ELTON JOHN / Il cantautore sul palco con la museruola? Parlerà di diritti? (Sanremo 2016, prima puntata 8 Febbraio)

- La Redazione

Elton John, il cantante britannico è tra i super ospiti che saliranno sul palcoscenico dell’Ariston per questa prima serata della 66^ edizione del Festival. La sua scheda (Sanremo 2016).

eltonjohn_r439
Elton John (Infophoto)

Questa sera si apre sul palcoscenico dell’Ariston l’edizione numero 66 del Festival di Sanremo per la conduzione di Carlo Conti. Una prima puntata particolarmente attesa non solo perché quella d’inaugurazione di questo Conti bis ma anche per la presenza tra gli ospiti, del cantautore britannico Elton John che sarà presente insieme al marito David Furnish. Tutti conoscono l’orientamento sessuale di Elton John e di quanto si sia battuto negli anni per i diritti delle coppie omosessuali, per cui la sua presenza all’Ariston è stata criticata tantissimo soprattutto in ragione del dibattito in atto in Italia in tema di unione civili. Tuttavia dalla Rai, nella persona del direttore di Rai Uno, Giancarlo Leone, e dello stesso Carlo Conti, assicurano come Elton John canterà esclusivamente senza affrontare alcun tema politico. Al momento Elton John ha solo cantato e parlato di beneficenza, parlerà di diritti e coppie gay?

Carlo Conti ha già annunciato la presenza sul palco del Festival di Sanremo 2016 il cantante inglese Elton John. Al momento sul palco del Teatro Ariston ci sono Aldo, Giovanni e Giacomo che si stanno esibendo in una delle loro più famose scenette. Dopo di loro però sarà il momento dell’artista che canterà sicuramente alcuni dei suoi pezzi più conosciuti. Sono tantissimi i fan da tutto il mondo che seguono l’evento in attesa proprio di uno dei pezzi della storia della musica internazionale in quello che è il festival della canzone italiana. Non manca molto, tra poco lo vedremo davvero sul palco.

Elton John sarà tra i protagonisti di Sanremo 2016 come ospite internazionale. C’è però chi come Mario Adinolfi che non sembra felicissimo di questa presenza. Ecco il suo post su Facebook: “Promemoria per Elton John e Nicol Kidman, ripassino per Carlo Conti: Chiunque in qualsiasi forma realizza o pubblicizza la commercializzazione di gameti, embrioni o la surrogazione di maternità verrà punito con la reclusione da tre mesi a due anni e con la multa di seicentomila a un milione di euro. Questo dice la legge italiana. Il femminismo internazionale ha firmato la Carta di Parigi. La Carta è stata firmata anche dalla rappresentante del governo italiano. A Sanremo Conti dica che i figli non si pagano”. Clicca qui per il post e i commenti.

Questa sera, martedì 9 febbraio 2016, ha finalmente inizio la 66esima edizione del Festival di Sanremo per la conduzione di Carlo Conti che si avvale del supporto di Madelina Ghenea, Virginia Raffaele e Gabriel Garko. Si parte alla grande con una prima puntata scoppiettante ricca di super ospiti tra cui spicca il nome del cantante britannico Elton John, celebre nel mondo per alcuni successo senza tempo.

Elton John è uno dei più famosi e significativi cantanti espressi dalla musica degli ultimi cinquant’anni. Nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera ha inciso 33 album in studio, quattro dal vivo, altrettante colonne sonore e dieci raccolte ufficiali per un totale di circa 400 milioni di dischi venduti in tutto il mondo. Nato come Reginald Kenneth Dwight, in un periferico quartiere della Grande Londra nel 1947, inizia assai precocemente a suonare il pianoforte all’età di tre anni grazie all’interessamento della nonna materna. Il piccolo Elton John inizia a prendere regolari lezioni di piano dai sette agli undici anni, quando grazie ad una borsa di studio accede al prestigioso Conservatorio Royal Academy of Music di Londra. Qui studia i grandi compositori classici come Bach, Haendel e Chopin ma il giovane pianista si rende conto che vuole diventare un musicista di rock’n’roll. Dopo alcune esperienze in band giovanili, Elton John tenta di entrare come cantante prima nei King Crimson e poi nei Gentle Giant. La svolta della sua carriera avviene con la conoscenza del paroliere Bernie Taupin. Con lui inciderà il primo album ‘Empty sky’ (1969) seguito da ‘Elton John’ (1970). La definitiva consacrazione come rock star arriva con ‘Tumbleweed Connection’ (1970) e con ‘Madman across the water’ (1971), album vendutissimi in tutto il mondo in cui il musicista dimostra il suo grande talento come compositore, come pianista e come cantante. Dopo ‘Honky chateau’ (1972), Elton John raggiunse il suo apice creativo con i capolavori ‘Don’t shoot me i’m only the piano player’ e ‘Goodye yellow brick road’, entrambi registrati nel 1973. Con questi dischi Elton John entra nella leggenda della musica pop di tutti i tempi. La sua carriera non conoscerà mai momenti di declino. I successiv dischi saranno sempre amati e apprezzati in tutto il mondo come ‘Caribou’ (1974), ‘Rock of the westies’ (1975), ‘A single man’ (1978) e ‘Victim o love’ (1979). Per tutti gli anni ’80 e ’90 l’infaticabile pianista sforna quasi un disco di successo ogni anni allargando i suoi orizzonti artistici al genere del musical. Anche nel XXI secolo Elton John pubblica album di grande successo come ‘Songs from the west coast’, ‘The Captain and the kid’ (2006) sino all’ultimo ‘Wonderful crazy night’ pubblicato il 5 febbraio del 2016. Per quanto riguarda la sua vita privata, Elton John si è sposato con David Furnish nel 2014 dopo che i due si erano uniti con rito civile dal 2005 in Gran Bretagna. I due, tramite una madre surrogata hanno avuto due figli, il primo nel 2010 e il secondo nel 2013. Grazie alla sua partecipazione al Festival di Sanremo edizione 2016, molti quotidiani italiani come Il Giornale, La Repubblica e il Fatto quotidiano hanno scritto su Elton John ed in particolare sulla sua presenza a Sanremo insieme al marito e probabilmente parlerà del tema esplosivo delle unioni civili, motivo di acceso dibattito in Italia in questi giorni. Anche ‘Avvenire’, il quotidiano dei cattolici italiani si è occupato in maniera critica sulla presenza del cantante inglese alla competizione canora per via del suo discutibile orientamento sessuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori