FATIME e SENADE SELMANAJ/ Chi erano madre e figlia uccise nel 2013 di cui si parlerà oggi ad Amore Criminale

- La Redazione

Fatime e Senade Selmanaj, chi erano madre e figlia uccise nel 2013 dal capofamiglia Veli di cui si parlerà stasera, 29 giugno, ad Amore Criminale su Rai 3. La ricostruzione della loro storia

amore_criminale_de_rossi_439
Amore Criminale, diretto da Barbara De Rossi

Questa sera, lunedì 29 giugno 2015, durante la trasmissione condotta su Rai 3 da Barbara De Rossi, Amore Criminale, viene raccontata la tragica storia di Fatime Selmanaj e sua figlia Senade, uccise da Veli rispettivamente marito e padre, il 13 ottobre 2013 nei pressi della cittadina di Pescina. Fatime e Senade erano due donne di origini kosovare che, in ragione dei problemi politici e civili scoppiati nel proprio Paese, insieme a tutta la loro famiglia, vengono a vivere in Italia. La famiglia è composta da Veli, Fatime e cinque figli (due maschi e tre donne), tra cui Senade. Veli agli occhi della gente appare come una persona mite e tranquilla, ma in realtà nasconde un carattere burbero e violento allinterno dellambiente familiare. Infatti, sottopone moglie e figli a continui maltrattamenti ed in particolar modo le figlie.

Veli abusa sessualmente di loro fin da quando sono delle bambine, non dando modo alla moglie di capire quanto stia succedendo, giacchè approfitta dei momenti della giornata in cui lei è a lavoro. Il muro di omertà cade nel 2011 quando il più grande dei due figli maschi, Fetah, si accorge della cosa e convince sorelle e madre nel denunciare il tutto ai carabinieri. Veli viene indotto ad abbandonare il Paese, andando a vivere in Germania. Per Fatime, Senade e tutto il resto della famiglia cè quindi la possibilità di avere finalmente una vita felice, senza dover sottostare alle angherie del violento uomo. Tuttavia, Veli nel frattempo cova la voglia di vendetta e ritornando a Pescina a due anni di distanza, uccide Senade e Fatima con una pistola detenuto illegalmente. Luomo verrà arrestato dai carabinieri e condannato allergastolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori