CRIMINAL MINDS 11 / Anticipazioni dell’11 marzo 2016: il BAU indaga su voodoo e satanismo per catturare un killer “vampiro”

- La Redazione

Criminal Minds 11, anticipazioni puntata di oggi, venerdì 11 marzo 2016, su Fox Crime in prima visione Tv. Le due vittime presentano un particolare inquietante: il sangue è stato scambiato..

criminalmindsR439
Criminal Minds 11

Nella prima serata di oggi, venerdì 11 marzo 2016, Fox Crime trasmetterà un nuovo episodio della serie Criminal Minds 11, in prima visione Tv assoluta. La puntata che andrà in onda è la decima, dal titolo “Futuro allo specchio“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Il vice direttore dell’NSA, Tony Axelrod (Andrew Borba), chiede ad Hotch (Thomas Gibson) di indagare sul cartello messicano Libertad. Un agente è stato ucciso ed altri due sono scomparsi in un’operazione congiunta di DEA ed NSA. Axelrod crede che il killer abbia una talpa interna alle squadra e che possa trattarsi del vice direttore della DEA Bernard Graff (Rick Ravanello). Il corpo di Mark Bauers è stato ritrovato a Siudad Juarez, una delle città più pericolose di El Paso, e sul suo volto ne è stato applicato un altro scuoiato. Gli agenti Sarah Miles (Shalaina Castle) e John Portman (Orson Chaplin) si trovano in estremo pericolo ed Hotch decide di inviare l’intera squadra sotto copertura ad El Paso, mentre lui sceglie di coordinare le operazioni informatiche. Il corpo di Bauers è stato ritrovato vicino ad una fossa comune usata per i corpi di un cartello rivale e J.J. (A.J. Cook) crede che possa trattarsi di un depistaggio. La DEA si sta occupando di identificare la talpa che Graff sospetta sia il contatto informatico fra Libertad e l’operazione. Hotch viene assegnato ad una postazione, ma Graff incarica Adrienne Mitchell (Elizabeth Grullon) di scoprire il vero motivo per cui si trova lì. J.J. chiede subito se uno dei familiari delle vittime ha ricevuto telefonate strane e scopre che effettivamente un contatto c’è stato, ma è rimasto anonimo. Derek (Shemar Moore) e Rossi (Joe Mantegna) si recano dal coroner e scoprono che il secondo volto è stato applicato a Bauers post mortem usando particolari applique. Derek crede che l’SI sia spinto da una forma di eccitazione per la tortura e che non usi il modus operandi tipico di un cartello. Intanto, J.J. e Tara (Aisha Tyler) raggiungono un locale frequentato da alcuni membri del cartello e spingono il gestore a collaborare premendo sulla presunta irregolarità dei registri contabili. L’uomo ricorda improvvisamente di aver visto Sarah Miles qualche giorno prima in compagnia di un’altra donna. Graff invece rivela ad Hotch di aver capito che si trova lì per scoprire se hanno una rete Hornet con cui effettuano operazioni criminali. Ore dopo viene ritrovato anche il corpo di Portman con le stesse torture della prima vittima. Rossi nota che l’SI ha cambiato alcuni particolari e che ora non stia cercando più di depistare le indagini. Il BAU delinea il profilo: l’SI ha sui 35 anni e sfrutta le vittime della droga per nascondere i suoi omicidi. La squadra crede che qualcuno di Libertad potrebbe conoscere la sua identità e che la prima vittima possa aver capito chi è l’uomo in collegamento fra le operazioni in internet ed il cartello. In quell’istante Graff viene informato che l’informatore è stato ucciso e che la sua auto è esplosa. Nel frattempo, il killer si presenta con il volto di Portman sopra il proprio, pronto ad uccidere anche Sarah. Garcia (Kirsten Vangsness) scopre che qualche anno prima era stata fatta un’indagine su un presunto serial killer per via di alcuni delitti avvenuti dall’altra parte del confine. Quella notte, Graff chiede ad Hotch di raggiungerlo per discutere urgentemente di una cosa, ma il vice direttore viene ucciso ed il killer simula un suicidio. L’NSA conclude che Graff si sia voluto uccidere perché oppresso dal senso di colpa, ma Hotch raggiunge la Mitchell e scopre che il vice direttore aveva scoperto qualcosa di nuovo sulla talpa. Nella flashdrive, Graff ha inserito diversi fascicoli sulla Polizia ed Hotch capisce che la tampa è della DEA. Nel frattempo, Garcia individua Jillian Carter (Erin Cardillo) come sospettata e J.J. capisce che si tratta della donna che è stata vista con Sarah. Derek e Tara invece raggiungono una fattoria, mentre Garcia identifica l’SI come Jacob Dufour (Richie Stephens). L’SI tramortisce Tara con il taser, ma Derek la stende. Hotch scopre invece che la talpa è il direttore dell’NSA e lo fa arrestare.

Vengono ritrovati i corpi di cui vittime, fra cui la donna è stata completamente dissanguata. Il particolare inquietante induce Derek a credere che l’SI possa aver a che fare con le gang di satanisti voodoo. J.J. è convinta che possa trattarsi di vampirismo oppure qualsiasi setta che abbia a che fare con i feticci di sangue, escludendo assolutamente che possa essere considerato un caso nella norma. Intanto, una ragazza accede in un cimitero per un appuntamento misterioso, non sapendo che si troverà fra le braccia dell’SI. L’uomo la convince ad indossare la benda ed in pochi secondi la tramortisce. Mentre si trovano in viaggio verso la Florida, Garcia viene informata dell’identità delle vittime e del fatto che fossero scomparse 3 giorni prima. L’autopsia invece rivela che le vittime sono state uccise appena 24 ore prima del ritrovamento e questo evidenzia che l’SI le ha trattenute per due giorni. La squadra si divide e Tara si presenta dal coroner che le mostra una ferita su una delle vittime che assomiglia ad un morso, ma che in realtà è stata asportato chirurgicamente. Poco dopo, il medico viene informato che il sangue del corpo di Hendings è in realtà quello della seconda vittima. Hotch invece viene informato della scomparsa di Savannah Hayes e del fatto che lavorasse nello stesso locale di una delle vittime.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori