovrà interrogare Mainaghi, poi gli chiede di interrogarla lui mettendolo in difficoltà.

Leonardo Notte viene aggredito dalla spia che gli dava la caccia, riesce però a farla franca e ferisce gravemente l’uomo che rimane a terra senza vita. Notte decide di seppellirlo appena fuori alla ditta dei Mainaghi, ora sulla coscenza ha un altro cadavere. La chiamata della figlia che chiede aiuto per una versione di latino lo riporta sulla terra, anche se l’uomo pare lucido e consapevole di quanto appena fatto. Pastore scopre che il problema del sangue infetto è solo all’inizio, ce n’è ancora molto che sarà distribuito. Leonardo Notte sogna di essere arrestato perchè è stato scoperto l’omicidio commesso poche sere prima. Arrivato al cantiere da Beatrice, dove sperava ci fosse il cemento e dove ha seppellito il cadavere scopre invece che stanno effettuando un altro tipo di lavori. 

Notte viene spiato, ora ha tempo una settimana per consegnare gli 800 milioni. Una volta consegnati i soldi il suo passato sarà cancellato. L’uomo sottolinea però che non ce la farà a ricominciare un’altra volta dopo averlo già fatto in passato. Leonardo si incontra con Beatrice in un cantiere dove verrà fatta una clinica estetica, la donna però sottolinea come avrebbe voluto farci un centro di ricerca per l’Aids. La chirugia estetica è il futuro sottolinea e spiega come verrà tirata su la clinica. Notte svela che potrebbe partire verso Buenos Aires o Rio e propone a Beatrice di andare con lui. Poco dopo però si reca a comprare un biglietto solo andata per L’Avana, Cuba. Pietro e Veronica vanno a vedere una nuova casa, con un terrazzo che si affaccia sulla città. Per la donna è troppo cara, mentre l’uomo sembra convinto di prenderla. Veronica non vuole il bambino che sarebbe di intralcio alla sua carriera, Pietro rimane colpito dalle sue parole. Pietro racconta un fatto che ha sconvolto la sua vita nel passato, quando tornando a casa con gli amici la macchina è sciolata sul ghiaccio ed è venuto a mancare un suo amico di 17 anni. Veronica però non crede che facendo un bambino possa tornare indietro l’amico di Pietro.

Leonardo Notte è sicuro che la novità può arrivare dagli uomini radicati sul territorio: “Non ci servono uomini, dobbiamo vendere un sogno“. Si inizia a lavorare, con le pratiche televisive come mezzi principali, sullo spot elettorale. Veronica intanto è sotto shock, balla e canta piangendo bevendo vino, quando se ne accorge Pietro rimane senza parole. La donna gli confessa di essere incinta e se ne va. Per non finire dopo aver rifiutato le avances di un suo collega della Lega Nord Pietro ha dei problemi per i rapporti di amicizia con un elemento democristiano all’interno del suo palazzo. Ora l’uomo rischia di uscire dal giro politico. Luca Pastore si apre con Beatrice, doveva odiare qualcuno. Per sei mesi ha vissuto lontano da tutti, poi ha incontrato lei. Pastore bacia la donna e viene ricambiato nelle effusioni. Quando la donna non se ne accorge e prima che lo respinga posiziona un microfono sotto la sua scrivania. A Veronica viene sottolineato dal dottore che interrompere per una terza volta una gravidanza potrebbe portarla a non avere più figli in futuro. Notte viene inoltre nuovamente minacciato per il suo passato, la richiesta è di 800 milioni.

Siamo arrivati alla fine: , la serie di Sky ambientata negli anni di Tangentopoli e Mani Pulite oggi andrà in onda con gli ultimi due episodi, il nono e il decimo. Le indagini del pool di magistrati, come rivelano le anticipazioni, arriveranno a puntare il dito contro Bettino Craxi e le story-line dei personaggi si intrecceranno inevitabilmente con le vicende politiche. Veronica Castello (Miriam Leone) aveva scoperto di essere incinta, senza conoscere l’identità del padre: nel frattempo, Pietro era roso dai sensi di colpa per la decisione presa in merito alle armi, in modo che potesse favorire la donna e la sua carriera. Nel video promo delle puntata di oggi, si vede la donna inizialmente decisa e in seguito in lacrime, che le succederà? Leonardo Notte è determinato a trionfare, ma arriva ad ammettere che tutto ciò che ha fatto gli è costato molto caro, tanto che afferma: lei non sa cosa ho fatto per questo lavoro Clicca qui per vedere il video promo disponibile su Sky Atlantic

La politica è ancora collusa con la mafia e Mani Pulite e la fine della seconda Repubblica sono stati l’inizio e non la fine della corruzione in politica. Con queste parole Carlo Freccero analizza il momento storico e 1992 La serie in onda questa sera su Sky con gli ultimi due imperdibili epodi. Ai microfoni di Tv Talk l’autore televisivo Carlo Freccero parla della fiction in modo preciso e tagliente analizzando la sceneggiatura, la caratterizzazione dei personaggi e il contesto storico e spiegando che «Mani Pulite viene riletta come larcheologia del nostro presente. Ecco qui il video integrale dell’intervista.

“Il giorno è arrivato”, con queste parole un post sulla pagina Facebook di 1992 – La serie annuncia che la fiction di Sky è arrivata al suo capitolo conclusivo e che stasera alle 21.10 su Sky Atlantic vedremo il tanto atteso finale di stagione. Nell’immagine allegata rileggiamo anche alcuni dei pareri espressi dai giornali sulla serie tv: per l’Espresso 1992 è “televisione avanzata, L’Hollywood Reporter parla di “look cinematografico di classe, una trama sofisticata e il Corriere della Sera taglia corto con un semplice “impossibile staccarsene”. Commenti entusiasti anche dagli utenti: “Non vedo l’ora! Finalmente una serie di livello tipo The Wire, grande dramma e commento sociale!”, “Devo essere sincero, ho guardato 1992 con lo stesso sguardo con il quale le teenager della mia epoca guardavano dawson’s creeek. Bellissima serie”. Clicca qui per vedere il post.

La serie tv che raccolta gli inizi di Tangentopoli e dell’inchiesta di Mani Pulite, , è avviata verso il gran finale che andrà in onda questa sera, martedì 21 aprile 2015, su Sky Atlantic e in contemporanea anche su Sky Cinema 1 HD. In un’intervista esclusiva rilasciata a Linda Avolio e pubblicata sul sito ufficiale del canale, i tre sceneggiatori – Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo – hanno raccontato qualche retroscena in merito alla creazione di questi dieci episodi. Ma partiamo dal principio: Alessandro, spiegando come è partito tutto il progetto, afferma “la genesi di 1992 è stata molto lunga, ci sono voluti due anni, anche perché non avevamo modelli di riferimento. L’idea di base è partita da Stefano Accorsi e dal produttore Lorenzo Mieli di Wildside. Poi siamo entrati in gioco noi, e per prima cosa abbiamo deciso di focalizzarci su un periodo preciso, su un anno chiave, il 1992 appunto, l’inizio della rivoluzione, l’inizio della fine di un mondo, di un sistema. L’intenzione era fare qualcosa di originale, quindi abbiamo creato questi sei personaggi e li abbiamo inseriti in un quadro più grande“. Ludovica, invece, ha spiegato qual è stato lo scoglio più difficile da superare: “… Il momento, anzi, la fase di maggiore difficoltà è stata quella della creazione del personaggio di Luca Pastore, della sua back story. Inizialmente Luca avrebbe dovuto avere il padre colluso con la criminalità, un criminale lui stesso, ma la cosa non ci convinceva, così abbiamo riscritto completamente la sua storia, abbiamo inserito la questione dell’HIV…“. Ludovica continua poi spiegando che questa caratterizzazione del personaggio è una metafora che identifica in modo ottimale il periodo e l’anno descritto nella serie tv.

Ci siamo, anche per il nuovo gioiellino di casa Sky, 1992 – La serie, sta per arrivare il gran finale in onda questa sera su Sky Atlantic alle 21 e 10. Dopo il successo delle scorse puntate sembra che questa sera potrebbe ripete il boom di ascolti che solitamente è riservato ai finali. Ad un passo dall’epilogo, però, i fan chiedono a gran voce di vedere e rivedere una delle rivelazioni di questa fiction, ovvero l’attore potentino Antonio Gerardi. La voce storica di radio Kiss Kiss ha dato il volto al bell’Antonio, Antonio di Pietro, e i fans lo hanno amato sin dal primo momento. Lo rivedremo presto in tv? 

Siamo arrivati alla battute finali: stasera, martedì 21 aprile 2015, su Sky Atlantic e di Sky Cinema 1 HD saranno trasmessi gli ultimi due episodi di 1992, la serie tv in dieci puntate nata da unidea di Stefano Accorsi e ambientata appunto quando è scoppiato lo scandalo di Tangentopoli ed è partita linchiesta di Mani Pulite. Il finale degli scorsi episodi è stato un vorticoso intricarsi di interrogativi. Veronica scopre di essere incinta ma non sa chi può essere il padre. Pietro è in lotta con la sua morale e dopo avere votato contro il taglio dei costi delle armi vive una profonda crisi. Leonardo non è stretto tra i problemi con la figlia che partecipa a Non è la Rai e il successo accidentato in Pubblitalia che lo vede in perenne lotta con Dell’Utri. La fuga di Rocco Venturi apre scenari inimmaginabili. Ricatterà ancora Notte per avere i soldi necessari per vivere? Scomparirà del tutto dalla scena per sfuggire a Di Pietro? Le anticipazioni rivelano che il pool dellinchiesta di Mani Pulite riuscirà a mettere le mani su informazioni che incastrano Bettino Craxi, mentre invece i sei protagonisti saranno di nuovi di fronte a scelte difficilissime. Uscirà vincitore solamente chi avrà la tempra di percorrere la strada che sembra la più terribile.

2 agosto del 1992. Dell’Utri bussa alla porta di Leonardo Notte per comunicargli che grazie al suo incontro con Silvio Berlusconi in Sardegna, il centro studi di Pubblitalia riapre per sostenere la volontà di Berlusconi di non lasciare l’Italia in mano alle sinistre. Pochi istanti dopo Notte sua figlia Viola ha ricevuto una telefonata con la quale le viene annunciata la morte dello zio che la costringe a tornare dalla madre a Bologna. Il funerale riporta Leonardo Notte nel cimitero in cui è sepolta la donna morta a causa della quale il poliziotto Rocco Venturi lo ricatta. Si tratta di un duro tuffo nel passato. Ritroviamo il deputato leghista Pietro Bosco in piscina con la compagna Veronica Castello che vuole essere raccomandata in Rai, mettendolo in grossa difficoltà. Un altro problema è l’improvvisa scomparsa di Massimo, il suo amico militare malato di tumore, che avrebbe dovuto testimoniare in Commissione Difesa in merito all’inchiesta sull’uranio impoverito. 

Massimo non si presenta perché è stato portato in Svizzera per mano della Marina militare per farlo curare in cambio del suo silenzio. L’on. Gaetano Nobile vicino di casa di Bosco, per aiutarlo con la ragazza, la raccomanda alla Rai e in cambi chiede a Bosco di votare in Commissione Difesa contro il taglio al Ministero che vedrebbe danneggiata l’azienda di un suo amico produttore di armi. Un aiuto che inizialmente rifiuta ma poi accetta per accontentare Veronica Castello. Si vede Di Pietro tornare dall’estero dove i servizi segreti italiani lo hanno portato in quanto si trova nella lista nera della mafia. Di Pietro è sconsolato anche per l’omicidio di Borsellino. Il magistrato non demorde, nemmeno dopo l’inizio della campagna giornalistica contro di lui e la scoperta della talpa della Procura. È il poliziotto Rocco Venturi che collabora con l’inchiesta. La storia di Pastore con Bibi e la loro collaborazione per portare a galla la verità sul traffico di sangue infetto si sono interrotte dopo le minacce della mafia. Beatrice Mainaghi, nel tentativo di difendere la sua famiglia e Luca, racconta che in realtà non ci sono prove. Lui continua le indagini che lo porteranno a capire i legami tra l’azienda Mainaghi e la ditta che le ha venduto il sangue infetto. Nel tentativo di incastrare la ditta Luca Pastore commette un errore che crea problemi all’inchiesta di Di Pietro che lo allontanerà dal pool di Mani pulite. Durante il ricevimento a Montecarlo Veronica Castello sta per incontrare Berlusconi quando vede arrivare Pietro Bosco. Gli si fa incontro e scopre che Pietro è venuto a portarla via perché le ha trovato un posto da conduttrice in una trasmissione Rai. Al rientro in Italia, Notte avrà uno scontro con la compagna e madre di Viola in quanto la figlia vorrebbe partecipare a “Non è la Rai”. La madre costringe l’uomo a intervenire per dissuaderla e riportarla ad interessarsi agli studi ma Leonardo Notte non riesce nell’intento arrendendosi alla volontà della giovane ragazza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori