RON/ Ai confini del mondo e un tour per l’artista che ha ancora tanti fan (Una serata… Bella per te, Mogol)

- Bruno Zampetti

Nel ricco parterre di ospiti previsto a “Una serata…Bella per te Mogol”, ci sarà anche Ron, che interpreterà alcune delle canzoni più note del grande paroliere ternano

RON_Alessio_Pizzicannella_cs_2017
Ron, Con il cuore nel nome di Francesco

Nel ricco parterre di ospiti previsto a “Una serata…Bella per te Mogol”, ci sarà anche Ron, che interpreterà alcune delle canzoni più note del grande paroliere ternano, in particolare quelle scritte per Lucio Battisti che hanno rappresentato forse uno dei sodalizi più noti nella storia della musica italiana. Rosalino Cellamare, in art Ron, è sicuramente un abile interprete dei grandi successi classici, ma si tratta comunque di un cantautore che ha saputo costruirsi una carriera di primissimo nella storia della musica italiana, scrivendo anche grandi successi con Lucio Dalla. Quarant’anni di carriera e sette partecipazioni al Festival di Sanremo d’altronde non si improvvisano e Ron è sempre stato uno degli artisti più apprezzati a livello nazionale non solo con le sue canzoni, ma anche grazie ai pezzi scritti per altri artisti. Aver scritto nel 1971 “Piazza Grande” per Lucio Dalla rappresenta probabilmente la svolta della sua carriera e soprattutto l’inizio del lungo sodalizio con il musicista emiliano, che ha portato entrambi a raggiungere grandi successi. Canzoni come “Una città per cantare” e “Non abbiam bisogno di parole” hanno portato però Ron a essere protagonista in prima persona sul palco, col suo stile delicato ma al tempo stesso incisivo, fatto di un grande slancio musicale abbinato a una poetica nei testi straordinaria, con pochi rivali a livello nazionale. Le tante collaborazioni sostenute nel corso degli anni rendono Ron un ospite ideale nel quadro della serata in onore di Mogol, che a sua volta ha scritto le parole di un pezzo di grande successo del 1976 di Ron, “’Evviva il grande amore”.

RON, DOPO SANREMO IL TOUR

In questo 2017 Ron è stato protagonista al Festival di Sanremo con la canzone “L’ottava meraviglia”, che non è riuscita però a raggiungere la finale nella città dei fiori. A ventun anni da quella che fu la sua vittoria nel Festival della Canzone Italiana con “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, Ron si è dimostrato comunque grande protagonista della musica italiana, e soprattutto ha potuto riproporre la nuova edizione del suo ultimo album di inediti uscito nel 2016, intitolato “La forza di dire sì”, ristampato con il singolo sanremese e l’ultimo inedito “Ai confini del mondo”, che sta riportando Ron, per l’ennesima volta, nell’airplay radiofonico in questa estate 2017. Momenti importanti che sono la conferma della straordinaria durata della carriera di Ron, che proprio in questi giorni è protagonista di un tour di grandissimo successo con diverse date in tutta Italia. La dimensione live per Ron è sempre stata un vero e proprio cavallo di battaglia, artista eclettico capace di farsi accompagnare sia da band composte da grandi musicisti, sia riuscendo a tenere la folla letteralmente col fiato sospeso andando avanti semplicemente piano e voce. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori