STEFANO ACCORSI/ Vincitore del David di Donatello 2017: l’entusiasmo e i commenti dei suoi sostenitori

- Francesca Pasquale

Stefano Accorsi, il noto attore italiano questa sera sarà tra i protagonista delle kermesse cinematografica nostrana la cui diretta è su Sky (David di Donatello 2017, 27 marzo).

daviddidonatello_logo_sky_2017
David di Donatello 2017

E’ stata una serata trionfale quella che ha vissuto ieri sera Stefano Accorsi, vincitore del premio come migliore attore protagonista ai David di Donatello. E’ stata per lui una grande soddisfazione, come riportato dai primi commenti dopo la premiazione, rivolti soprattutto a Bianca Vitali, al suo fianco con il pancione, e ai suoi tantissimi fan. E proprio i sostenitori del bolognese, a poche ore dall’imperdibile serata, continuano ad esprimere i loro commenti positivi sui social network, nei confronti di colui che ritengono uno dei migliori attori del cinema italiano. ‘Sei uno dei migliori attori italiani. Dal Maxi Bon al cinema Quattro Fontane… quando ancora lottavi per emergere. Complimenti per il premio e per l’ottima interpretazione’ , ‘ Sei un attore stupendo, eccezionale. Rivedrei il film altre 100 volte, complimenti!’, ‘ Sei uno dei migliori attori italiani e internazionali. Ti seguo dall’inizio della tua carriera e assolutamente te lo sei meritato tutto. Ora ti aspetta un film internazionale’.

La cerimonia dei David di Donatello di ieri sera ha sancito il trionfo di Stefano Accorsi, che si aggiudicato la vittoria nella categoria miglior attore protagonista grazie alla sua interpretazione nel film ‘Veloce come il vento’ di Loris De Martino. Si tratta della seconda vittoria in questa importante categoria dopo la vittoria nel 1999 con Radiofreccia. Comprensibilmente molto alto è stato l’entusiasmo di Accorsi che nei brevi ringraziamenti ha menzionato la compagna Bianca, in attesa di un bambino (che potrebbe essere chiamato David o Donatello…). Un inevitabile pensiero è andato anche ai fedeli sostenitori dell’attore, ricordati in un video postato in seguito alla premiazione nella sua pagina Facebook ufficiale, con tanto di diverte commento da parte del vincitore dell’ambita statuetta. Clicca qui per vedere il video di ringraziamenti e successivi commenti da parte dei fans, soddisfatti per il risultato ottenuto dal loro idolo.

Stasera Stefano Accorsi potrebbe vincere il David di Donatello 2017 come miglior attore protagonista per la pellicola “Veloce come il vento”. Nell’attesa di potere scoprire se salirà sul palcoscenico per ritirare l’ambito premio, l’attore bolognese si prepara per salire su un altro palco: quello del Teatro Circus di Pescara. Stefano Accorsi insieme a Marco Baliani infatti, sarà uno dei protagonisti di “Giocando con Orlando”, liberamente tratto dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. I due attori chiuderanno la 51esima stagione teatrale della Società del Teatro e della Musica debuttando domani, martedì 28 marzo, a partire dalle 21, con replica mercoledì 29 marzo a partire dalle ore 17. Lo stesso Marco Baliani, si occupa anche dell’adattamento teatrale e la regia e, a tal proposito le note del regista affermano: “Ma che c’entra Baliani con Accorsi? Tutt’e due in scena, due attori così diversi? Cosa è successo? Il Furioso Orlando con in scena Stefano Accorsi e Nina Savary ha girato moltissimo e ha avuto il pregio di fare riscoprire l’immensa opera di Ariosto a migliaia di spettatori. Poi, complice il caso, ne è nata una seconda versione: mi ero accorto che quello che avevamo fatto fino ad allora era una scoperta interessante, ma si poteva fare di più. Mentre seguivo Nina Savary e Stefano Accorsi nella loro evoluzione, e vedevo la forza teatrale del repertorio, della ripetizione che genera nuove idee, ho provato a immaginarmi Ludovico Ariosto che declamava il suo poema”. Nel frattempo, la carriera di Stefano Accorsi procede a gonfie vele così come la sua vita privata con Bianca Vitali in dolce attesa. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

Tra poche ore va in scena l’edizione 2017 della nota kermesse cinematografica del Premio David di Donatello con diretta in prima serata sulle frequenze satellitari di Sky con la conduzione di Alessandro Cattelan. Un appuntamento di grande prestigio che vede protagonista tutto il meglio del cinema italiano. Non c’è dubbio che uno personaggi più attesi è l’attore italiano Stefano Accorsi in lizza per il Premio Miglior attore protagonista per la sua eccezionale interpretazione offerta nella pellicola di Matteo Rovere, Veloce come vento. Accorsi veste i panni di un ex talentuoso pilota di gare automobilistiche che riesce a ritrovare la propria famiglia e chiudere con un passato fatto di tante delusioni a causa della dipendenza dalla droga. Uno splendido momento per Accorsi non solo sotto il profilo professionale ama anche per quanto concerne la vita sentimentale. Infatti, recentemente ha annunciato sui social di aspettare un figlio dalla modella italiana Bianca Vitale, con la quale si è sposata nel 2015. Per Accorsi questo è il terzo figlio dopo i primi due avuti nell’ambito della relazione con Laetia Casta.

Stefano Accorsi è nato a Bologna nel marzo del 1971. Dopo aver conseguito la maturità scientifica decide di seguire la propria passione per il mondo della recitazione iscrivendosi alla Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone di Bologna. Una decisione che è stata presa anche in ragione dell’esperienza avuto sul grande schermo nell’ambito del film Fratelli e sorelle diretto da Pupi Avati nell’anno 1991. Nel 1996 arriva la pellicola che lo rende famoso ed ossia Jack Frusciante è uscito dal gruppo diretto da Enza Negroni. Le collaborazioni si moltiplicano portandolo a diventare in breve tempo uno degli attori italiani più amati ed apprezzati dell’intero panorama nostrano. Nel 1998 partecipa al progetto cinematografica di Luciano Ligabue, Radiofreccia e nel 2001 è protagonista de L’ultimo bacio di Gabriele Muccino che di fatto corrisponde ad una definitiva consacrazione. Tra i principali film figurano La stanza del figlio, Romanzo Criminale, Saturno contro, Baciami ancora, Viaggio da sola e La nostra terra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori