GIOVANNI ALLEVI/ Il pianista e compositore marchigiano ospite su Rai 1 (20 anni di Porta a Porta, oggi 17 febbraio)

Giovanni Allevi sarà ospite oggi in prima serata Rai 1 da Bruno Vespa: regalerà al pubblico a casa qualche performance? (20 anni di Porta a Porta, oggi 17 febbraio 2016)

17.02.2016 - La Redazione
PortaaPorta_vespa_R439
Bruno Vespa

Giovanni Allevi è un pianista e compositore tra i più conosciuti e apprezzati del panorama musicale italiano. Nel corso della sua carriera, iniziata nel 1997, ha inciso 9 album in studio, due dal vivo e quattro raccolte. I suoi lavori strumentali hanno sinora ottenuto quattro dischi di platino e quattro di oro. Stasera, mercoledì 17 febbraio 2016, sarà ospite dello studio di Bruno Vespa per i 20 Anni di Porta a Porta, dove senza dubbio regalerà al pubblico qualche performance emozionante. Giovanni Allevi (Ascoli Piceno, 1969), si è diplomato in pianoforte al Conservatorio Morlacchi di Perugia nel 1990 a 21 anni. Ha completato gli studi universitari laureandosi in Filosofia nel 1998 mentre nel 2001 ha perfezionato le sue competenze musicali diplomandosi in Composizione al Conservatorio Verdi di Milano. Durante il servizio di leva (1991) suona il pianoforte nella Banda Musicale dell’Esercito Italiano. Il suo debutto professionale nel mondo della musica accademica avviene nel 1996 quando Allevi musica la tragedia Le Troiane di Euripide. Il giovane pianista si aggiudica il Premio speciali per le migliori musiche della rappresentazione teatrale. L’anno seguente ottiene un premio per le selezioni internazionali di giovani pianisti al Teatro San Filippo di Torino.

Le ambizioni di Giovanni Allevi non si fermarono in ambito accademico: voleva diventare famoso anche nell’ambiente pop. La svolta avviene grazie alla sua amicizia con Saturnino Celano, bassista di Jovanotti. Allevi si trasferisce a Milano, entra in contatto con Jovanotti, che rimasto impressionato dalla sua tecnica pianista gli offre la possibilità di aprire i suoi concerti per l’album L’albero uscito nel gennaio del 1997. Giovanni Allevi ottiene grandi consensi nel tour con la star italiana del pop Lorenzo Cherubini. Il bassista Saturnino Celani produce il primo album solista di Giovanni Allevi per solo piano intitolato 13 Dita. Il responso della critica è molto favorevole. Allevi si esibisce negli Stati Uniti, in Giappone e a Hong Kong. La strada verso il successo è ormai spianata. Nel 2002 il pianista marchigiano suona ancora in apertura del tour di Jovanotti Quinto Mondo e nel 2003 pubblica il secondo album solista composto da 13 brani per solo pianoforte. La consacrazione per Giovanni Allevi avviene nel 2005 grazie alla pubblicazione dell’album No concept che solo in Italia ottiene il disco di platino. Il regista statunitense Spike Lee sceglie il brano Così come sei per il suo spot pubblicitario per la BMW. Allevi è ormai considerato una vera e propria star della musica classica e del pop più raffinato. L’anno seguente è la volta di Joy, il suo lavoro con il più alto riscontro di vendite (ben tre dischi di platino solo in Italia). Nel 2008 Giovanni Allevi ottiene il prestigioso invito come direttore d’orchestra nell’Aula del Senato e nel 2009 suona con il cantautore romano Claudio Baglioni. L’album di Allevi, Evolution, uscito nel giugno del 2008 si aggiudica un altro disco d’oro. Il successivo Alien (2010) vince un disco di oro e uno di platino. Gli ultimi dischi di Allevi sono Sunrise (2012), Christmas for you (2013) e Love (2015).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori