The Final Cut/ Oggi su Iris: curiosità sul film con Robin Williams (10 gennaio 2018)

- Cinzia Costa

The Final Cut, il film in onda su Iris oggi, mercoledì 10 gennaio 2018. Nel cast: Robin Williams, James Caviezel e Mira Sorvino, alla regia Omar Naim. Il dettaglio della trama.

the_final_cut_film
il film thriller in seconda serata su Iris

Fantascienza e thriller caratterizzano la pellicola, The Final cut, prodotta nel 2004 da una collaborazione tra Canada e Germania per la regia di Omar Naim che ha curato anche il soggetto e la sceneggiatura mentre la produzione è stata firmata da Michsael Burns e Michael Ohoven. Le case di produzione che hanno fatto parte del progetto sono Cinerenta, Cinetheta, Industry Entertainment e Lions Gate con la distribuzione che è stata gestita dalla Eagle Pictures e con ilmontaggio realizzato da Dede Allen. Gli effetti speciali sono stati curati da Jeff Butterworth e le musiche della colonna sonora sono state scritte da Brian Tyler. The Final Cut è la prima opera di successo per il regista, che è stato presentato al partecipato Festival del cinema di Berlino, ha ricevuto la candidatura all’Orso d’oro e ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura al Deauville Film Festival.

NEL CAST ROBIN WILLIAMS

The Final Cut, il film in onda su Iris oggi, mervcoledì 10 gennaio 2018 alle ore 23,35. Un thriller di fantascienza del 2004 che è stato scritto e diretto dal regista Omar Naim. Nel cast sono presenti Robin Williams, che ha interpretato la parte principale, James Caviezel, Mira Sorvino, Mimi Kuzyk e Stephanie Romanov. La pellicola, è stata girata tra Berlino (Germania) e Vancouver (Canada) e il montaggio è stato curato da Dede Allen. Tak Fujimoto, noto per Il silenzio degli innocenti e Philadelphia, si è occupato della fotografia. Le musiche sono state realizzate dal compositore Brian Tyler, famoso per le colonne sonore “Iron Man 3” e “Avengers: Age of Ultron” e i vari capitoli della serie Fast and Furious. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

THE FINAL CUT, LA TRAMA DEL FILM THRILLER

Nel film, si descrive un mondo futuro dove l’invadenza della tecnologia video supererà dei limiti non sempre in modo etico. Infatti, si descrive uno scenario in cui la vita di una persona a sua insaputa verrà ripresa dalla nascita alla morte. Proprio dopo quest’ultima, un montatore assemblerà le vicende più importante per mostrarle ai posteri. Una possibilità questa destinata a chi è abbastanza ricco da poter far impiantare nella testa dei figli una specie di scatola nera, utile a registrare ogni istante della loro vita. Alan Hakman (Robin Williams) è uno dei montatori più richiesti per estrarre dalle memorie digitalizzate di soggetti deceduti, i momenti più importanti della loro vita al fine di realizzare un video ricordo, chiamato “Rememory”. Hakman freddo e professionale, si occupa di rielaborare in modo accurato le varie riprese, cancellando con il consenso dei familiari tutto ciò non è il caso di ricordare.

Tutto cambia quando gli viene affidato di elaborare il rememory di Charles Bannister, un collaboratore per l’azienda che ha inventato il sistema di riprese. Un lavoro ostacolato da coloro che sono contrari all’uso degli impianti, tra cui Fletcher (James Caviezel), un ex montatore e amico di Alan, che cerca di impossessarsi dei ricordi di Bannister per trovare le prove dei reati commessi dall’azienda al fine di farla fallire.

Durante il montaggio dei video, Hakman riconosce una persona di cui pensa di averne causato la morte da bambino. Cerca informazioni e scopre che era deceduta a causa di incidente. Per scoprire come fossero andare gli eventi, tenta di recuperare l’impianto, venendo a sapere di averne uno egli stesso. La fidanzata Delila (Mira Sorvino) del defunto, venendo a conoscenza che Alan ha realizzato il rememory di Charles Bannister e ha visto i suoi momenti intimi con quest’ultimo, distrugge il supercomputer del montatore e di conseguenza l’impianto del fidanzato. Hackman aiutato da alcuni amici, decide di effettuare una lettura “da vivo” della sua memoria digitale, fugando ogni dubbio sulla sua infanzia e scoprendo che il bambino di cui credeva di aver causato la morte, è vivo. Intanto, coloro che osteggiano la nuova tecnologia, scoprono che Alan ha un impianto e lo uccidono per vedere cosa contenessero le memorie che solo lui aveva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori