KARIMA/ Dopo Carmen Consoli dovrà interpretare Amy Winehouse (Tale e Quale Show 2015, puntata 25 settembre)

- La Redazione

Karima torna nel programma condotto da Carlo Conti su Rai Uno. Dopo Carmen Consoli, la cantante dovrà interpretare Amy Winehouse. (Tale e Quale Show 2015, puntata 25 settembre)

karima_cantante_r439
Karima

E’ in programma questa sera, venerdì 25 settembre 2015, un nuovo appuntamento con “Tale e Quale Show 2015“, in onda su Rai Uno in prima serata. 

La seconda puntata della quinta edizione di Tale e Quale Show regala alla rete ascolti record, vince infatti la serata con 4.763.000 spettatori ed il 23,78% di share, dati che testimoniano l’ampio gradimento del pubblico e ne fanno il programma di punta della stagione televisiva.
Fra i concorrenti di quest’anno spicca Karima Ammar, in arte Karima, ed è chiaro a tutti che di strada ne ha fatta da quando, con una voce vibrante e un sogno nel cassetto, era una concorrente di Amici di Maria De Filippi.

Nella seconda puntata di Tale e Quale show, Karima si ritrova a vestire i panni di Carmen Consoli, una sfida davvero molto impegnativa se si pensa a quanto le due differiscano l’una dall’altra, nonostante siano entrambe cantanti dotate di grande talento. La sua esibizione è preceduta da un breve filmato nel quale viene mostrato il percorso fatto da Karima per prepararsi ad impersonare Carmen Consoli: il lavoro sul suo aspetto fisico, i consigli preziosi di Emanuela Autieri sull’importanza della posizione delle labbra e i suggerimenti della tutor sul timbro di voce. E lei ce la mette tutta, senza mai tirarsi indietro.

Dietro le quinte con Carlo Conti, mentre veste ancora i panni di Karima rivelando a tutti il suo fascino, si mostra sicura di poter raccogliere la sfida e dare il meglio.
Ed infatti la sua esibizione si apre in maniera maestosa, con un gioco di luci ed ombre che avvolge la figura che, con sicurezza, si fa strada sul palco, eterea e leggera, quasi ovattata. 
E quando dalle ombre si intravedono il riccio ribelle dei capelli e la linea sobria del vestito, sembra quasi di rivedere lei, Carmen Consoli. E così, seduta su uno sgabello, avvolta dalla sua semplicità, inizia la sua esibizione. Non serve una coreografia, stavolta; non serve alcuna scena. Lo spettacolo lo fa da sola, forte della sua semplicità, e si supera. Karima è perfetta, il trucco e la sceneggiatura regalano davvero la sensazione di ascoltare la Carmen dei vecchi tempi quando catalizzava l’attenzione dei telespettatori con la sua magistrale semplicità, cantando parole di burro. Karima è riuscita a regalare una performance davvero superlativa e ricca di emozione, sentimento che avvolge con naturalezza tutto lo studio.
Appare davvero più sicura rispetto alla prima puntata di Tale e Quale Show, nella qual aveva vestito i panni di Beyoncé cantando la sua famosissima Crazy in love: nella prima esibizione, infatti, l’emozione l’aveva un po’ tradita, forse per il fatto di doversi destreggiare nel ballo, oltre che nel canto, ma nella seconda puntata appare davvero più controllata e sicura di sé, nonostante la difficoltà evidente della prova in questione. 
Non deve essere stato facile per lei, infatti, vestire i panni di un’artista che è davvero agli antipodi rispetto al suo solito concetto di musica: la tonalità, la voce, il timbro. 

E’ Carmen e non è più Karima e questo, a Tale e Quale Show, è la carta vincente. A livello tecnico appare evidente che la voce graffiante e coinvolgente della Karima che abbiamo imparato a conoscere negli anni è stata abilmente messa da parte per lasciare spazio alla tenue vocalità di Carmen Consoli.

Solo in qualche nota più alta viene fuori, con prepotenza, la Karima che conosciamo, ma ciò tutto sommato non dispiace: 
sembra quasi, infatti, che voglia mettere del suo nella esibizione, ricordando che quella che siamo abituati a vedere è lì, nascosta, pronta a venir fuori da un momento all’altro.
Ed anche i giudici in sala, nonostante abbiano captato qua e là qualche nota di Karima, si complimentano per la performance di alto valore artistico, in particolare Gigi Proietti e Loretta Goggi che non fanno mancare le lodi al percorso artistico di Karima, al di là della sua esibizione.

Ma a fine serata la classifica la pone al decimo posto con soli 37 punti, forse l’emozione non ha del tutto abbandonato le sue performance, ma da quello che si può vedere Karima è una di quelle concorrenti destinate a regalarci ancora molte emozioni; ha dalla sua parte un importante bagaglio di esperienza come cantante, l’unica fra tutti i concorrenti, ed ha dimostrato di poter essere eclettica vestendo i ruoli più complessi. 
Questo la rende agli occhi di tutti una grande professionista, oltre che una concorrente temibile. 

La puntata volge al termine ed è tempo di far partire la slot machine che segnerà la sorte di ogni concorrente in gioco, decretando il personaggio da interpretare nella prossima puntata.
Tocca a Karima, che si sistema davanti allo schermo in attesa di ciò che la sorte ha deciso per lei, quindi parte l’estrazione, e dopo pochi secondi la slot si ferma sull’immagine di Amy Winehouse, in un esclamazione di sorpresa che coinvolge tutto lo studio.
Sarà lei l’artista che Karima dovrà interpretare nella sua prossima esibizione, una sfida davvero molto importante da raccogliere, vista la complessità del personaggio. 
Ma siamo sicuri che Karima non deluderà i suoi fans. 
La seguiremo nelle prossime puntate, certi che ci riserverà ancora molte sorprese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori