Leonardo Lamacchia/ “Ciò che resta”: si qualifica, premiata la sua profondità (Nuove proposte Festival di Sanremo 2017, seconda serata 8 febbraio)

- La Redazione

Leonardo Lamacchia partecipa alla kermessecon il brano “Ciò che resta”, una canzone d’amore che anticipa l’omonimo album (Nuove Proposte Festival di Sanremo 2, seconda serata 8 febbraio)

sanremo2017_ok_R439
Sanremo 2017

Va avanti tra le nuove proposte al Festival di Sanremo 2017 Leonardo Lamacchia grazie al suo brano profondo e intenso ”Ciò che resta”. Grandissima interpretazione sul palcoscenico del giovane che ha dimostrato personalità e grandissima intensità. Il pubblico ha dimostrato di gradire molto la sua canzone, ringraziandolo con un lungo applauso alla fine dell’esecuzione. Staremo a vedere se riuscirà poi in finale a ripetersi, provando magari a vincere l’edizione 2017 delle nuove proposte. Non sarà facile perchè i ragazzi che sono stati scelti quest’anno sono veramente tutti molto bravi. Di certo Leonardo Lamacchia però ha dimostrato di avere le qualità per andare avanti e giocarsi tutte le sue carte grazie a una voce profonda e a un testo che gli è stato costruito alla perfezione sopra. Di sicuro sentiremo ancora molto parlare di questo artista negli anni a venire.

Il Festival di Sanremo 2017, condotto da Carlo Conti e Maria De Filippi su Rai Uno ospita, tra le Nuove Proposte, il cantautore Leonardo Lamacchia che presenterà il brano Ciò che resta. Il brano è stato scritto da Gianni Pollex e Mauro Lusini, autori di cantanti come Chiara Galiazzo e Gianni Morandi. È una canzone d’amore, tipicamente sanremese, molto simile allo stile di Chiara. La voce del cantante barese ha la caratteristica di essere abbastanza limpida e il brano è caratterizzato da elementi di essenzialità tipici delle canzoni pop più ascoltate negli ultimi anni in Italia e dalla massiccia presenza degli archi resi con le tastiere. Parlando del suo brano Sanremese il cantautore ha spiegato: “Ciò che resta parte come un consiglio che voglio dare a me stesso, nonostante nasca come brano d’amore, il suo significato pi essere trasposto in qualsiasi ambito. Ha un forte significato, comunque dovesse andare, mi porto dietro tutto ciò che ho fatto”. Ciò che resta è una canzone pop sostenuta da accordi semplici di una tastiera continua, che suona note alte e un ritmo leggermente elettronico, minimalista e costante. Il crescendo è reso soprattutto dalla presenza sempre più accentuata delle tastiere, e dalla modulazione del volume creata dalle stesse. Il testo parla di un relazione amorosa in cui si invita a guardare avanti, lasciando i ricordi al loro posto, applicando ogni mezzo per tornare insieme e godersi il proprio tempo, vivendo ogni istante come se fosse l’ultimo. Il protagonista del brano sembra aver imparato proprio dalla sua amata a modificare la propria condotta di vita, a saper vivere la vita con maggiore saggezza.

Il giovane concorrente barese leonardo Lamacchia sembra avere già dimestichezza con la canzone d’amore, in un brano in cui prevale la presenza della sua voce, in un fiume di parole quasi ininterrotto per tutta la durata del brano, non facile da gestire se hai poca esperienza in performance dal vivo davanti a un pubblico così vasto come quello di Sanremo. Ma il pubblico di Sanremo è un pubblico dai gusti piuttosto circoscritti, a giudicare dai generi e stili che caratterizzano le canzoni più gettonate degli ultimi decenni. La canzone di Lamacchia rispecchia pienamente il gusto imperante tra gli spettatori che votano da casa, anche se il brano non è molto ricco di caratteristiche vocali e di sound particolarmente nuovi e originali. La voce di questo artista, semplice e pulita, potrebbe colpire il pubblico proprio per la sua nitidezza e colpire quelli che amano lo stile musicale delle canzoni di Marco Mengoni. “Ciò che resta” è anche il titolo del primo album di Leonardo Lamacchia, in uscita il 10 febbraio 2017.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori