PIOGGIA INFERNALE/ Su Cielo il film di Mikael Salomon con Morgan Freeman: primo ruolo da cattivo per lattore. Trailer

- La Redazione

Cielo trasmette stasera alle 21.15 “Pioggia infernale”, il film del 1998 diretto da Mikael Salamon. Protagonisti della pellicola gli attori Morgan Freeman e Christian Slater. Ecco la trama

logo-cielo
Il film in onda su Cielo

Questa sera su Cielo va in onda il film di Mikael SOlomon “Pioggia infernale”, con Morgan Freeman e Christian Slater. Nella pellicola vediamo una banda mettere a punto un piano per derubare un vagone portavalori approfittando dell’evacuazione di una cittadina a causa delle piogge torrenzialei che si stanno abbattendo su di essa. Ecco il trailer del film.

Insieme a Christian Slater, Morgan Freeman è il protagonista assoluto di Pioggia Infernale, il film diretto da Mikael Solomon che va in onda stasera su Cielo. Per l’attore di Memphis questo ruolo datato 1998 è stato il primo a farlo calare nei panni di un cattivo, anche sul finale del film scopriremo che non tutto è come sembra e che quindi non è in realtà il vero nemico non è il personaggio da lui interpretato.

Pioggia Infernale, il film che Cielo trasmetterà stasera alle 21.15, è una pellicola d’azione con protagonisti Morgan Freeman e Christian Slater girata nel 1998 da Mikael Salomon. Ecco la trama. Una grossa alluvione sta allagando tutti gli Stati Uniti, ma questo non ferma Tom e suo zio Charlie dallo svolgere le loro mansioni lavorative: il loro compito è quello di ritirare i soldi dalle varie banche delle città. I due decidono di proseguire con le loro mansioni finché, arrivati in una città dell’Indiana, non restano bloccati in un fosso sulla strada. Mentre tentano di far ripartire il furgone, zio e nipote vengono attaccati da una banda di rapinatori, capeggiata dal perfido Jim: si tratta di un gruppo di criminali che assalta le banche e che, seguendo il furgone, ha approfittato della situazione. Charlie, che capisce la situazione, inizia a litigare coi rapinatori: questo ovviamente irriterà Kenny, Ray e Melhor, che decideranno di passare alle maniere forti, mostrandogli l’artiglieria pesante in loro possesso, con lo scopo di ottenere immediatamente il denaro. Scoprendo che Charlie ha anche chiamato la polizia, i rapinatori entrano nel panico ed un colpo viene fatto esplodere: Kenny accidentalmente spara a Charlie, che morirà tra le braccia di suo nipote. Approfittando della situazione, Tom riesce a scappare coi tre milioni di dollari raccolti, e sotto la pioggia sempre più battente, viene inseguito da Jim e dai suoi tre complici. Preso dal panico e non sapendo pilotare la moto d’acqua, Tom decide di nascondersi in una chiesa vicino alla baita e preso dallo sconforto e dallo stress, sviene. Poche ore dopo si ritroverà in una cella dell’ufficio dello sceriffo: questo chiede ripetutamente dove siano nascosti i soldi, e se Tom è un rapinatore, ma il giovane nega tutto. Lo sceriffo, che in fondo crede a Tom, decide di mandare alcuni suoi uomini ad indagare, mantenendo però in prigione Tom: una persona sospettata è Karen, ovvero la custode della chiesa nella quale Tom è svenuto. Nel frattempo la città corre un serio pericolo quando, dalla diga, viene aperto un nuovo argine: anche Tom rischia la vita, visto che la cella nella quale si trova inizia ad allagarsi. Fortunatamente, Karen si reca nell’ufficio dello sceriffo e riesce a far scappare Tom attraverso una finestra posta nel soffitto della caserma dove Tom è stato rinchiuso. Nella prigione si reca anche Kenny, che minaccia di morte Tom: per sua sfortuna, un contattore elettrico cade in acqua e Kenny muore fulminato. Tom e Karen si recano in una barca e si fanno aiutare da due persone del luogo, ma Jim e la sua banda riescono a raggiungerli e, dopo aver preso in ostaggio le due persone, minacciano Tom. Il giovane decide di collaborare e scopre che suo zio Charlie era un complice di Jim, col quale avrebbe dovuto dividere il malloppo. Tom conduce Jim nel luogo dove dovrebbero essere nascosti i soldi ma, con grande stupore, scopre che questi sono spariti. Prima che Jim dia un qualche ordine ai suoi uomini, lo sceriffo arriva nella chiesa e uccide i complici di Jim, che scapperà con Tom. L’uomo gli rivelerà che i soldi gli servono per poter vivere in maniera felice in un’altra città visto che lo sceriffo è una persona corrotta. Dopo un lungo inseguimento, lo sceriffo cercherà di uccidere Karen, ma verrà freddato da due colpi di pistola, sparati da Tom e Jim, che scapperà prendendosi sia il denaro che la colpa dell’omicidio, mentre Karen e Tom osservano la chiesa che va a fuoco per poi essere salvati dalla polizia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori