SPARI IN CENTRO PROFUGHI/ Caserta, immigrato ferito al volto: chiesto permesso di soggiorno (Le Iene)

- Carmine Massimo Balsamo

Spari in centro profughi a Caserta: due colpi di pistola per l’immigrato Bobb Alagiee, Le Iene ripercorrono la vicenda con Giulio Golia, che si reca a Gricignano di Aversa

incidente_omicidio_carabinieri_1_lapresse_2017
LaPresse

L’immigrato ferito con un colpo di pistola da uno dei gestori del centro profughi in cui era ospitato potrebbe ricevere un permesso di soggiorno per motivi umanitari della validità di due anni. La proposta è stata formalizzata dal legale di Alagiee Bobb. “Ho ricevuto una positiva disponibilità, l’auspicio è che nei prossimi giorni Alagiee possa avere il documento per poter finalmente trovare un po’ di serenità”, ha dichiarato l’avvocato Hillary Sedu ai microfoni de Il Mattino. La richiesta d’asilo era stata rigettata al giovane cambiano, che ora si trova al centro di un caso spinoso, perché l’ospedale Cardarelli in cui è ricoverato lo ha dimesso, ma lui non se n’è voluto andare. Grazie alla protesta del suo legale è stato riammesso nel reparto di chirurgia maxillo-facciale. “I medici hanno preferito non estrarre la pallottola che è rimasta conficcata in una parte adiacente alla gola e vicina alla colonna vertebrale. Lo ritenevano molto rischioso per Alagiee”, ha aggiunto il legale, che ritiene giusta la permanenza in ospedale o la ricerca di un altro posto dove possa essere assistito. (agg. di Silvana Palazzo)

IMMIGRATO IN OSPEDALE E UNA VICENDA DA CHIARIRE

Spari in centro profughi a Caserta: Le Iene Show tornano sull’oscura vicenda dello scorso 11 novembre 2017. In onda nella puntata di questa sera, 5 dicembre 2017, un servizio di Giulio Golia che si recherà a Gricignano di Aversa, dove poco meno di un mese fa si è scatenato il far west al Centro Temporaneo di Accoglienza “La Vela”. Bobb Alagiee, immigrato, è stato ferito al volto con due colpi di pistola da parte del gestore del centro, che attualmente si trova agli arresti domiciliari e che sostiene si sia trattato di legittima difesa. Il cittadino del Gambia, diciotto anni, secondo le prime ricostruzioni aveva dato fuoro per protesta alla sua stanza, causando l’evacuazione di altri immigrati alloggiati nello stabile, come sottolinea Repubblica. Questa circostanza avrebbe provocato la reazione dell’aggressore che, dopo essere inizialmente scappato con un’altra persone, si è presentato ai carabinieri dopo qualche ora. Le Iene pronte a ripercorrere la vicenda passo per passo, sentendo testimoni e figure chiave.

SPARI IN CENTRO PROFUGHI A CASERTA (LE IENE SHOW)

Bobb Alagiee, l’immigrato ferito al volto con due colpi d’arma da fuoco mentre si trovava all’interno del centro di accoglienza “La Vela”, si trova attualmente ricoverato in ospedale. Il gestore del centro, accusato del tentato omicidio, sostiene che si sia trattto di legittima difesa, ma resta ancora da chiarire la dinamica dei fatti. Giulio Golia nel servizio in onda questa sera intervisterà alcuni testimoni del centro per cercare di capire che cosa possa essere accaduto lo scorso 11 novembre 2017. Ma non solo: verranno mostrate immagini inedite degli istanti immediatamente successivi alla sparatoria. La Iena, successivamente, raggiungerà Andrea Moretti e Andrea Aquilante, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Gricignano di Aversa: secondo il legale del cittando del Gambia, i due avrebbe rilasciato dichiarazioni discriminatorie in merito alla vicenda. Attesi dunque aggiornamenti importanti sull’episodio da Far West del Casertano, con Bobb Alagiee alle prese con la riabilitazione ed un colpevole da acclarare, con la difesa del gestore del centro d’accoglienza.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori