Marco D’Amore / Ciro L’Immortale trema: Nun sapit che v’aspetta, Foto (Gomorra 2 – La serie, puntata 31 maggio 2016)

- La Redazione

Marco D’Amore è Ciro L’immortale, sarà lui la prima vittima della furia di Don Pietro Savastano pronto per la guerra? (Gomorra 2 – La serie, puntata 31 maggio 2016)

gomorra-serie-R439
Gomorra - La serie 2, Sky

Marco D’Amore è Ciro L’immortale: Nun sapit che v’aspetta, Foto (Gomorra 2 – La serie, puntata 31 maggio 2016) – Stasera andranno in onda le puntate numero sette e otto di Gomorra 2 – La serie. Saranno come al solito tantissime le sorprese come ci ha abituato questa seconda stagione, dove in ogni serata è successo qualcosa che davvero non ci saremo mai aspettati. Le anticipazioni parlano della possibile morte di Don Pietro Savastano, ma non arrivano conferme ovviamente perchè non si vuole rovinare il fascino dell’attesa e della prima tv. Ad anticipare che ci saranno grandi sorprese ci pensa Marco D’Amore che nella serie interpreta la parte di Ciro Di Marzio: “Stasera puntate 7-8 di Gomorra 2. Nun sapit che v’aspetta… io come al solito voglio commenti e anche le critiche! Un abbraccio forte forte a tutti voi! #Gomorrah #Gomorralaserie #CiroDiMarzio”, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower.

Marco D’Amore è Ciro L’immortale, è lui il capo? (Gomorra 2 – La serie, puntata 31 maggio 2016) – Ciro Di Marzio detto l’Immortale è il personaggio interpretato da Marco D’Amore in Gomorra. E’ lui che da sempre sta facendo il bello e il cattivo tempo nella serie tv firmata Sky Atlantic e sin dalla prima puntata lo abbiamo visto camminare sul filo tra lealtà e tradimento. E’ stato lui a contattare la polizia e fare da informatore nella prima stagione e tutto per portare via il potere ai Savastano almeno fino a quando Genny è finito in ospedale dopo un incidente in moto e Don Pietro è stato arrestato. Fu in quel momento che l’Immortale assaporò il gusto del comando e vide la possibilità di prendere quel posto che, secondo lui, si era meritato di diritto al contrario dell’amico Genny. I suoi sogni si infransero con l’intervento di Donna Imma, moglie del boss che lui stesso uccise a metà della prima stagione, ma con quale risultato? Nessuno. Genny tornò dal Sud America e ancora una volta lui fu costretto a sedersi in un angolo almeno fino al finale della prima stagione quando cercò di uccidere il suo “rivale” a colpi di pistola come in uno dei migliori film western, e adesso? Genny è tornato in vita ma resta in disparte e anche Don Pietro non può fare molto dall’appartamento in cui è costretto a vivere dopo la fuga dal carcere. Ciro può finalmente avere tutto quello che ha sempre desiderato e sembra pronto a tutto per mantenere il suo posto di potere anche ad uccidere la moglie strangolandola senza pietà durante una passeggiata in spiaggia dopo una cena romantica. L’Immortale si è sporcato del sangue di sua moglie, la madre di sua figlia e tanto basta a Genny per lasciarlo vivere in uno scontro faccia a faccia alla vigilia del loro appuntamento. I rimorsi uccideranno Ciro? Questo è quello che pensa Genny ma, una volta girato l’angolo, il suo rivale è ancora una volta pronto a colpirlo spingendo i suoi uomini a passare dalla sua parte e tradire i Savastano. Questo ha dato il via ad una vera e propria lotta di quartiere andata in scena nella scorsa puntata della serie e che Genny ha deciso di sedare ancora una volta in nome della pace e della tranquillità. Il vero nemico di Ciro, quindi, è Don Pietro Savastano? 

Marco D’Amore è Ciro L’immortale, sarà lui la prima vittima della furia di Don Pietro Savastano pronto per la guerra? (Gomorra 2 – La serie, puntata 31 maggio 2016) – Nella nuova puntata della serie vedremo i due nuovamente uno contro l’altro. L’intenzione di Don Pietro, sin dalla sua fuga dal carcere, era proprio quella di vendicarsi dell’uomo che lo ha tradito, che ha ucciso sua moglie e che ha quasi ucciso suo figlio. Se fino a questo momento Genny ha sedato gli animi di tutti, dalla prossima puntata, in onda martedì 31 maggio su Sky Atlantic, le cose potrebbero cambiare. Ciro avrà Don Pietro da gestire e come se non bastasse anche la sua cupola sta scricchiolando. Riuscirà a tenere a bada il vecchio boss e i suoi nuovi alleati? Continuerà a sedare l’animo fosoco di Scianel? Genny rimarrà fedele al loro patto o finirà per ucciderlo come avrebbe dovuto fare nella scorsa puntata? Tutte domande che troveranno risposta solo nella seconda parte di questa stagione.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori