Il Signore Degli Anelli/ Ian McKellen di nuovo nei panni di Gandalf nella serie tv ispirata al film?

- Anna Montesano

Il Signore Degli Anelli: Ian McKellen di nuovo nei panni di Gandalf nella serie tv ispirata al film? “Lui ha più di 7,000 anni, quindi non sono troppo vecchio”

gandalf_film
Il personaggio di Gandalf

Grande notizia per gli appassionati del “Il Signore degli Anelli” che diventa una serie tv su Amazon. Nel ruolo dello Stregone, il mago Gandalf potrebbe esserci di nuovo Ian McKellen. L’attore inglese, che oggi ha 78 anni, ha interpretato il personaggio nei film di Peter Jackson. Lui naturalmente se lo augura e si sarebbe è reso disponibile ma la richiesta specifica degli autori ancora non è arrivata. Le informazioni trapelate sulla trama sono ancora scarne riguardo l’adattamento televisivo della saga di J.R.R. Tolkien, ma quasi sicuramente vedremo un prequel della trilogia dei film diretti da Peter Jackson. Nel corso di una trasmissione sir McKellen è stato intervistato e si espresso sulla possibilità di interpretare un nuovo Gandalf: “Cosa intendi con ‘un altro Gandalf’? Non ho detto di sì perché non mi è stato chiesto, ma vorresti dire che lo interpreterà qualcun altro? Gandalf ha più di 7,000 anni, quindi non sono troppo vecchio”.

“NON SONO TROPPO VECCHIO PER INTERPRETARLO”

Sir Ian Murray McKellen è nato Burnley il 25 maggio 1939. Grande interprete shakespeariano, tra i maggiori viventi, soprattutto tra il 1974 ed il 1978, lavorando con la Royal Shakespeare Company di Londra. Da allora iniziò a dedicarsi a fondo al teatro, saltuariamente collaborando con la tv, sino a che non partecipò al suo primo film di successo, per poi avere un continuo rapporto con il cinema, benché lontano dall’essere frequente, senza tuttavia lasciare il teatro, nel quale lavora tuttora. È noto al grande pubblico soprattutto per il ruolo di Magneto nella saga cinematografica degli X-Men e per quello di Gandalf nelle trilogie cinematografiche de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit dirette da Peter Jackson.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori