PATCH ADAMS/ Su La5 il film con Robin Williams: i riconoscimenti e i luoghi della pellicola

- La Redazione

Patch Adams, il film in onda nella prima serata di La5 per la regia di John McTiernan e con Robin Williams, Monica Potter e Daniel London. La trama e il cast (Oggi, 18 gennaio 2017).

Foto-Mediaset_new
film

Questa splendida pellicola prodotta dalla Universal Pictures è stata ispirata liberamente dall’autobiografia scritta da Hunter “Patch” Adams, nella quale viene raccontata come sia stato possibile arrivare alla risoterapia ancora tutt’oggi utilizzata in tantissimi ospedali del mondo. La pellicola ha ottenuto un grande successo non solo ai botteghini ma anche in diverse manifestazioni di rilevanza nel mondo cinematografico. Nello specifico ha ottenuto la Nomination per la miglior colonna sonora ai Premi Oscar, ai Golden Globe la nomination per il miglior film commedia e la nomination come Miglior attore in un film commedia per il principale protagonista Robin Williams. Infine, da segnalare come le riprese del film siano avvenute in tre diverse location ed in particolare nelle Treasure Island in California, ad Asheville nella Carolina del Nord e nei pressi dell’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill.

Stasera su La 5 spazio a una delle commedia più amate dai fan dell’indimenticato Robin Williams, ovvero Patch Adams. Il film è del 1998, ha una durata di 115 minuti, è stato diretto da Tom Shadyac e presenta un cast di primissimo livello nel quale figurano oltre al già citato Robin Williams anche Monica Potter, Daniel London, Philip Seymour Hoffman e Bob Gunton.

P- Siamo nel 1969. Successivamente ad un tentativo non riuscito di togliersi la vita, Hunter Adams prende una decisione drastica per cercare di uscire dal vicolo cieco della depressione in cui si è da tempo infilato. Si fa infatti internare volontariamente in una struttura per la cura di malati psichiatrici e qui, dopo poco tempo, stringe un legame di amicizia con Arthur Mendelson: quest’ultimo è un uomo molto ricco che lo aiuta, suo malgrado, nel proprio processo di guarigione e che gli consente di “vedere oltre”. Dopo qualche tempo viene dichiarato clinicamente guarito e quindi abbandona la clinica e decide di dare una svolta alla propria esistenza: si iscrive quindi nuovamente all’università con l’intenzione di portare a termine il percorso verso la laurea in medicina. Questa scelta è dovuta alla sua voglia innata di dedicarsi al prossimo. All’Università fa la conoscenza di Mitch Roman e Carin Fisher: il primo è quello che si potrebbe senza dubbio definire come uno studente modello, mentre la seconda è una ragazza che potremmo definire poco incline a socializzare. Fa anche la conoscenza di Truman Schiff: con quest’ultimo nasce un sincero legame di amicizia. I due danno vita ad una sorta di ricerca consistente nel cercare di capire le conseguenze del buonumore sulle persone, se messe in condizione di provare questa sensazione, anche a causa di suoi comportamenti strani e comunque divertenti. I risultati che ottiene, senza nemmeno sforzarsi troppo nel raggiungerli, producono diversi effetti: non solo riesce a provocare buonumore nei soggetti che ha preso in esame, ma finisce con il provocare un sentimento di forte invidia in Mitch e di interesse per la sua persona da parte di Carin. Ed è proprio grazie a quest’ultima, al suo amico e al magnate che ha conosciuto durante il suo volontario internamento nella struttura psichiatrica, che riesce a dare vita alla clinica che ha sempre sognato di aprire: la location che ha scelto è un cottage in mezzo alla natura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori