MARCO MASINI / Chi è il cantautore ospite a “Con il cuore, nel nome di Francesco”. Sconfitta l’influenza: Masini ci sarà!

- La Redazione

La scheda di Marco Masini. Chi è il cantante ospite a “Con il cuore-Nel nome di Francesco”, serata dedicata alla beneficenza condotta da Carlo Conti su Rai Uno.

Marco_Masini
Marco Masini

Dopo aver tenuto in allarme i tanti fan che avevano appreso con dispiacere dell’influenza di Marco Masini, è stato lo stesso cantante toscano, in seguito alla pubblicazione su Facebook della foto del termometro riportante una temperatura corporea superiore ai 38 C, a confermare la propria presenza all’evento benefico in onda stasera su Rai Uno “Con il cuore-Nel nome di Francesco”. Questo il messaggio pubblicato sul profilo Facebook ufficiale del cantante:”Il Maso sta un po’ meglio ed è già ad Assisi per le prove.”. Clicca qui per vedere la foto di Marco Masini al letto, ma in netta ripresa!

Gli ammiratori di Marco Masini potranno apprezzare la voce del loro beniamino questa sera a “Con il cuore, nel nome di Francesco”, evento benefico che si terrà ad Assisi per raccogliere fondi da destinare alle attività svolte dai francescani in Italia e nei territori colpiti dalla guerra e dalla povertà come Iraq e India. Ma chi è Marco Masini? Il cantante nasce a Firenze il 18 settembre del 1964. Sin da ragazzo la musica fa da colonna sonora alla vita di Marco, tant’è che appena adolescente, nel corso della frequentazione del liceo, il giovane forma una band musicale che prende il nome di “Errata Corrige”. Masini comincia a studiare seriamente la musica facendosi seguire da validi insegnanti tra cui il grande compositore e pianista Walter Savelli, ma nonostante le ottime referenze, non trova nessuna casa discografica disposta a puntatre su di lui. Per fortuna entra nella sua vita la figura carismatica di Beppe Dati, grande poeta e compositore, con il quale Marco collabora alla realizzazione di alcuni brani. Nel 1986 Masini viene notato dal grande produttore discografico Giancarlo Bigazzi, che gli permette di partecipare alla realizzazione di alcune colonne sonore come “Mery per sempre” e “Ragazzi fuori”. Il 1987 è l’anno del suo primo tour, prima da solista poi in coppia con il cantante Raf. Nel 1988 Masini invece pubblica un 45 giri dal titolo “Uomini” e successivamente un nuovo album nel quale duetta con Rosita Celentano nella canzone “Dal tuo sguardo in poi”. Nel 1990 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo con il brano “Disperato” riuscendo a posizionarsi primo nella sezione “Novità”. Anche l’anno successivo decide di prendere parte alla famosa manifestazione canora sanremese portando la canzone “Perché lo fai”, grazie alla quale arriva terzo.  di quell’anno l’uscita del suo secondo album “Malinconoia”. Successivamente partecipa anche al Festivalbar dove riesce ad ottenere il premio per il miglior album dell’anno. Nel 1993 pubblica l’album “T’innamorerai” in cui inserisce un pezzo che immediatamente ottiene numerose critiche e censure a causa del titolo:”Vaffanculo”. Le polemiche non si sedano ma si accentuano ulteriormente con l’uscita del quarto album “Il cielo della vergine”, che pubblica anche in spagnolo e in altri Paesi Europei come Svizzera, Germania e Belgio, a causa della presenza di due canzoni dai titoli alquanto espliciti e diretti: “Bella stronza” e “Principessa”. I seguenti sono per Masini anni di assenza dal panorama musicale fino a quando nel 1998 pubblica l’album “Scimmie”, senza però ottenere grande successo, cosa che si riconferma quando due anni dopo partecipa nuovamente al Festival di Sanremo e si posiziona soltanto al penultimo posto. Nonostante l’insuccesso nel 2000 parte alla volta del tour “Raccontami di te” che tuttavia si rivela una scelta infausta tant’è che l’anno successivo Masini decide di ritirarsi come cantautore affermando che questa decisione era dovuta al fatto di aver notato un atteggiamento eccessivamente critico e persecutorio nei confronti delle proprie canzoni, cosa che non gli permetteva di crescere professionalmente. Tuttavia, nonostante alcuni anni di assenza, Masini fa il suo ritorno nel panorama musicale nel 2003 quando pubblica l’album “Il mio cammino”, in cui ripercorre la propria vita e la propria carriera. Nel 2004 prende parte nuovamente a Sanremo con il brano “L’uomo volante” che gli permette di vincere la cinquantaquattresima edizione del Festival di Sanremo. Dopo il successo sanremese Masini pubblica un album omonimo a cui fa seguire un tour internazionale in Austria, Germania, Lussemburgo e altri Paesi europei. Anche l’anno successivo partecipa al festival di Sanremo con la canzone “Nel mondo dei sogni” arrivando tra i finalisti. Nel 2006 collabora invece con Umberto Tozzi realizzando un album intitolato con i propri rispettivi nomi. Gli anni successivi lo vedono partecipare nuovamente a Sanremo fino a che nel 2010 per festeggiare i suoi venti anni di carriera, Masini pubblica la raccolta live dal titolo “Un palco lungo… 20 anni!”. L’anno successivo realizza l’album “Niente d’importante” che gli conferisce immediatamente l’ottava posizione della Classifica FIMI Artisti. Nel 2012 viene premiato con il Premio Lunezia per il proprio tributo a Giancarlo Bigazzi. Nel 2013 esce il suo nuovo album “La mia storia piano e voce” e nel 2015 partecipa al Festival di Sanremo con la canzone “Che giorno è”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori