CARTOONS ON THE BAY/ Tra Expo e storia, i nuovi cartoni educativi targati Rai

- Ilenia Provenzi

Si è chiuso a Venezia Cartoons on the Bay 2015, il festival dedicato all’animazione. ILENIA PROVENZI ci parla dei cartoni Rai che hanno un chiaro intento educativo

LEONARDO_CartoneRaiR439
Il cartone su Leonardo Da Vinci

Si è chiuso a Venezia Cartoons on the Bay 2015, il festival dedicato all’animazione che ha visto protagonista Israele come paese ospite e DreamWorks Animation come studio dell’anno. Un tributo ai cartoons che hanno conquistato i più piccoli ma anche gli adulti, coniugando divertimento e profondità, musica e personaggi indimenticabili.

I cartoni animati rivestono da sempre un ruolo importante nella crescita dei bambini. I protagonisti delle storie viste sullo schermo diventano amici e modelli, trasformandosi in piacevoli ricordi quando si cresce. Se guardiamo al palinsesto della Rai, in particolare, si nota una grande attenzione ai temi e ai valori che si vogliono trasmettere ai più piccoli, come la curiosità, l’amicizia, il coraggio, la parità, la fiducia e la fantasia. Alcuni tra i prodotti più recenti affrontano dei temi attuali, come Il sogno di Brent, che parla dello sport praticato dalle persone disabili: il giovane protagonista resta vittima di un incidente con lo scooter a 14 anni e perde l’uso delle gambe, ma trova un sogno per cui combattere.

L’intento educativo è sempre presente nelle storie proposte sui canali Rai, e tale intento si declina in molti modi diversi. A volte i cartoni escono dallo spazio della tv ed entrano nelle scuole, partecipano agli eventi, espandendosi così nel tessuto sociale. In vista dell’Expo di Milano, una particolare attenzione è stata dedicata all’arte e all’alimentazione, per insegnare ai bambini ad adottare buone abitudini a tavola. Cibo, acqua ed energie rinnovabili sono i temi al centro del cartone animato Leonardo, che immagina l’infanzia di Leonardo da Vinci e che sarà presentato in occasione dell’Expo. 

La diffusione dell’arte è invece promossa attraverso L’arte con Matì e Dadà, mentre la musica classica è al centro delle storie di Oto e la musica e Max & Maestro. La tradizione italiana è presente in Trullalleri, una serie ambientata in Puglia che, unendo alimentazione e magia, mira a diffondere lo stile di vita mediterraneo, mentre la storia dell’antico Egitto fa da sfondo a Nefertine on the Nile, prodotto in collaborazione con il Museo Egizio di Torino.

Ma le serie animate servono anche a far conoscere i prodotti letterari, dai quali sono state tratte alcune delle storie più amate dei cartoni: Heidi torna in una nuova versione 3D, insieme a Il Piccolo Principe e a L’Isola del Tesoro, dove le avventure narrate da R. L. Stevenson sono riproposte in un prodotto che coniuga elementi classici e moderni, sulla scia dei Pirati dei Caraibi. Anche Bat Pat, di prossima uscita, è tratto da una serie di libri di successo, così come Geronimo Stilton, ormai un classico per il pubblico più giovane, e il simpatico Topo Tip

Arriverà presto anche la serie Giulio Coniglio, adattata dai libri, amatissimi dai bambini, di Nicoletta Costa. Così la televisione dei piccoli si adatta ai tempi senza perdere di vista i valori educativi, l’intrattenimento e la dimensione fantastica.

Per chiudere il cerchio, visto che l’Expo si avvicina, proprio Expo 2015 e Disney Italia hanno prodotto Expo Show: brevissimi episodi animati dallo studio Bozzetto che portano il pubblico nel magico mondo di Foody, la mascotte dell’evento che sta per prendere il via. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori