ARIADNA GAYA/ L’attrice spagnola ospite nel salotto della Toffanin (Verissimo, puntata sabato 9 aprile 2016)

- La Redazione

Ariadna Gaya, l’attrice della soap opera spagnola Il Segreto è ospite nel programma condotto da Silvia Toffanin su Canale 5 (Verissimo, puntata sabato 9 aprile 2016)

verissimo-2014-toffanin-R439
Silvio Muccino, verissimo

Ariadna Gaya è un’attrice spagnola, che ha avuto molto successo in Italia, grazie alla presenza nella soap Il Segreto: oggi, sabato 9 aprile 2016, sarà ospite a Verissimo da Silvia Toffanin. Nata a Vilassar de mar, a Barcellona, nel 1992, si è sottoposta a ferree istruzioni con grande successo. Durante i suoi studi per il teatro, è stata notata da José Carbacho e Juan Cruz. In età molto precoce, solo 14 anni, inizia una carriera televisiva. Alle prese con il film Cobardes, deve interpretare Carla. Un vero successo che la porta immediatamente in un altro cast. Inizia le riprese per El cor de la ciutat, in cui rappresenta Lluna Lobet. Successivamente si dedica a moltissimi cortometraggi. Grazie alle sue enormi capacità, nel 2010 prende parte al film Tres metros sobre el cielo, interpretando Silvia Ruiz. Insieme a Samuel Colt interpreta moltissimi personaggi in vari cortometraggi. Infine, approda nella nella popolare soap opera Il segreto. Si realizza il grande sogno, scritturata da Antena 3, non ha affatto deluso le aspettative del pubblico. Interpreta il personaggio di Aurora Castro, la figlia di Pepa e Tristan. La soap, che ha avuto molto successo in Spagna, è approdata anche in Italia. Con le sue grandi doti comunicative, si è fatta amare dal pubblico italiano, che si affezione a lei in ogni puntata. 

Di Ariana non sappiamo moltissimo. È una persona estremamente riservata, che non ama trovarsi al centro dell’attenzione e svelare tutti i suoi segreti. Ma, purtroppo, essendo un’attrice, qualche cosa esce sempre. In un’intervista rilasciata ad un quotidiano spagnolo, spiega le motivazione della sua carriera, il perché ha deciso di percorrere questo stile di vita. Le motivazioni che l’hanno portata a percorre questo tipo di lavoro sono la curiosità e la voglia di creare qualcosa di nuovo. Principalmente era interessata a tutte le cose che avvenivano dietro le cineprese, e in che modo venisse creato un film.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori