FABIO CONCATO/ L’album “Gigi” è tra i più venduti della settimana (Che fuori tempo che fa)

- Dario Ghezzi

Fabio Concato torna come ospite nella puntata di Che fuori tempo che fa condotta da Fazio e racconterà ancora il successo dell’album Gigi dedicato al padre. 

fabio_fazio_tiziana_littizzetto_che_tempo_che_fa_lapresse_2017
Che fuori tempo che fa, conduce Fabio Fazio

Un post sulla pagina Facebook di Fabio Concato ci ricorda che il cantautore sarà ospite questa sera di Fabio Fazio a Che tempo che fa. Il promemoria ci dà anche un’informazione importante sull’album che Concato ha dedicato al padre Gigi, come si evince dal titolo: “Domenica 28 maggio FABIO CONCATO sarà tra gli ospiti di “Che Fuori Tempo Che Fa” su Rai 3. Presenterà i suo nuovo album ‘Gigi’, già presente in classifica tra i dischi più venduti della settimana. L’album, concepito insieme a Paolo Di Sabatino, rivisita i successi di Fabio Concato con nuovi arrangiamenti e sonorità vicine al jazz acustico”. Un grande risultato di cui Fabio Contato parlerà probabilmente stasera con il conduttore della trasmissione: clicca qui per vedere il post.

Fabio Concato a Che fuori tempo che fa racconterà i suoi ultimi appuntamenti legati al successo ottenuto dall’esibizione con Paolo Di Sabatino per ”Gigi”. L’album dell’artista in questione è uscito il dodici maggio scorso ed è ispirato letteralmente a suo padre che Fabio Concato ha sempre sottolineato lo ha avvicinato al mondo della musica dandogli ispirazione da non musicista verso quello che sarebbe stato un futuro lastricato di successi. Staremo a vedere cosa racconterà Fabio Concato che ha dimostrato anche in passato grandissima emozione e tatto nei confronti anche di situazioni più delicate. Sarà importante trovare una risposta alle curiosità del pubblico e di certo i social network saranno ardenti durante la trasmissione. (agg. di Matteo Fantozzi)

Dopo solo due settimane, il cantante Fabio Concato torna alla corte di Fabio Fazio. Concato, recentemente, ha tenuto un concerto al Bravo Cafè insieme a Paolo di Sabatino Trio, dove ha presentato l’album “Gigi”. Per l’occasione, l’uomo ha riproposto tutti i suoi successi in chiave jazz. Il disco dedicato al padre, in effetti, è l’ennesima sfida di Fabio Concato dopo una carriera costellata di successi. Quello con Paolo Sabatino per Concato è stato un incontro molto fortunato e grazie a quest’ultimo è stato possibile confezionare il nuovo lavoro. Fabio Concato ha sempre parlato del padre come un uomo dotato di grande sensibilità e in grado di avvicinarlo alla musica. “Me l’ha fatta subito amare” dichiarava qualche settimana fa.

Il 28 maggio Fabio Concato torna a parlare dell’ultimo lavoro Gigi a Che fuori tempo che fa. Il disco è una “dichiarazione d’amore” nei confronti del genitore, grande fruitore di cultura musicale. L’artista, durante la sua carriera, è riuscito a passare da un genere all’altro e ha voluto ringraziare il padre proprio per questo e per averlo accompagnato sia nel lavoro che nella sua stessa esistenza, infarcita di musica. Si sente dissociato dopo quarant’anni di musica ma ancora è in grado di divertirsi. In una intervista recente, l’artista di è anche rammaricato di come oggi la musica resti il più delle volte confinata nelle cantine, c’è l’ispirazione ma poca possibilità di tirarla fuori. Considera Gigi come un lavoro sincero e afferma come oggi, purtroppo, la musica sia fatta di slogan ma non è necessario usare le parolacce per avere successo.

Aprendo il sito internet di Fabio Concato è possibile conoscere qualcosa in più riguardo a questo artista. E’ nato il 31 maggio 1953, in una famiglia ricca di stimoli culturali tanto che nel 1965 forma col fratello il primo gruppo rock. Inizia a muovere i primi passi nel mondo della musica nel 1974 quando con Bruno Graceffa e Giorgio Porcaro forma il gruppo I Mormoranti, scrivendo testi ed esibendosi nel locale Derby di Milano. La sua storia discografica inizia nel 1977 con la pubblicazione dell’album Storie di sempre. Negli anni ’80 ottiene grande successo di pubblico e Domenica bestiale lo consacra presso il grande pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori