BLUE BLOODS 7/ Anticipazioni puntata 12 maggio 2017: Erin in lotta contro la pedofilia

- Morgan K. Barraco

Blue Bloods 7, anticipazioni puntata 12 maggio 2017, su Rai 2 in prima visione Tv assoluta. Erin dovrà gestire un caso difficile, mentre Danny assisterà ad un incidente mortale. 

bluebloods_01_facebook
Blue Bloods, i casi della serata (Facebook)

Nella seconda serata di oggi, venerdì 12 maggio 2017, Rai 2 trasmetterà un nuovo episodio di Blue Bloods 7, in prima Tv assoluta. Andrà in onda il sesto, dal titolo “Difesa ad oltranza“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati nella puntata precedente:  Erin (Bridget Moynahan) si trova a dover affrontare una situazione spinosa in seguito all’arresto della giovane Coryna Garza (Judy Reyes), una manifestante cubana. La donna infatti contesta al proprietario di una palazzina di aver aumentato gli affitti solo per mettere sulla strada gli inquilini stranieri. Coryna viene ovviamente arrestata quando non esita ad aggredire il proprietario immobiliare e rischia di essere estromessa dal Paese. Viene accusata infatti di essere una clandestina, ma la donna afferma di essere cittadina americana. Abatemarco chiede ad Erin di non proseguire con le accuse per evitare l’espulsione a Coryna, ma il sostituto Procuratore sceglie di fare luce sul caso. In seguito, la donna la indirizza dalla madre perché fornisca il suo estratto di nascita e chiarisca il mistero, ma si scopre che la donna ha mentito. La madre di Coryna è infatti una sua lontana cugina che l’ha cresciuta come se fosse veramente sua figlia solo per evitare che ritornasse a Cuba e morisse di stenti. Coryna inoltre non sa di essere clandestina e rivela inoltre di essere sotto il ricatto di un vicino di casa della madre, che l’ha minacciata di farle perdere la custodia della figlia. Nonostante i tentativi positivi di Erin, i piani alti le impongono alla fine di farsi da parte, pena il licenziamento. Eddie (Vanessa Ray) invece riceve una richiesta di aiuto da parte di un amico, che chiede all’agente di trovare la figlia minorenne Adriana (Sasha Frolova). La ragazza è fuggita con il fidanzato del momento, più grande di lei, e che non esita ad abbandonarla dietro la minaccia di un’incriminazione. Anche se Jamie cerca di convincere la partner a non proseguire, Eddie decide di fare luce sul caso. Durante un incontro con Adriana, scopre che in realtà la ragazza è stata vittima di un doppio raggiro, in cui è coinvolto anche il padre. Frank (Tom Selleck) invece si occupa di alcuni problemi interni al Dipartimento e deve rispondere ad una richiesta d’aiuto della comunità afroamericana. Il Comandante sceglie alla fine di oltrepassare la linea del solo supporto e di dirigere l’intera operazione dietro la guida di Ronald (Eric Murray). Anche se Adriana scopre la verità sul conto del padre grazie al doppio vetro magico, decide alla fine di aiutare il genitore. Erin invece accetta di mettersi da parte nel caso, ma continua a nutrire dei dubbi perché crede alla sincerità di Coryna. Durante un pranzo privato, chiede infatti consiglio a Danny (Donnie Wahlberg) sul da farsi, sottolineando di essere convinta della buona fede della donna. Dopo una cena in famiglia, Erin decide di chiedere all’ex marito di Coryna di dirle la verità riguardo alla custodia della figlia, accusa mossa dalla donna. Erin tuttavia sottolinea di sospettare che abbia tratto un vantaggio personale dalla denuncia di Coryna alla Sicurezza Nazionale. Scopre così che qualcuno l’ha pagato 50 mila dollari perché mettesse nei guai Coryna.

Nel nuovo episodio di Blue Bloods 7, Frank dovrà affrontare diverse tensioni interne al Dipartimento. Un informatore rivela infatti che uno dei poliziotti del Distretto ha abusato del proprio potere, con il solo intento di avere un vantaggio personale nell’organizzazione. Intanto, Danny e Maria indagano sul caso di una ragazza morta in un incidente stradale. Diversi elementi indicano ai due detective che in realtà l’episodio potrebbe nascondere qualcosa di diverso e che possa non essersi trattato di un semplice caso. Il capo di Erin le affiderà invece un caso piuttosto spinoso, riguardo ad una donna che ha ammesso di possedere materiale pedopornografico. La pm crede inizialmente che la donna sia colpevole e non accetta il patteggiamento, ma scopre in seguito che le sue azioni potrebbero essere state provocate da un intervento al cervello. Dopo aver cambiato visione sul caso, Erin troverà tuttavia le porte chiuse per riabilitare il nome dell’accusata. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori